Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.

Menu
RSS
STRATEGIA, Turchia. Le alleanze e la politica estera aggressiva di Ankara

STRATEGIA, Turchia. Le alleanze e l…

Sempre più spesso gli S...

Ricostruiamo Beirut

Ricostruiamo Beirut

Concerto per Beirut per l...

La Turchia di Erdogan al limite dell’implosione

La Turchia di Erdogan al limite del…

Da mesi la Turchia sta vi...

Pescara del Tronto a quattro anni dal sisma

Pescara del Tronto a quattro anni d…

Sono da poco passate le 2...

Pescara del Tronto 24/08/2016 - 24 agosto 2020

Pescara del Tronto 24/08/2016 - 24 …

Vogliamo ricordare i nost...

Venezia vista da Belluno: esposte a Palazzo Fulcis le opere dei maggiori incisori bellunesi del Settecento

Venezia vista da Belluno: esposte a…

È stata inaugurata, a Pal...

Gli angeli non tremano

Gli angeli non tremano

Non dimenticheremo mai i ...

Buon compleanno Tommaso

Buon compleanno Tommaso

Tommaso ama ogni angolo d...

Individuare un vantaggio strategico nello spostamento delle dinamiche globali

Individuare un vantaggio strategico…

La politica globale sta c...

Iatrocrazia - La dittatura del Corona Virus

Iatrocrazia - La dittatura del Coro…

Il termine, in realtà, no...

Prev Next
A+ A A-

Perché è così importante che la “Pala dei Decemviri” di Perugino torni a Perugia?

  • Pubblicato in Cultura

Dopo la “Madonna col Bambino” del Pinturicchio, un’altra opera è pronta a “tornare a casa”, questa volta, purtroppo, solo temporaneamente. Direttamente dai Musei Vaticani e fino al 26 gennaio 2020, la celeberrima “Pala dei Decemviri” del Perugino sarà da oggi, 10 ottobre 2019, collocata presso la Galleria Nazionale dell’Umbria e ospitata, più precisamente, dalla Cappella dei Priori, dove già si possono ammirare le stupende opere di Bonfigli, raffiguranti la città di Perugia.

Leggi tutto...

Giorgio Bassani e il suo impegno per l’Italia

  • Pubblicato in Cultura

Riflessioni e argomentazioni inerenti il patrimonio artistico italiano, in rapporto al volume “Italia da salvare”

Nella giornata di sabato 21 settembre 2019 a Belluno si è tenuta la conferenza riguardante la figura di Giorgio Bassani, dal titolo “Giorgio Bassani – Italia da salvare. Gli anni di presidenza di Italia Nostra (1965-1980)”. Iniziativa promossa dalla fondazione Giorgio Bassani e curata da Paola Bassani, figlia del celebre scrittore deceduto nel 2000, l’incontro è stato motivo di riflessione profonda su ciò che è il patrimonio culturale e su quale siano le modalità migliori per prendersene cura. Riflesso del volume “Italia da salvare”, edito nel 2005 da Einaudi, la conferenza è stata incentrata sul ruolo dello stato nei confronti del patrimonio culturale, con un focus particolare su quella che è la tutela. Lo scopo è quello di scuotere lo stato, nella speranza che l’interesse per la cultura si risvegli e si faccia viva. Inizialmente, è stata introdotta la figura di questo grande intellettuale tramite la visione di un’intervista registrata per il programma Rai “In difesa di”, che ha preso luogo presso la Certosa di Padula (Salerno), prima certosa ad esser sorta in Campania; l’anno di fondazione infatti risale al 1306. Durante il video, il celebre attivista ha analizzato e constatato i punti critici della Certosa, frutti dell’abbandono. Punto centrale della trattazione di Bassani è stato il restauro di questa, cercandone le motivazioni e approfondendone le modalità, non cercando colpevoli, ma soluzioni concrete. L’intellettuale quindi propone di rendere la Certosa un sito archeologico, togliendolo quindi dallo status di ciò che potrebbe essere equiparabile ad un magazzino e aggiunge, inoltre, che solo in questa situazione il sito potrebbe raggiungere il valore che gli spetterebbe.

Leggi tutto...

"L'ULTIMA ESTATE"

  • Pubblicato in Libri

Scrivere un libro è iniziare un viaggio, è navigare all’interno di se stessi, dentro la propria storia per aprire una finestra di emozioni sul mondo.

Leggi tutto...

Verso Expo 2020 – Instagrammabilità: un fattore cruciale per le vacanze dei millennial

Dubai è stata tra le cinque destinazioni e le esperienze di vacanza “Instagrammable” più popolari al mondo dell’estate del 2019, secondo il mercato dei viaggi online Wego. Londra ha vinto a mani basse con un enorme margine, con oltre 118 milioni di hashtag, battendo Parigi con un margine di 17 milioni. L’hashtag di Parigi è stato pubblicato su Instagram 101 milioni di volte, seguito da Nizza a 87 milioni, New York a 83 milioni e Dubai al quinto posto con oltre 79 milioni di hashtag. L’istagrammabilità è un fattore cruciale per i millennial che scelgono dove andare in vacanza, con oltre il 41% dei viaggiatori di età inferiore ai 33 anni che privilegia “Insta-picture-worthiness” quando scelgono le proprie vacanze.

Leggi tutto...

GLI EMIRATI ARABI UNITI: HUB CULTURALE DEL GOLFO

  • Pubblicato in Cultura

Fervono i preparativi per l’inaugurazione di Expo 2020 a Dubai, la prima volta dell’Esposizione Universale in un paese arabo. Per l’occasione gli Emirati Arabi Uniti rafforzano la propria presenza anche sul piano culturale, incrementando le attività e proponendosi sulla scena internazionale come il centro culturale per eccellenza nel Golfo. Prova ne è la costruzione del Louvre Abu Dhabi, inaugurato nel 2017 e frutto di un accordo siglato nel 2007 tra il governo emiratino e quello francese.

Leggi tutto...

“Un Amore” di Dino Buzzati

  • Pubblicato in Libri

Ideato nel 1959, ma pubblicato solamente quattro anni più tardi da Mondadori, “Un Amore” di Dino Buzzati è stato un romanzo “di rottura”, scandaloso per l’epoca. La trama, infatti, vede Antonio Dorigo, architetto milanese benestante alla soglia dei cinquant’anni, innamorarsi di una giovane ballerina della Scala, ma anche prostituta: Laide. 

Leggi tutto...

Compie 180 anni la prima linea ferroviaria italiana, a cui Google dedica il suo Doodle

  • Pubblicato in Cultura

Google oggi, 3 ottobre, fa un salto indietro nel tempo, riportandoci a 180 anni fa, quando venne inaugurata la Napoli – Portici

3 ottobre 1839, Regno delle Due Sicilie. L’Italia non era ancora unita, e a inaugurare con una solenne cerimonia la prima linea ferroviaria italiana a doppio binario che conduceva da Portici a Napoli c’era Re Ferdinando II di Borbone. Si trattava di “soli” 7,2 chilometri di linea, percorsi in circa 15 minuti, ma il momento fu storico. 

Leggi tutto...

“Un buon posto dove stare” di Francesca Manfredi

  • Pubblicato in Libri

Libro d’esordio di Francesca Manfredi, classe 1988, “Un buon posto dove stare” è vincitore del “Premio Campiello Opera Prima 2017”. 

L’autrice di Reggio Emilia non ci propone un romanzo “tradizionale”, ma una serie di racconti, che riescono a delineare la storia di tutti noi. Le undici storie, infatti, vedono come protagonisti single, coppie, famiglie, figli e genitori, anziani, giovani e bambini, ognuno alle prese con una nuova consapevolezza, che trapela dalle righe da cui è composta la narrazione.  Nella ricerca di questa virtù, è la casa a diventare protagonista.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS