Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.

Menu
RSS
STRATEGIA, Turchia. Le alleanze e la politica estera aggressiva di Ankara

STRATEGIA, Turchia. Le alleanze e l…

Sempre più spesso gli S...

Ricostruiamo Beirut

Ricostruiamo Beirut

Concerto per Beirut per l...

La Turchia di Erdogan al limite dell’implosione

La Turchia di Erdogan al limite del…

Da mesi la Turchia sta vi...

Pescara del Tronto a quattro anni dal sisma

Pescara del Tronto a quattro anni d…

Sono da poco passate le 2...

Pescara del Tronto 24/08/2016 - 24 agosto 2020

Pescara del Tronto 24/08/2016 - 24 …

Vogliamo ricordare i nost...

Venezia vista da Belluno: esposte a Palazzo Fulcis le opere dei maggiori incisori bellunesi del Settecento

Venezia vista da Belluno: esposte a…

È stata inaugurata, a Pal...

Gli angeli non tremano

Gli angeli non tremano

Non dimenticheremo mai i ...

Buon compleanno Tommaso

Buon compleanno Tommaso

Tommaso ama ogni angolo d...

Individuare un vantaggio strategico nello spostamento delle dinamiche globali

Individuare un vantaggio strategico…

La politica globale sta c...

Iatrocrazia - La dittatura del Corona Virus

Iatrocrazia - La dittatura del Coro…

Il termine, in realtà, no...

Prev Next
A+ A A-

Emirates diventa la prima compagnia aerea a condurre test rapidi Covid-19

Nel mondo gravemente provato dalla pandemia del Covid 19 si respira voglia di ripartire, e per questo motivo Emirates è diventata la prima compagnia aerea a testare rapidamente i passeggeri per il virus prima di consentire ai viaggiatori di salire a bordo.

Gli esami del sangue vengono condotti all’aeroporto internazionale di Dubai prima che i passeggeri salgano a bordo dell’aereo. I risultati dei test sono disponibili entro 10 minuti, consentendo a Emirates di non far salire a bordo i passeggeri risultati positivi prima dell’imbarco.

Leggi tutto...

In Turchia il Coronavirus fa paura: dichiarato stato di coprifuoco per 48 ore

In Turchia per due giorni nessuno potrà uscire di casa per nessun motivo. Il governo turco ha dichiarato lo stato di coprifuoco da mezzanotte e per 48 ore per 31 province e 30 città in cui si sono registrati numerosi casi di Covid 19. Poco dopo l’annuncio del ministro degli interni, a Istanbul si è scatenato il panico e la gente è scesa in strada per correre a comprare cibo e beni di prima necessità.

Leggi tutto...

La Macedonia entra nella NATO e nell’Unione Europea

Nello scarso o quasi nullo interesse dei media dovuto alla rilevanza assoluta del Covid19 e le sue tragiche conseguenze, la scorsa settimana la Macedonia del Nord è diventata ufficialmente il trentesimo membro della NATO dopo aver depositato il suo "strumento di adesione" presso il Dipartimento di Stato degli Stati Uniti. Il Senato degli Stati Uniti aveva ratificato il protocollo di adesione il 22 ottobre 2019. La stragrande maggioranza delle Nazioni che fanno parte dell’Alleanza ha sostenuto per molti anni l'importanza dell'adesione della Macedonia alla NATO e oggi la sua adesione è “molto gradita”. La presenza del piccolo stato dell’ex Jugoslavia con una popolazione pari alla metà di quella di Roma (la maggioranza di fede ortodossa con la significativa presenza di un terzo di mussulmani per lo più di etnia albanese e solo l’1% di cattolici), rafforza l'Alleanza, la stabilità regionale nei Balcani occidentali e invia un forte messaggio agli attori internazionali - come la Russia - che non hanno diritto di veto sulle decisioni degli stati membri della NATO ma hanno sempre cercato di contrastare questo “allargamento” dell’Alleanza. 

Leggi tutto...

Covid19: gli aiuti emiratini all’Italia

Gli Emirati Arabi Uniti, seguendo la linea di impegno ideata da parte del governo, che prevede l’aiuto ai paesi che sono maggiormente colpiti dal Covid 19 hanno inviato in Italia, è arrivato questa mattina nel principale aeroporto della capitale, un aereo con a bordo circa 10 tonnellate di forniture mediche. Il carico include 500.000 paia di guanti, 60.000 coperte, camici e copri-scarpe per il personale medico, 20.000 mascherine e 6.000 disinfettanti.

Leggi tutto...

Raffaello e la natura: quel rapporto che dura da 500 anni

  • Pubblicato in Cultura

Raffaello moriva 500 anni fa e, per ricordarlo, non vi è frase più esemplificativa dell’epitaffio scritto da Pietro Bembo, oggi incisa sulla tomba dell’artista, tumulato nel Pantheon a Roma.

L’umanista veneziano, amico intimo di Raffaello, scriveva: Ille hic est Raphael timuit quo sospite vinci, rerum magna parens et moriente mori, ovvero: qui giace Raffaello da lui, quando visse, la natura temette d’essere vinta, ora che egli è morto, teme di morire.

Leggi tutto...

Perché fare affari non sarà più lo stesso dopo Covid-19

Per i manager, questa congiuntura costituisce un caso di studio importante su come adattare un'azienda e la forza lavoro in futuro.

La crisi di Covid-19 è la più grande sfida dall’influenza spagnola del 1918 che la gente di tutto il mondo sta affrontando. Non ci siamo mai sentiti così responsabili per azioni semplici come lasciare le nostre case o stringere la mano a qualcuno come facciamo ora. Siamo stati sottoposti a un test decisivo che avrà riverberi per gli anni a venire. Le azioni che intraprendiamo oggi, daranno forma alle imprese e alla vita delle persone in futuro. La nostra vita e di conseguenza il nostro modo di lavorare stanno cambiando.

Leggi tutto...

Di chi è il piede che spunta nelle dirette di Giuseppe Conte?

  • Pubblicato in Cultura

In questi giorni, più che mai, stiamo assistendo alle conferenze stampa provenienti da Palazzo Chigi. L’inquadratura che ci viene proposta, chiaramente, è volta a concentrare l’attenzione sulle parole del Premier. Eppure, anche lo sfondo è importante e il piede che sbuca durante le dirette di Giuseppe Conte è diventato protagonista. 

Molti, attratti dalla palette cromatica e dalla linea raffinatissima, si sono chiesti di chi fosse l’opera in questione, ed ecco risolto l’arcano: è una bellissima copia seicentesca dell’“Incontro di Leone Magno con Attila” di Raffaello, il cui originale, databile al 1513-1514, si trova nella Stanza di Eliodoro, una delle stanze vaticane. L’autore dell’opera di Palazzo Chigi è anonimo, ed è anche difficile ipotizzare di chi sia la mano, dato che la ripresa è del tutto fedele e priva di variazioni, se non una leggera differenza cromatica dato che la copia sembra avere colori più forti.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS