Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.

Logo
Stampa questa pagina

Arte e gioielleria

Arte e gioielleria

Quando arte e gioielleria si incontrano, non può che nascere un’opera d’arte. Sembra incarnare proprio questo spirito la collezione di “In Lebole”, secondo brand del più famoso “Lebole Gioielli”. 

La collaborazione tra METS, associazione culturale che si occupa di promuovere i pittori e gli scultori del XIX e XX secolo, e In Lebole, ha preso il via grazie a “Ottocento in collezione, dai Macchiaioli a Segantini”, mostra fortunata tenutasi a Novara dal 20 ottobre 2018 al 24 febbraio 2019. L’azienda ha, infatti, arricchito la già esistente collezione “The Circle” con orecchini e collane a tema, prendendo spunto dalle opere esposte. 

Come si può leggere dal sito lebolegioielli.it, “gli orecchini della collezione The Circle sono realizzati con capsule piatte stampate su banda stagnata, montati in ottone galvanizzato oro e pietre naturali”: oggetti preziosi, ma comunque accessibili a tutte le tasche, soprattutto grazie allo shop online, dal quale si può usufruire degli sconti. 

Forti dell’esperienza positiva, la realtà di Lebole e quella di METS hanno collaborato nuovamente, questa volta in occasione dell’esposizione “Divisionismo - la rivoluzione della luce”, che occuperà il Castello Visconteo Sforzesco a Novara fino al prossimo 5 aprile.

Gli artisti e le opere scelte per quest’iniziativa sono molteplici, regalando così ampio respiro alla proposta offerta dalla collezione; parliamo di: Pelizza da Volpedo (“Paesaggio”), Segantini (“Paesaggio Innevato”, Previati (“Maternità”), Fornara (“Donne”), Longoni (“Bambina con gatto”, “Bambina” e “Donna alla finestra”), Sottocornola (“Bambina con libro”), Zandomeneghi (“Fanciulla” e “Donna”), Toma (“Bambini” e “Donna alla porta”), Boldini (“Donna in giardino”), Ranzoni (“Ritratto di cane”), Bianchi (“Milano”) e De Nittis (“Campo di papaveri” e “Scena all’aperto”) e molti altri.

Articoli correlati (da tag)

Ultimi da Francesca Bortoluzzi

© RIPRODUZIONE RISERVATA