Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.

Menu
RSS
Perché è così importante che la “Pala dei Decemviri” di Perugino torni a Perugia?

Perché è così importante che la “Pa…

Dopo la “Madonna col Bamb...

Giorgio Bassani e il suo impegno per l’Italia

Giorgio Bassani e il suo impegno pe…

Riflessioni e argomentazi...

"L'ULTIMA ESTATE"

"L'ULTIMA ESTATE"

Scrivere un libro è inizi...

Verso Expo 2020 – Instagrammabilità: un fattore cruciale per le vacanze dei millennial

Verso Expo 2020 – Instagrammabilità…

Dubai è stata tra le cinq...

GLI EMIRATI ARABI UNITI: HUB CULTURALE DEL GOLFO

GLI EMIRATI ARABI UNITI: HUB CULTUR…

Fervono i preparativi per...

“Un Amore” di Dino Buzzati

“Un Amore” di Dino Buzzati

Ideato nel 1959, ma pubbl...

Compie 180 anni la prima linea ferroviaria italiana, a cui Google dedica il suo Doodle

Compie 180 anni la prima linea ferr…

Google oggi, 3 ottobre, f...

“Un buon posto dove stare” di Francesca Manfredi

“Un buon posto dove stare” di Franc…

Libro d’esordio di France...

Donne e Islam: la svolta degli Emirati Arabi Uniti

Donne e Islam: la svolta degli Emir…

Le questioni di genere, o...

Emirati Arabi Uniti alla riunione ministeriale sulla Libia a New York

Emirati Arabi Uniti alla riunione m…

Lo sceicco Abdullah bin Z...

Prev Next
A+ A A-

Fuga o martirio

Bandiera LibiaLa sposa del mare (Tripoli) è caduta, i comandi militari della guerriglia hanno il controllo pressoché totale della città, i figli di Gheddafi sono stati catturati, si dice,poi, che uno di loro dato per morto sia invece vivo ed a capo dell’ultima resistenza.

La Nato continua l’appoggio dal cielo, mentre a terra consiglieri militari e reparti speciali ben mimetizzati aprono la strada ai non troppo esperti ribelli.

Il colonnello, però , non si è ancora arreso, può ancora contare su pochi fedelissimi irriducibili che combattono per aprirsi una via di fuga verso sud.

Gli scenari che si propongono sono fluidi ogni ipotesi sulla sorte del Rais resiste poche ore, fuga o martirio nella sua Tripoli le più accreditate.

 

 

Sono, comunque convinto che Gheddafi non voglia piegarsi, combatterà ancora per cercare un corridoio fino nella Libia meridionale, dove può trovare rifugio presso le tribù amiche e con il loro aiuto passare in Ciad o in Sudan e continuare il ruolo di  Quaid (guida) contro l’imperialismo occidentale.

Il Colonnello libero in un paese che gli darà asilo rappresenterebbe, inoltre, l’unica garanzia di un giusto processo per i suoi figli, ora a rischio delle inevitabili vendette da parte degli insorti.

 

Sergio Giangregorio

Torna in alto