Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.

Menu
RSS
La “Madonna col Bambino” del Pinturicchio sarà esposta alla Galleria Nazionale dell’Umbria

La “Madonna col Bambino” del Pintur…

Quando un’opera “torna a ...

Libri da leggere per essere cittadini con più coscienza

Libri da leggere per essere cittadi…

Non nascono per esserlo, ...

L'eco della storia

L'eco della storia

In questi ultimi giorni, ...

Sim Swapping - la minaccia tornata di moda

Sim Swapping - la minaccia tornata …

Per la serie “a volte rit...

UNA NAZIONE SI SUICIDA  QUANDO DEMOLISCE LA PROPRIA ISTITUZIONE SCOLASTICA

UNA NAZIONE SI SUICIDA QUANDO DEMO…

Dalla prima pagina de “Il...

Rinaldo Balzan poeta del colore

Rinaldo Balzan poeta del colore

Leggiadro, ma potente, Ri...

È ora di (ri)iniziare a stampare le fotografie

È ora di (ri)iniziare a stampare le…

Tutti abbiamo, o abbiamo ...

A.C. DIMIDI - L’Associazione che non c’era.....

A.C. DIMIDI - L’Associazione che no…

Nata meno di 6 mesi fa, l...

BOLDINI A FERRARA

BOLDINI A FERRARA

Nello spazio espositivo d...

Game of Thrones: il finale di cui avevamo bisogno? *spoiler*

Game of Thrones: il finale di cui a…

Lo abbiamo immaginato, sp...

Prev Next
A+ A A-

CIAO LUIGI, DIFFICILE SOLO PENSARE CHE NON CI SEI PIÙ.

CIAO LUIGI, DIFFICILE SOLO PENSARE CHE NON CI SEI PIÙ.

Ricordare Luigi De Sena significa, per me vederlo ora come per la prima volta, significa creare un nesso tra i momenti più veri passati insieme, ognuno per le proprie competenze, e capire che quei momenti sono rimasti dentro.

È proprio vero le persone si scoprono attraverso i ricordi che se ne hanno.

Sto tentando, sapendoti non più con noi, di togliere dalla testa ogni altro rumore per lasciarmi trasportare dai ricordi, verso quel lavoro che ci ha visto uniti batterci per la difesa dei diritti ed il miglioramento della società.

Così tornano le tue parole e le tante sigarette fumate insieme, torna la speranza che hai saputo infondere a chi non ne aveva più, torna il tuo sguardo rassicurante, lo sguardo di chi sa che il futuro non è uno spazio dove andare ma un percorso da costruire.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna in alto