Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.

Menu
RSS
La Macedonia entra nella NATO e nell’Unione Europea

La Macedonia entra nella NATO e nel…

Nello scarso o quasi null...

Covid19: gli aiuti emiratini all’Italia

Covid19: gli aiuti emiratini all’It…

Gli Emirati Arabi Uniti, ...

Raffaello e la natura: quel rapporto che dura da 500 anni

Raffaello e la natura: quel rapport…

Raffaello moriva 500 anni...

Perché fare affari non sarà più lo stesso dopo Covid-19

Perché fare affari non sarà più lo …

Per i manager, questa con...

Di chi è il piede che spunta nelle dirette di Giuseppe Conte?

Di chi è il piede che spunta nelle …

In questi giorni, più che...

Il mondo siamo noi

Il mondo siamo noi

Nell’oramai lontano 1985,...

L'omelia del Papa in tempo di epidemia

L'omelia del Papa in tempo di epide…

Riportiamo le parole pron...

Riflessione e proposta: la lettera di Pupi Avati alla Rai

Riflessione e proposta: la lettera …

Riflessione e proposta E...

Dantedì: la giornata commemorativa della Divina Commedia

Dantedì: la giornata commemorativa …

Oggi non è solo mercoledì...

Una crisi globale: che dire delle scosse di assestamento?

Una crisi globale: che dire delle s…

L'Europa sta affrontando ...

Prev Next
A+ A A-

FARNESINA: CO.DI.AM COORDINAMENTO AMBASCIATE DEL SINDACATO CEUQ, RIFORMA STATUTO NORMATIVO DEI DIPENDENTI E INCONTRO URGENTE A DI MAIO

GD – Roma, 24 gen. 20 – Il CO.DI.AM-Coordinamento Dipendenti Ambasciate del sindacato CEUQ Funzione pubblica scende sul piede di guerra. Si preannuncia “caldo”, in particolare per i chiarimenti da raggiungere con l’Agenzia delle Entrate, il negoziato tra il Ministero del Lavoro e i sindacati di categoria per il rinnovo della “Disciplina del rapporto di lavoro dei dipendenti delle Ambasciate, Consolati, Legazioni e Organismi internazionali” per il triennio 2020-2023. Diversi e rilevanti i temi sul tappeto. A partire dal fatto che il fisco sta reclamando ai lavoratori del settore diplomatico il pagamento anche retroattivo (fino al 2012) delle imposte sul reddito da lavoro dipendente (Irpef) che, per molte rappresentanze, godrebbero invece di un’esenzione totale. La questione sarà uno ma non l’unico dei principali temi al centro delle trattative per il rinnovo dell’accordo di lavoro, scaduto a fine 2019.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS