Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.

Menu
RSS
Riceviamo e pubblichiamo: lettera aperta al Ministro per la Pubblica Amministrazione

Riceviamo e pubblichiamo: lettera a…

LETTERA APERTA AL MINISTR...

Allerta USA su spionaggio dalla CINA

Allerta USA su spionaggio dalla CIN…

Quante aziende tecnologic...

Black Friday e test del DNA

Black Friday e test del DNA

Eccoci ci siamo è in arri...

Riconoscere un profilo fake

Riconoscere un profilo fake

Quante volte abbiamo sent...

CEUQ e USB su “Lavoro privato”

CEUQ e USB su “Lavoro privato”

Lo scorso 29 ottobre si s...

EUROCAMP

EUROCAMP

"Le opportunità dei nuovi...

Cerimonia in onore di NAMKHAI NORBU - 3 Ottobre (Merigar)

Cerimonia in onore di NAMKHAI NORBU…

Si è svolta mercoledì 3 O...

1 minuto di silenzio noi lo osserviamo così

1 minuto di silenzio noi lo osservi…

Siamo stanchi di osservar...

Il dolore e la rabbia

Il dolore e la rabbia

EEC Press - Il presidente...

La morte dello Stato di Diritto

La morte dello Stato di Diritto

Lo stato di diritto è mor...

Prev Next
A+ A A-

La morte dello Stato di Diritto

Lo stato di diritto è morto tanto tempo fa. 

Piano piano, in questi mesi, escono tutte le magagne che mostrano come lo stato di diritto sia stato cacciato dall’Italia, insieme alla democrazia, negli ultimi cinquant’anni (o forse più) da governi variamente colorati. Ridicolo vedere quanti ora rinfacciano al Governo, in nome di quello stato di diritto, la sua la marcia indietro sulla revoca delle concessioni autostradali. Ridicolo e buffonesco perché costoro partono dal principio che quelle regole si fondano sullo stato di diritto, che tutela i diritti dei cittadini. 

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS