Politica

GRUPPO WAGNER

Il gruppo Wagner è composto da una squadra di 400 mercenari al servizio di Vladimir Putin, sebbene il Cremlino lo abbia ripetutamente negato, volata in Ucraina, con l’ordine di uccidere Volodymyr Zelensky, direttamente dall’Africa dove ha svolto black operation che il Cremlino vuole vengano eseguite evitando qualsiasi responsabilità diretta. Secondo fonti militari questa forza è già stata pesantemente coinvolta nella fornitura di armi, personale esperto in operazioni speciali e addestramento militare alle milizie filo-russe nell’Ucraina orientale. Il cosiddetto esercito a “noleggio”, presumibilmente gestito dall’oligarca Yevgeny Prigozhin uno stretto alleato del presidente russo che è spesso soprannominato “lo chef di Putin” è stato trasportato in aereo cinque settimane fa e pare gli è stata offerta un’enorme somma per la missione affidatagli, sono molto temuti oltre che per la loro spietatezza anche perché dotati di alta tecnologia che permette loro di “cacciare” le loro “prede” attraverso tracciamenti dei cellulari. Si dice che agenti altamente qualificati in grado di travestirsi con mimetiche ucraine stiano aspettando il via libera dal Cremlino, i loro obiettivi includono oltre a Zelensky anche il primo ministro ucraino Denys Smhial, l’intero gabinetto, il sindaco di Kiev, Vitali Klitschko e suo fratello Wladimir, entrambi campioni di boxe diventate iconiche figure della resistenza.
Il Ministero della Difesa ucraino afferma che la Russia ha perso 5.300 soldati, 29 aerei, 29 elicotteri e 151 carri armati mentre Il Ministero della Difesa russo ha riconosciuto per la prima volta di aver subito perdite, ma si è rifiutato di dire quante. L’economia russa è entrata in caduta libera quando sono entrate in vigore le sanzioni occidentali messe in atto durante il fine settimana, con il rublo che è scivolato al livello più basso di sempre. Zelensky il presidente dell’Ucraina ha anche annunciato la creazione di una “brigata internazionale” per i volontari stranieri che desiderano arruolarsi nell’esercito. Per gli osservatori occidentali i legami del Cremlino, con il gruppo Wagner oltre che con il tenente colonnello Dmitry Utkin, il sospetto fondatore del gruppo sono indubbi.

Mario Neri

Laureato in giurisprudenza ed in scienze giuridiche. Master di II livello in scienze criminologiche. Esperto di diritto internazionale e di programmi relativi al mantenimento della pace nelle aree di crisi. Ufficiale in congedo dell’Esercito “ Folgore “. Analista nelle politiche di intelligence.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Check Also
Close
Back to top button