Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.

Menu
RSS
È ora di (ri)iniziare a stampare le fotografie

È ora di (ri)iniziare a stampare le…

Tutti abbiamo, o abbiamo ...

A.C. DIMIDI - L’Associazione che non c’era.....

A.C. DIMIDI - L’Associazione che no…

Nata meno di 6 mesi fa, l...

BOLDINI A FERRARA

BOLDINI A FERRARA

Nello spazio espositivo d...

Game of Thrones: il finale di cui avevamo bisogno? *spoiler*

Game of Thrones: il finale di cui a…

Lo abbiamo immaginato, sp...

LETTERA APERTA AL COMMISSARIO STRAORDINARIO DEL GOVERNO PER LA RICOSTRUZIONE SISMA 2016

LETTERA APERTA AL COMMISSARIO STRAO…

Abbiamo deciso di pubblic...

I bandi de La Biennale di Venezia che i dj e i producers non devono farsi scappare

I bandi de La Biennale di Venezia c…

La Biennale di Venezia no...

Ventiquattro anni dalla morte di Mia Martini

Ventiquattro anni dalla morte di Mi…

Ogni morte è a sé, ma que...

QUANTO SEI BELLA FIRENZE (IN UN GIORNO E MEZZO)

QUANTO SEI BELLA FIRENZE (IN UN GIO…

Non esiste città come Fir...

L’apoteosi del genio italiano: 500 anni dalla morte di Leonardo

L’apoteosi del genio italiano: 500 …

Roma, 27 apr – «Nacque un...

Dalle Marche la Lettera al presidente Tajani

Dalle Marche la Lettera al presiden…

Riceviamo e pubblichiamo ...

Prev Next
A+ A A-

La stagione degli uragani

Copertina del libro "La stagione degli uragani" di Alessandro Clericuzio Copertina del libro "La stagione degli uragani" di Alessandro Clericuzio

Docente di Lingua e letteratura angloamericana all'Università di Perugia, Alessandro Clericuzio ha recentemente pubblicato un libro dal titolo La stagione degli uragani, un romanzo che si legge tutto d'un fiato e che ha suscitato – per ora – l'interesse della rete: in meno di un mese la versione on-line ha superato le mille visualizzazioni.

"Dove son finite le tue mani, erano dei fragili uragani, troppo dolci per far male" A. Mannarino Amba Aradam Gli argomenti, d'altronde, sono accattivanti: una ragazza madre che nel 1969 fugge dal paese dopo aver subìto una violenza. Negli anni successivi, uno dei suoi figli vivrà con un altro uomo e il figlio di lui, la figlia sposa un uomo violento, il terzo figlio, affarista e calcolatore, ha una moglie splendida, ma scoprirà che non gli basta. Lucia, la protagonista, è un inno all'amore, sia nei confronti del marito, sia nei confronti dei figli, un amore a tratti un po' idealista, ma senza dubbio molto puro e spirituale. Un approccio nei confronti della vita che Lucia e il marito in qualche modo trasmettono ai figli, i quali si ritrovano a fare i conti con questa eredità romanticheggiante, difficilmente applicabile ai rapporti della loro generazione. Ma tentano in ogni modo di fare i conti con la realtà e di trarne il meglio possibile. Questo accade anche per la figlia Silvia, che scoprirà di aver sposato l'uomo sbagliato, e si ravvedrà in tempo per sfuggire a un femminicidio, avendo forse ereditato dalla madre anche un senso di sottomissione e di vittimismo.

In una girandola di episodi, alcuni profondamente tragici, altri inaspettatamente comici, si avvicendano le storie di questi personaggi e di chi gli gravita intorno, uno spaccato delle vite sentimentali e sessuali della media borghesia romana negli ultimi quarant'anni, comprensivo di vicini misteriosi, tristi coppie malassortite, e sfavillanti notti trasgressive. In uno stile classico, quasi ottocentesco, il narratore ci porta nei meandri delle sensibilità dei personaggi, verso un finale inaspettato e travolgente, proprio come gli uragani del titolo. Il libro è in vendita su ilmiolibro.kataweb.it (11€) e nelle librerie Feltrinelli di tutta Italia (18€).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna in alto