Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.

Menu
RSS
La “Madonna col Bambino” del Pinturicchio sarà esposta alla Galleria Nazionale dell’Umbria

La “Madonna col Bambino” del Pintur…

Quando un’opera “torna a ...

Libri da leggere per essere cittadini con più coscienza

Libri da leggere per essere cittadi…

Non nascono per esserlo, ...

L'eco della storia

L'eco della storia

In questi ultimi giorni, ...

Sim Swapping - la minaccia tornata di moda

Sim Swapping - la minaccia tornata …

Per la serie “a volte rit...

UNA NAZIONE SI SUICIDA  QUANDO DEMOLISCE LA PROPRIA ISTITUZIONE SCOLASTICA

UNA NAZIONE SI SUICIDA QUANDO DEMO…

Dalla prima pagina de “Il...

Rinaldo Balzan poeta del colore

Rinaldo Balzan poeta del colore

Leggiadro, ma potente, Ri...

È ora di (ri)iniziare a stampare le fotografie

È ora di (ri)iniziare a stampare le…

Tutti abbiamo, o abbiamo ...

A.C. DIMIDI - L’Associazione che non c’era.....

A.C. DIMIDI - L’Associazione che no…

Nata meno di 6 mesi fa, l...

BOLDINI A FERRARA

BOLDINI A FERRARA

Nello spazio espositivo d...

Game of Thrones: il finale di cui avevamo bisogno? *spoiler*

Game of Thrones: il finale di cui a…

Lo abbiamo immaginato, sp...

Prev Next
A+ A A-

Uomini che uccidono le donne

Uomini che uccidono le donneIL MISTERO DI VIA POMA, GLI OMICIDI RITUALI DELLE BESTIE DI SATANA, I DELITTI SUI TRENI DI DONATO BILANCIA: LE INDAGINI SUI PIÙ EFFERATI CRIMINI ITALIANI NELLE PAROLE DELL’UOMO CHE PER ANNI HA GUIDATO IL RIS DI PARMA.

Nel mondo ogni otto minuti una donna viene assassinata. Il movente in genere è rappresentato dalla gelosia o dal non voler accettare la fine di una relazione da parte dell'uomo. Di per se anche la debolezza spesso rende la donna una preda facile e indifesa. Per anni le pagine di cronaca dei giornali hanno trattato diversi casi, come la morte misteriosa di Simonetta Cesaroni, il delitto dell'Olgiata, i treni silenziosi sui quali ammazzava Donato Bilancia...

Se è vero che in alcuni di essi si è riusciti a trovare l'assassino con le tecniche tradizionali dei tempi, è stato grazie alle più moderne tecnologie ed all'attività tecnico-scientifica - con particolare riferimento alla prova del DNA - che si è riusciti a risalire al colpevole. Chi meglio del Gen. Luciano Garofano, ex comandante del Reparto Investigazioni Scientifiche dell'Arma dei Carabinieri di Parma, può descrivere una serie di efferati delitti analizzandone i dettagli e le tecniche operative utilizzate per la raccolta delle prove e per l'individuazione dell'omicida? 

In Uomini che uccidono le donne, Garofano, fa esattamente questo ovvero ripercorre i crimini italiani più celebri e controversi (10 nello specifico), risolti proprio attraverso le più avanzate analisi di laboratorio e l’utilizzo della “prova regina”: dall’inchiesta sull’omicidio di Dobbiaco del 2002 - che portò all’arresto del responsabile per mezzo di uno screening genetico di massa (lo stesso metodo che potrebbe risolvere il caso di Yara a Brembate) - alla ricostruzione della folle dinamica della strage di Erba; dalla scarcerazione di due innocenti accusati per errore dello “stupro della Caffarella”, alle ultime rivelazioni sull’omicidio della studentessa sedicenne Elisa Claps, scomparsa nel lontano 1993. 

Fattore comune di queste tragiche vicende è il desiderio di possesso degli uomini che troppo spesso li induce a compiere violenze efferate verso le donne.

Il Criminologo guida il lettore sui luoghi del delitto, ripercorre le indagini della polizia scientifica e lo conduce "alla scoperta delle ragioni profonde di un fenomeno criminale che affonda le sue radici nell’aspetto più oscuro e insondabile dell’animo umano", il tutto in un linguaggio semplice ed alla portata dei non addetti ai lavori. L'accessibilità e l'estrema chiarezza con cui sono descritti anche aspetti tecnici complessi, rendono questo libro un'opera di assoluto rilievo, che non può mancare sulla libreria di un appassionato dello studio del crimine.

Copertina del libro UOMINI CHE UCCIDONO LE DONNE

© Riproduzione Riservata

Altro in questa categoria: « RICETTE E RACCONTI Uomini di scorta »
Torna in alto