Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.

Menu
RSS
Perché è così importante che la “Pala dei Decemviri” di Perugino torni a Perugia?

Perché è così importante che la “Pa…

Dopo la “Madonna col Bamb...

Giorgio Bassani e il suo impegno per l’Italia

Giorgio Bassani e il suo impegno pe…

Riflessioni e argomentazi...

"L'ULTIMA ESTATE"

"L'ULTIMA ESTATE"

Scrivere un libro è inizi...

Verso Expo 2020 – Instagrammabilità: un fattore cruciale per le vacanze dei millennial

Verso Expo 2020 – Instagrammabilità…

Dubai è stata tra le cinq...

GLI EMIRATI ARABI UNITI: HUB CULTURALE DEL GOLFO

GLI EMIRATI ARABI UNITI: HUB CULTUR…

Fervono i preparativi per...

“Un Amore” di Dino Buzzati

“Un Amore” di Dino Buzzati

Ideato nel 1959, ma pubbl...

Compie 180 anni la prima linea ferroviaria italiana, a cui Google dedica il suo Doodle

Compie 180 anni la prima linea ferr…

Google oggi, 3 ottobre, f...

“Un buon posto dove stare” di Francesca Manfredi

“Un buon posto dove stare” di Franc…

Libro d’esordio di France...

Donne e Islam: la svolta degli Emirati Arabi Uniti

Donne e Islam: la svolta degli Emir…

Le questioni di genere, o...

Emirati Arabi Uniti alla riunione ministeriale sulla Libia a New York

Emirati Arabi Uniti alla riunione m…

Lo sceicco Abdullah bin Z...

Prev Next
A+ A A-

SENZA MEMORIA NON C’E’ FUTURO

Falcone e BorsellinoQueste righe debbono essere considerate solo un tributo,

una testimonianza, un ricordo di quegli uomini e quelle donne che hanno perso la vita nella lotta alla mafia.
Non erano eroi, non dobbiamo commettere l’errore di considerarli tali, erano solo cittadini onesti che non hanno avuto paura di fare il proprio dovere.
Molti hanno chiuso gli occhi sul degrado politico che nel paese avanzava anche quando ad annunciare i guasti si manifestavano segnali sempre piu’ marcati.
Sono state le abitudini, il benessere, gli interessi in gioco, a disegnare i confini della tutela della sicurezza dei cittadini onesti.
Inutile dire che oggi ed ogni altro giorno dell’anno, i nostri pensieri, sentimenti e cuori sono tutti per le vittime della mafia.
Non c’e’ piu’ spazio per l’indifferenza. Mi rimane il dolore, la rabbia, l’indignazione per aver assistito in questi anni alla progressiva degenerazione del nostro Paese.

SERGIO GIANGREGORIO
PRESIDENTE CEOS                                                                                                                                                                                 

(tratto dalla monografia "MEMENTO")

www.ceos.it

 

 

immagine www.genova.ogginotizie.it

© Riproduzione Riservata

 

Torna in alto