Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.

Menu
RSS
Ricostruiamo Beirut

Ricostruiamo Beirut

Concerto per Beirut per l...

La Turchia di Erdogan al limite dell’implosione

La Turchia di Erdogan al limite del…

Da mesi la Turchia sta vi...

Pescara del Tronto a quattro anni dal sisma

Pescara del Tronto a quattro anni d…

Sono da poco passate le 2...

Pescara del Tronto 24/08/2016 - 24 agosto 2020

Pescara del Tronto 24/08/2016 - 24 …

Vogliamo ricordare i nost...

Venezia vista da Belluno: esposte a Palazzo Fulcis le opere dei maggiori incisori bellunesi del Settecento

Venezia vista da Belluno: esposte a…

È stata inaugurata, a Pal...

Gli angeli non tremano

Gli angeli non tremano

Non dimenticheremo mai i ...

Buon compleanno Tommaso

Buon compleanno Tommaso

Tommaso ama ogni angolo d...

Individuare un vantaggio strategico nello spostamento delle dinamiche globali

Individuare un vantaggio strategico…

La politica globale sta c...

Iatrocrazia - La dittatura del Corona Virus

Iatrocrazia - La dittatura del Coro…

Il termine, in realtà, no...

Perché Chiara Ferragni è (sempre) una buona idea

Perché Chiara Ferragni è (sempre) u…

Quando ci sono di mezzo g...

Prev Next
A+ A A-

Rilevare il DNA da un touchscreen: verità o fantascienza?

DNARisale a pochi giorni fa la notizia rimbalzata in rete di una famigerata APP che sarebbe in grado di rilevare il DNA sopra allo schermo di un dispositivo touchscreen.

Sarà verità o fantascienza? Questa la domanda che si sono posti molti utenti della rete. Data Manager Online, il portale dell'ICT professionale annuncia che Martedì 3 aprile 2012 - primi in Europa - metteranno scaricabile online la tanto attesa applicazione sviluppata dall'università cinese di Shangai. Questa importante novità è arrivata da "un team di ricercatori coordinati dal professor Yù Si yuè che, partendo da una ricerca che dimostrava che in un tochscreen ci sono 18 volte più batteri di quelli che ci sono su una maniglia di una porta di un bagno pubblico - ovvero numericamente 25.127 germi per pollice quadrato! – ha cercato di trovare una soluzione al problema e, come spesso accade, cercando una cosa ne ha trovata un’altra, ovvero la possibilità di utilizzare un particolare polimero, il polifenilenossido ichthýs, sensibile ai residui organici rilasciati (sudore, piccolissime porzioni di pelle) e in grado, attraverso un catalizzatore reso non pubblico dall’insigne professore, di avere la possibilità immediata di disporre di dati quali DNA o stato fisico istantaneo della persona (pressione, battito cardiaco)". In attesa di poter verificare il reale funzionamento di questa famigerata applicazione, viene automatico iniziare a pensare a quali simili ripercussioni potrà avere nella società, sotto diversi aspetti: da quello sulla privacy - si pensi al progetto Echelon per il controllo del pianeta -, a quello dell'utilità in ambito forense - un operatore sulla scena del crimine dotato di tablet collegato ad una banca dati DNA. A distanza si potrebbe addirittura pensare di sapere chi sta utilizzando quell'apparecchio senza dover impazzire alla ricerca dell'intestatario dell'indirizzo ip che comunque da sola non dimostra la reale presenza fisica di quella persona, cosa che invece consentirebbe la traccia del DNA. Ma tutto ciò è possibile? Forse. Ma fortunatamente ancora no! Datamanager pubblica la smentita: PESCE D'APRILE!!! Ormai è tradizione che in rete in questo periodo vengano rilasciate notizie che attirino l'attenzione dei curiosi e del grande pubblico.

Fonte: Dal touch screen è oggi possibile rilevare il DNA ed effettuare esami psicofisici. In esclusiva europea Data Manager presenterà l'App - 29/03/2012 http://www.datamanager.it/

© Riproduzione Riservata

(immagine riadattata fonte datamanager.it)

Torna in alto