Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.

Menu
RSS
L’INTERVISTA. Padre Rifat Bader (direttore Catholic Center Giordania): “Religioni e Stati insieme per la fratellanza umana”

L’INTERVISTA. Padre Rifat Bader (di…

“Bisogna lavorare insieme...

Dialogo tra Islam e Cristianesimo, incontro a Cagliari

Dialogo tra Islam e Cristianesimo, …

Si è svolto giovedì 28 no...

Incontri trilaterali, Cipro, Grecia, Emirati Arabi Uniti

Incontri trilaterali, Cipro, Grecia…

Si è tenuto lo scorso 16 ...

Le imprenditrici degli Emirati Arabi Uniti approdano nel Regno Unito

Le imprenditrici degli Emirati Arab…

Diciassette imprenditrici...

Onu, emancipazione femminile e Emirati Arabi Uniti

Onu, emancipazione femminile e Emir…

Anita Bhatia, vicediretto...

Verso Expo 2020- l’Unesco punta su Dubai per promuovere la tolleranza

Verso Expo 2020- l’Unesco punta su …

Gli Emirati Arabi Uniti e...

Dare forma alla politica estera nell'era della post ideologia

Dare forma alla politica estera nel…

La scorsa settimana ha se...

La protezione della famiglia al centro delle politiche degli Emirati Arabi Uniti

La protezione della famiglia al cen…

Il governo degli Emirati ...

Sabeel 2020, il valore dell’acqua a Expo Dubai

Sabeel 2020, il valore dell’acqua a…

Dal 20 ottobre 2020 al 10...

Donne e diritti, in Sardegna e negli Emirati Arabi Uniti

Donne e diritti, in Sardegna e negl…

La conferenza La partecip...

Prev Next
A+ A A-

1 minuto di silenzio noi lo osserviamo così

1 minuto di silenzio noi lo osserviamo così

Siamo stanchi di osservare minuti di silenzio, stanchi di ritrovarci a scrivere e commentare fatti che in un paese normale non dovrebbero avvenire. Abbiamo scelto 1 mese di silenzio. Il nostro mensile prima cartaceo poi evolutosi in digitale non ha scopo di lucro ed ha scelto il silenzio sacrificando assieme ai propri lettori 30 giorni di contenuti. Ci siamo fermati ma siamo ripartiti. Le persone che erano su quel ponte si sono dovute fermare per sempre senza la possibilità di scegliere che è invece la fortuna che abbiamo noi.

La scelta è di ripartire, ripartire così come il paese che si è fermato in un certo senso sul Polcevera deve rialzarsi ed iniziare a correre. « In un certo senso » perché l’Italia non si è mai fermata: quando eventi come questo sconvolgono la quotidianità squadre di soccorritori corrono ed operano al meglio senza se e senza ma. Meritiamo un paese all’altezza dei nostri sogni e forse il miglior modo per realizzarlo è fare meglio quello che stavamo facendo. Il vento è cambiato, fischia sempre ma in maniera diversa, o forse fischia e basta perché prima c’era solo la bufera.

Torna in alto