Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.

Menu
RSS
Cerimonia in onore di NAMKHAI NORBU - 3 Ottobre (Merigar)

Cerimonia in onore di NAMKHAI NORBU…

Si è svolta mercoledì 3 O...

1 minuto di silenzio noi lo osserviamo così

1 minuto di silenzio noi lo osservi…

Siamo stanchi di osservar...

Il dolore e la rabbia

Il dolore e la rabbia

EEC Press - Il presidente...

La morte dello Stato di Diritto

La morte dello Stato di Diritto

Lo stato di diritto è mor...

La prima "spedizione solare" in Artico

La prima "spedizione solare…

MobileReporter fa la sua ...

Il crollo dello Stato a Genova

Il crollo dello Stato a Genova

Ieri a Genova è crollato ...

IL CEOS APRE A CASTELVECCHIO SUBEQUO LA SEDE DELLA REGIONE ABRUZZO

IL CEOS APRE A CASTELVECCHIO SUBEQU…

La vita sociale nel nostr...

(EEC PRESS) RIORGANIZZAZIONE AGEA – ROMA, 27 LUGLIO 2018

(EEC PRESS) RIORGANIZZAZIONE AGEA –…

Il Presidente della Confe...

"Cara collega" - la lettera di Sergio Marchionne

"Cara collega" - la lette…

Cara Collega, Esiste un ...

ADELPHOE (I FRATELLI)

ADELPHOE (I FRATELLI)

Publio Terenzio Afro, aut...

Prev Next
A+ A A-

Sicurezza integrata e spending review

Sicurezza integrata e spending review

Nella spendida cornice dell’Hotel Quirinale si è svolto questa mattina a Roma il convegno  “ Sicurezza integrata : ricetta possibile in tempo di spending review “ promosso dalla Consap – Confederazione Sindacale Autonoma di Polizia.

Il tema dell’incontro nasce dall’esigenza di costruire nuovi modelli di sicurezza idonei a fronteggiare il rischio criminalità in una società sempre più liquida ed in movimento tenendo in considerazione i costi che la sicurezza ha  e la diminuzione delle risorse che in questo settore si è avuta, brillante e concreta moderatrice del convegno è stata la nota giornalista Ilaria Garaffoni.

Il Segretario Generale Consap ,Giorgio Innocenzi ha introdotto il dibattito declinando tutte le possibili sinergie utilizzabili tra Forze dell’Ordine e Operatori della sicurezza privata, si è poi soffermato sulla vertenza relativa al blocco degli aumenti stipendiali per la Polizia, rassicurando la platea sulla fedeltà che i poliziotti hanno verso gli organi dello Stato.

Nel secondo intervento  l’On.le Emanuele Fiano  ha confermato la disponibilità per un percorso condiviso.

E’ stata ,poi, la volta di Agatino Napoleone Presidente della Federpol ( organismo che rappresenta le molte realtà della Polizia privata nel nostro paese) anche lui ha descritto il lavoro svolto in questi anni dalle società di sicurezza nella difesa dei beni e delle attività patrimoniali auspicando la possibilità nei prossimi anni che gli operatori privati della sicurezza possano essere impiegati in una forma ancora più attiva. 

Particolarmente gradito l’indirizzo di saluto del Vice Capo della Polizia Vicario Prefetto Alessandro Marangoni che con la sua presenza ha inteso testimoniare il forte interesse che l’Amministrazione dell’Interno pone sugli argomenti oggetto dell’incontro.

Anche il Vice ministro  On.le Filippo Bubbico ha portato il saluto dell’Autorità politica segnalando quanto in questo campo sia necessario che ognuno faccia la propria parte senza personalismi.

IL Senatore Maurizio Gasparri dopo aver criticato il governo per il mancato adeguamento degli stipendi al Comparto Sicurezza si è ,invece, soffermato nel descrivere quanto la sicurezza integrata tra pubblico e privato abbia avuto successo  nei porti, negli aeroporti, negli Stadi ,su questi ultimi si è decisamente orientato sul far pagare i costi della sicurezza alle società calcistiche anche attraverso i diritti televisivi.

La seconda parte del panel ha visto come protagonista il Vice Prefetto Castrese De Rosa, Direttore dell’Ufficio per gli Affari della Polizia Amministrativa e Sociale del Ministero dell’Interno che ha sottolineato con forza la necessità di una profonda revisione del testo unico di Pubblica Sicurezza ormai inadeguato ed anacronistico rispetto alle reali necessità del paese nel campo delle autorizzazioni di Polizia  . De Rosa ha ,inoltre, rivolto un sincero invito a tutte le parti sociali a collaborare nel riscrivere e ridefinire le regole disegnando insieme i nuovi confini normativi.

La sicurezza non è un prodotto ma una condizione necessaria in una democrazia compiuta. 

 © Riproduzione Riservata

Torna in alto