Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.

Menu
RSS
Game of Thrones: il finale di cui avevamo bisogno? *spoiler*

Game of Thrones: il finale di cui a…

Lo abbiamo immaginato, sp...

LETTERA APERTA AL COMMISSARIO STRAORDINARIO DEL GOVERNO PER LA RICOSTRUZIONE SISMA 2016

LETTERA APERTA AL COMMISSARIO STRAO…

Abbiamo deciso di pubblic...

I bandi de La Biennale di Venezia che i dj e i producers non devono farsi scappare

I bandi de La Biennale di Venezia c…

La Biennale di Venezia no...

Ventiquattro anni dalla morte di Mia Martini

Ventiquattro anni dalla morte di Mi…

Ogni morte è a sé, ma que...

QUANTO SEI BELLA FIRENZE (IN UN GIORNO E MEZZO)

QUANTO SEI BELLA FIRENZE (IN UN GIO…

Non esiste città come Fir...

L’apoteosi del genio italiano: 500 anni dalla morte di Leonardo

L’apoteosi del genio italiano: 500 …

Roma, 27 apr – «Nacque un...

Dalle Marche la Lettera al presidente Tajani

Dalle Marche la Lettera al presiden…

Riceviamo e pubblichiamo ...

Mattarella: «Festeggiare il 25 aprile significa celebrare il ritorno dell'Italia alla libertà e alla democrazia»

Mattarella: «Festeggiare il 25 apri…

Il Presidente della Repub...

Se Vittorio Sgarbi diventa Presidente del MART

Se Vittorio Sgarbi diventa Presiden…

O lo si ama, o lo si odia...

DAJE MATTE’

DAJE MATTE’

Lettera aperta all’On. Sa...

Prev Next
A+ A A-

La contraddizione è ricchezza, è umanità: il viaggio di Nic Sarno

Nic Sarno è senza dubbio uno degli artisti più curiosi, dinamici e polimaterici del panorama musicale italiano. L’ultima mossa – per certi versi a sorpresa, per uno che si è fatto un nome ai tempi della fidget house – lo vede in marcia assieme alla White Forest Records, label per la quale ha pubblicato l’8 dicembre 2017 “Satori”, album dalla grande continuità e comunicatività, ma anche label che di primo acchito uno vedrebbe più legata a nomi ad esempio del beatmaking italiano. Ma Sarno è, appunto, un artista vero, uno di quelli a trecentosessanta gradi. La sua popolarità, qualche anno fa, magari è arrivata a quelli che erano i “suoni del momento” dell’epoca, ma il suo spesso va ben al di là delle mode. Come questa bella chiacchierata dimostra.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS