Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.

Menu
RSS
La storia di Dana Alblooshi, la 13enne araba che vuol diventare astronauta

La storia di Dana Alblooshi, la 13e…

Dana Alblooshi, nonostant...

Verso Expo 2020 – Gli Emirati Arabi Uniti e il primato universitario

Verso Expo 2020 – Gli Emirati Arabi…

Poco più di 2,5 milioni d...

Dino Buzzati, l’illustratore della parola

Dino Buzzati, l’illustratore della …

Da poco più di una settim...

Perché è così importante che la “Pala dei Decemviri” di Perugino torni a Perugia?

Perché è così importante che la “Pa…

Dopo la “Madonna col Bamb...

Giorgio Bassani e il suo impegno per l’Italia

Giorgio Bassani e il suo impegno pe…

Riflessioni e argomentazi...

"L'ULTIMA ESTATE"

"L'ULTIMA ESTATE"

Scrivere un libro è inizi...

Verso Expo 2020 – Instagrammabilità: un fattore cruciale per le vacanze dei millennial

Verso Expo 2020 – Instagrammabilità…

Dubai è stata tra le cinq...

GLI EMIRATI ARABI UNITI: HUB CULTURALE DEL GOLFO

GLI EMIRATI ARABI UNITI: HUB CULTUR…

Fervono i preparativi per...

“Un Amore” di Dino Buzzati

“Un Amore” di Dino Buzzati

Ideato nel 1959, ma pubbl...

Compie 180 anni la prima linea ferroviaria italiana, a cui Google dedica il suo Doodle

Compie 180 anni la prima linea ferr…

Google oggi, 3 ottobre, f...

Prev Next
A+ A A-

Il dolore e la rabbia

Il dolore e la rabbia

EEC Press - Il presidente dell’ associazione dei familiari delle vittime di Pescara del Tronto del sisma del centro Italia del 24 agosto 2016, Patrizia Marano, ha espresso questa mattina la vicinanza ed il cordoglio con le famiglie colpite dall’ immane disgrazia per il crollo del ponte Morandi a Genova.

"Comprendo più di ogni altro il vostro dolore", ha affermato, "conosco , purtroppo, la sofferenza fisica e l’ angoscia che si prova, non posso, ora, che stringervi in un abbraccio d’amore trasmettendovi il nostro affetto".

"Oggi è il momento del cordoglio, ma il dolore resterà per sempre in quelle famiglie", ha proseguito Sergio Giangregorio, segretario generale dell’ associazione, "ed oltre il dolore rimane la rabbia per una tragedia che doveva essere evitata. Da domani inizierà il dibattito ingegneristico sul ponte crollato come fu fatto per il terremoto, dove anche le case antisismiche vennero inspiegabilmente polverizzate dal sisma mentre avrebbero dovuto, se pur gravemente lesionate, almeno rimanere in piedi. Nel frattempo i cittadini continueranno a subire, nessuno si ribellerà se non chi ha perso le persone care e non arriveranno mai cambiamenti sostanziali. È la natura della politica di questo paese dove i nostri rappresentanti non hanno mai avuto il senso collettivo della Cosa pubblica. Il disastro di Genova non è avvenuto per un destino crudele! L’ Italia sta perdendo lo status di nazione per tornare ad essere soltanto una dimensione geografica".

Torna in alto