Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.

Menu
RSS
Game of Thrones: il finale di cui avevamo bisogno? *spoiler*

Game of Thrones: il finale di cui a…

Lo abbiamo immaginato, sp...

LETTERA APERTA AL COMMISSARIO STRAORDINARIO DEL GOVERNO PER LA RICOSTRUZIONE SISMA 2016

LETTERA APERTA AL COMMISSARIO STRAO…

Abbiamo deciso di pubblic...

I bandi de La Biennale di Venezia che i dj e i producers non devono farsi scappare

I bandi de La Biennale di Venezia c…

La Biennale di Venezia no...

Ventiquattro anni dalla morte di Mia Martini

Ventiquattro anni dalla morte di Mi…

Ogni morte è a sé, ma que...

QUANTO SEI BELLA FIRENZE (IN UN GIORNO E MEZZO)

QUANTO SEI BELLA FIRENZE (IN UN GIO…

Non esiste città come Fir...

L’apoteosi del genio italiano: 500 anni dalla morte di Leonardo

L’apoteosi del genio italiano: 500 …

Roma, 27 apr – «Nacque un...

Dalle Marche la Lettera al presidente Tajani

Dalle Marche la Lettera al presiden…

Riceviamo e pubblichiamo ...

Mattarella: «Festeggiare il 25 aprile significa celebrare il ritorno dell'Italia alla libertà e alla democrazia»

Mattarella: «Festeggiare il 25 apri…

Il Presidente della Repub...

Se Vittorio Sgarbi diventa Presidente del MART

Se Vittorio Sgarbi diventa Presiden…

O lo si ama, o lo si odia...

DAJE MATTE’

DAJE MATTE’

Lettera aperta all’On. Sa...

Prev Next
A+ A A-

IL GUARDIANO DEL MARE

Istria (Croazia) Istria (Croazia)

Esiste un luogo magico dove l’orizzonte anche se lontano ed irraggiungibile sembra così vicino da riuscire a toccarlo, dove poter ammirare l’immenso del mare, dove le stelle cadenti sembrano passarti vicino prima che la scia del desiderio si perda nelle onde.

E’ il faro, da sempre un luogo pieno di magia, immerso nella natura ed in contesti di rara bellezza, sornione ed impassibile, se ne sta solitario, come sospeso tra cielo e terra. La sua presenza è discreta, ma allo stesso tempo, la sua imponente mole e le sue braccia di luce, infondono sicurezza a tutti, marinai e non.

Il suo grande fascino è dovuto anche al posto dove è situato. Lo trovi su una piccola isola persa in mezzo al nulla, in cima ad una scogliera solitaria che sprofonda in mare per parecchi metri, in mezzo ad un porto fagocitato da una città che avanza, su una pianura erbosa in riva al mare o sopra un’antica fortezza costruita per difendere la città dai nemici.

La vita dentro il faro è tra mare e terra, praticamente fuori dal mondo. Una scala a chiocciola porta in cima alla lanterna…..la lanterna ha un movimento lento, dolce, che quasi stupisce per la sua semplicità. L’intensità della luce si percepisce solo da lontano, chi sta vicino a pochi passi, avverte semplicemente un delicato chiarore, cogliendo l’intermittenza senza che l’occhio risulti ferito.

Nell’epoca della tecnologia, malgrado qualcuno pensi che ormai sia arrivata la sua fine, il faro rappresenta ancora, per i naviganti, un modo per esorcizzare le insidie del mare.

A dispetto del progresso, continua ad essere il signore della notte, incurante del tempo.

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna in alto