Politica

Spy story

Le giustificazioni della moglie del militare arrestato per spionaggio oltre a non essere congrue trasferiscono la vicenda alla cronaca quotidiana di chi per risolvere i propri problemi economici è disposto a tutto.
5000 € non cambiano la vita ed allora tutto si sposta su altre dinamiche.

Sicuramente il marinaio è stato individuato dai russi come un soggetto psicologicamente permeabile, narcisista ed attratto dall’ avere un alto tenore di vita.
In genere i russi fanno molti tentativi per trovare le debolezze dei soggetti da corrompere ed è plausibile che gli siano state promesse ben altre somme di denaro per successivi incarichi e questi erano solo i primi approcci che servono a testare lo scenario in cui ci si muove.
Nel caso di specie ora i russi sanno:
1) che i nostri servizi fanno monitoraggio sulla contiguità dei militari che operano in ambienti classificati;
2 ) conoscono dalle schermate i sistemi di controllo dei pc e le ulteriori info che le schermate indicavano;
3) conoscono quale corpo di polizia si fa intervenire in questo caso “ Ros dei CC “, quindi i russi faranno monitoraggio sui ros;
4) ora sanno che anche tra le fila russe sono trapelate info sull’accaduto e sono state vendute all’intelligence italiana;
5) conoscono ora le reazioni del nuovo governo a livello di rapporti bilaterali Italia Russia;
6) conoscono le reazioni dei politici italiani e si muoveranno in politica estera secondo le dinamiche più utili;
7) conoscono la reazione di UE e Usa sull’accaduto e tarano i futuri rapporti politici su queste situazioni.
Ci sono poi altri risvolti tecnici più importanti tipo:
Negli incontri avuti con il marinaio italiano, i russi potrebbero avere apposto, a sua insaputa sui suoi indumenti, apparecchiature video e audio che se pur hanno trasmesso per poco tempo possono aver dato info interessanti.
Per interessanti si intende info non strettamente riservate ma utili a dare possibilità di penetrazione.
Potrebbe, invece, tutto essere stato ingigantito ad arte per veicolare un preciso messaggio e destabilizzare i rapporti politici commerciali con la Russia, la pandemia, lo Sputnik V e la guerra mondiale dei vaccini fanno il resto.
Nulla è come sembra
Sergio Giangregorio

Sergio Giangregorio

Direttore Responsabile magazine online Convincere. Laureato in scienze politiche e relazioni internazionali. Perfezionato presso L’Università degli Studi Roma 3 in “Modelli Speculativi e ricerche educative nell’interazione multimediale di primo e secondo livello“ Docente universitario a contratto in materie investigative con specifico expertise sulla sicurezza in aree urbane, sulle tecniche di intelligence e di peacekeeping. Esperto di comunicazione in situazioni estreme. Giornalista investigativo ed analista di intelligence, come Ghost writer ha elaborato numerosi studi strategici coprendo tutti i teatri di guerra dai balcani, al vicino oriente seguendo i conflitti in Afganistan, Iraq e nel nord-Africa. Presidente del Centro Europeo Orientamento e Studi – Ente morale di diritto privato per la difesa dei diritti civili. Direttore Scientifico dell'Istituto di Ricerca sui rischi geopolitici Triage Duepuntozero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button