Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.

Menu
RSS
“La felicità del cactus”, di Sarah Haywood

“La felicità del cactus”, di Sarah …

Ferragosto è passato e se...

Buon compleanno Telegram: sei anni di lotta per la libertà

Buon compleanno Telegram: sei anni …

“Buon compleanno Telegram...

La “Madonna col Bambino” del Pinturicchio sarà esposta alla Galleria Nazionale dell’Umbria

La “Madonna col Bambino” del Pintur…

Quando un’opera “torna a ...

Libri da leggere per essere cittadini con più coscienza

Libri da leggere per essere cittadi…

Non nascono per esserlo, ...

L'eco della storia

L'eco della storia

In questi ultimi giorni, ...

Sim Swapping - la minaccia tornata di moda

Sim Swapping - la minaccia tornata …

Per la serie “a volte rit...

UNA NAZIONE SI SUICIDA  QUANDO DEMOLISCE LA PROPRIA ISTITUZIONE SCOLASTICA

UNA NAZIONE SI SUICIDA QUANDO DEMO…

Dalla prima pagina de “Il...

Rinaldo Balzan poeta del colore

Rinaldo Balzan poeta del colore

Leggiadro, ma potente, Ri...

È ora di (ri)iniziare a stampare le fotografie

È ora di (ri)iniziare a stampare le…

Tutti abbiamo, o abbiamo ...

A.C. DIMIDI - L’Associazione che non c’era.....

A.C. DIMIDI - L’Associazione che no…

Nata meno di 6 mesi fa, l...

Prev Next
A+ A A-

La rubrica del mensile dedicata alla raccolta di articoli sulla Politica. Si parla anche di Politica Interna, Relazioni Internazionali, Politica Estera, Politica Internazionale e Politica Comunitaria.

Giordania: la necessità di rivedere politiche e procedure

Stiamo andando nella giusta direzione per un futuro migliore? Questa è la domanda più frequente fatta oggi dalla maggior parte dei giordani. Sfortunatamente, gli indicatori socioeconomici non lasciano molto spazio all'ottimismo. Il debito pubblico e il deficit di bilancio stanno aumentando rapidamente, accompagnati da storie su come vengono spesi i soldi pubblici e chi è responsabile. Mentre stiamo raggiungendo il 100 ° anniversario della fondazione della Giordania nella sua attuale entità politica, la revisione a tutti i livelli sembra essere d'obbligo.

Leggi tutto...

Abbiate il coraggio di restare soli

La lettera del sindaco, letta in piazza a Riace.

È inutile dirvi che avrei voluto essere presente in mezzo a voi non solo per i saluti formali ma per qualcosa di più, per parlare senza necessità e obblighi di dover scrivere, per avvertire quella sensazione di spontaneità, per sentire l’emozione che le parole producono dall’anima, infine per ringraziarvi uno a uno, a tutti, per un abbraccio collettivo forte, con tutto l’affetto di cui gli esseri umani sono capaci.

A voi tutti che siete un popolo in viaggio verso un sogno di umanità, verso un immaginario luogo di giustizia, mettendo da parte ognuno i propri impegni quotidiani e sfidare anche l’inclemenza del tempo. Vi dico grazie.

Leggi tutto...

Ciao Antonio

"Se potessi fermare il tempo lo farei per te amico mio, perché i tuoi momenti più belli regalassero ancora ai tuoi giorni una gioia sempre viva. Se potessi prendere un arcobaleno lo farei proprio per te. E condividerei con te la sua bellezza, nei giorni in cui tu fossi malinconico. Se potessi costruire una montagna, potresti considerarla di tua piena proprietà; un posto dove trovare serenità, un posto dove stare da soli e condividere i sorrisi e le lacrime della vita.

Leggi tutto...

Riceviamo e pubblichiamo: lettera aperta al Ministro per la Pubblica Amministrazione

LETTERA APERTA AL MINISTRO PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, AVV. GIULIA BONGIORNO

La sua riforma della Pubblica Amministrazione sembra solo un concreto esercizio di demagogia.

Nel leggere da “Il Messaggero” di sabato 17 novembre, la Sua intervista e il resoconto del giornalista circa la Sua riforma c’è da essere preoccupati per l’ennesimo Ministro della Pubblica Amministrazione che asseconda pregiudizi, gusti e orientamenti che non hanno la minima attinenza con la realtà lavorativa di chi presta servizio nello Stato.

Leggi tutto...

CEUQ e USB su “Lavoro privato”

Lo scorso 29 ottobre si sono riuniti in Assemblea tutte le lavoratrici ed i lavoratori di Agecontrol, presenti presso la sede di Roma e le sedi periferiche, per discutere in merito alla preoccupante situazione derivante dalla mancata erogazione del finanziamento di Agecontrol da parte del socio unico.

La negazione del contributo previsto nel bilancio dello Stato ed approvato – con il programma di attività – da parte di Agea lo scorso luglio, sembra perseguire l’obiettivo dell’immediato blocco delle attività di controllo da parte di Agecontrol, operazione che di fatto causa la fattispecie dell’interruzione di pubblico servizio per le attività disciplinate dalla legge n. 71/2005, che prevede: “l’AGEA è l’autorità nazionale responsabile delle misure necessarie per assicurare l’osservanza delle nome comunitarie relative ai controlli di conformità o alle norme di commercializzazione nel settore degli ortofrutticoli avvalendosi dell’Agecontrol”.

Leggi tutto...

1 minuto di silenzio noi lo osserviamo così

Siamo stanchi di osservare minuti di silenzio, stanchi di ritrovarci a scrivere e commentare fatti che in un paese normale non dovrebbero avvenire. Abbiamo scelto 1 mese di silenzio. Il nostro mensile prima cartaceo poi evolutosi in digitale non ha scopo di lucro ed ha scelto il silenzio sacrificando assieme ai propri lettori 30 giorni di contenuti. Ci siamo fermati ma siamo ripartiti. Le persone che erano su quel ponte si sono dovute fermare per sempre senza la possibilità di scegliere che è invece la fortuna che abbiamo noi.

Leggi tutto...

Il dolore e la rabbia

EEC Press - Il presidente dell’ associazione dei familiari delle vittime di Pescara del Tronto del sisma del centro Italia del 24 agosto 2016, Patrizia Marano, ha espresso questa mattina la vicinanza ed il cordoglio con le famiglie colpite dall’ immane disgrazia per il crollo del ponte Morandi a Genova.

"Comprendo più di ogni altro il vostro dolore", ha affermato, "conosco , purtroppo, la sofferenza fisica e l’ angoscia che si prova, non posso, ora, che stringervi in un abbraccio d’amore trasmettendovi il nostro affetto".

Leggi tutto...

La morte dello Stato di Diritto

Lo stato di diritto è morto tanto tempo fa. 

Piano piano, in questi mesi, escono tutte le magagne che mostrano come lo stato di diritto sia stato cacciato dall’Italia, insieme alla democrazia, negli ultimi cinquant’anni (o forse più) da governi variamente colorati. Ridicolo vedere quanti ora rinfacciano al Governo, in nome di quello stato di diritto, la sua la marcia indietro sulla revoca delle concessioni autostradali. Ridicolo e buffonesco perché costoro partono dal principio che quelle regole si fondano sullo stato di diritto, che tutela i diritti dei cittadini. 

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS