Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.

Menu
RSS
L’INTERVISTA. Padre Rifat Bader (direttore Catholic Center Giordania): “Religioni e Stati insieme per la fratellanza umana”

L’INTERVISTA. Padre Rifat Bader (di…

“Bisogna lavorare insieme...

Dialogo tra Islam e Cristianesimo, incontro a Cagliari

Dialogo tra Islam e Cristianesimo, …

Si è svolto giovedì 28 no...

Incontri trilaterali, Cipro, Grecia, Emirati Arabi Uniti

Incontri trilaterali, Cipro, Grecia…

Si è tenuto lo scorso 16 ...

Le imprenditrici degli Emirati Arabi Uniti approdano nel Regno Unito

Le imprenditrici degli Emirati Arab…

Diciassette imprenditrici...

Onu, emancipazione femminile e Emirati Arabi Uniti

Onu, emancipazione femminile e Emir…

Anita Bhatia, vicediretto...

Verso Expo 2020- l’Unesco punta su Dubai per promuovere la tolleranza

Verso Expo 2020- l’Unesco punta su …

Gli Emirati Arabi Uniti e...

Dare forma alla politica estera nell'era della post ideologia

Dare forma alla politica estera nel…

La scorsa settimana ha se...

La protezione della famiglia al centro delle politiche degli Emirati Arabi Uniti

La protezione della famiglia al cen…

Il governo degli Emirati ...

Sabeel 2020, il valore dell’acqua a Expo Dubai

Sabeel 2020, il valore dell’acqua a…

Dal 20 ottobre 2020 al 10...

Donne e diritti, in Sardegna e negli Emirati Arabi Uniti

Donne e diritti, in Sardegna e negl…

La conferenza La partecip...

Prev Next
A+ A A-

Missione nello spazio: Hazza Al Mansoori torna sulla terra

Missione nello spazio: Hazza Al Mansoori torna sulla terra

È tornato sulla terra giovedì scorso, coperto dalla bandiera degli Emirati Arabi Uniti, Hazza Al Mansoori, primo astronauta emiratino ad aver effettuato una missione spaziale. Membro aggiunto di una missione russa, ha effettuato 16 esperimenti scientifici in collaborazione con agenzie spaziali internazionali tra cui l’agenzia spaziale europea, l’agenzia di esplorazione spaziale giapponese e quella russa.

Il programma degli Emirati Arabi, primo nella regione dei paesi del Golfo, oltre a contribuire allo sviluppo della ricerca portata avanti dalla comunità scientifica internazionale, ha anche lo scopo di preparare cittadini emiratini a svolgere voli, missioni ed esperimenti scientifici spaziali.

Durante il suo soggiorno in orbita, Hazza Al Mansoori ha comunicato spesso con la terra, in particolare con alcuni gruppi di studenti emirati e giapponesi che seguivano in video conferenza il lavoro dell’astronauta. Tra i numerosi esperimenti alcuni hanno riguardato la risposta che il corpo umano fornisce in mancanza di gravità, nello specifico in relazione all’apparato cardiocircolatorio, alla densità ossea e alla regolazione endocrina. Altri esperimenti hanno riguardato la possibilità di conservazione dell’acqua o l’uso della realtà virtuale nello studio della percezione del tempo.

Altre comunicazioni hanno riguardato invece i media nazionali a cui Mansoori ha reso dichiarazioni inerenti la vita quotidiana all’interno della stazione spaziale internazionale. Un suo pensiero è andato ai governanti degli Emirati che gli hanno dato la possibilità di vivere questa esperienza unica. Tutto ciò in attesa di poter ripetere al più presto il viaggio nello spazio. Ma Hazza Al Mansoori ha fatto una cosa molto umana appena ha messo piede sulla terra: ha parlato con sua madre per dirle che era sano e salvo.

Fonte: https://www.groi.eu/qQ8Sf

Torna in alto