Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.

Menu
RSS
Game of Thrones: il finale di cui avevamo bisogno? *spoiler*

Game of Thrones: il finale di cui a…

Lo abbiamo immaginato, sp...

LETTERA APERTA AL COMMISSARIO STRAORDINARIO DEL GOVERNO PER LA RICOSTRUZIONE SISMA 2016

LETTERA APERTA AL COMMISSARIO STRAO…

Abbiamo deciso di pubblic...

I bandi de La Biennale di Venezia che i dj e i producers non devono farsi scappare

I bandi de La Biennale di Venezia c…

La Biennale di Venezia no...

Ventiquattro anni dalla morte di Mia Martini

Ventiquattro anni dalla morte di Mi…

Ogni morte è a sé, ma que...

QUANTO SEI BELLA FIRENZE (IN UN GIORNO E MEZZO)

QUANTO SEI BELLA FIRENZE (IN UN GIO…

Non esiste città come Fir...

L’apoteosi del genio italiano: 500 anni dalla morte di Leonardo

L’apoteosi del genio italiano: 500 …

Roma, 27 apr – «Nacque un...

Dalle Marche la Lettera al presidente Tajani

Dalle Marche la Lettera al presiden…

Riceviamo e pubblichiamo ...

Mattarella: «Festeggiare il 25 aprile significa celebrare il ritorno dell'Italia alla libertà e alla democrazia»

Mattarella: «Festeggiare il 25 apri…

Il Presidente della Repub...

Se Vittorio Sgarbi diventa Presidente del MART

Se Vittorio Sgarbi diventa Presiden…

O lo si ama, o lo si odia...

DAJE MATTE’

DAJE MATTE’

Lettera aperta all’On. Sa...

Prev Next
A+ A A-

I furti d'auto predittivi dei furti in appartamento. Come difendersi

L’esperienza delle Forze di Polizia non lascia dubbi sul fatto che vi sia una consistente correlazione tra i furti di autovetture e le conseguenti incursioni negli appartamenti da parte dei ladri. Ogni cosa ha un fine, questo è il presupposto principale che ha attanagliato le menti di alcuni filosofi greci e successivamente anche quelli cristiani, e mai come in questo caso potremmo esserne certi. I furti di autovetture insistono in tutto il corso dell’anno ed in ogni parte del territorio nazionale, con modalità e finalità diverse. Le tecnologie moderne, consistenti in dispositivi per riprogrammare le centraline o per clonare i codici criptati dei sistemi di protezione dei veicoli, hanno reso la vita più semplice al ladro di auto, diminuendo in maniera considerevole i tempi di attuazione del furto, ridotti ormai a 14 secondi rispetto ai 10 minuti degli anni ottanta. Questo permette inoltre di avere veicoli integri, senza nessun danno e con un guadagno illecito, sicuramente maggiore. Le auto vengono rubate per motivi diversi, a seconda anche delle zone dove avvengono i furti. Nelle Regioni del sud Italia sono frequenti i furti di auto a scopo di estorsione, per indurre il proprietario a rilasciare un riscatto per riavere il proprio mezzo. Al Centro Italia scorrazzano bande dell’Est che rivendono poi le vetture intere o pezzi di ricambio, mentre al nord, vi è una maggiore organizzazione con diverse figure strutturate, che gestiscono il traffico internazionale di veicoli rubati.

Leggi tutto...

La nuova prevenzione

Siamo nati per essere una comunità. La nostra società è simile ad una volta di pietre: essa cadrebbe, se le pietre non si sostenessero a vicenda, tenendo in piedi così tutta la volta .

 Seneca Ep. ad Lucilium 95, 52-53 )

 

La nuova prevenzione

 

Le domande degli addetti ai lavori, per trovare risposte alle problematiche della criminalità, non possono non passare da un’interpretazione della criminalità stessa. Sempre più l’orientamento sembra essere quello di equiparare le teorie della criminalità a quelle della prevenzione.

Leggi tutto...

Truffatori o strateghi della persuasione?

Svelate le tecniche per fregare il prossimo, fermiamo le truffe agli anziani.

Ogni volta che qualcuno viene truffato, la stessa vittima, ma anche amici e familiari si chiedono come ha fatto a cascarci. Si è soliti ritenere che chi cade in queste trappole sia una persona poco attenta, vecchia e quindi incapace di riconoscere gli inganni, con un basso livello culturale o in ogni caso una persona facilmente circuibile e stupida. L’esperienza e la letteratura esistente in materia ci dicono invece che le cose non stanno così. Nella rete dei truffatori possono restare impigliati più o meno tutti specialmente se non si conoscono alcune tecniche già note da anni agli addetti ai lavori, siano essi gli stessi truffatori o, al contrario, le forze dell’ordine. In linea di massima, gli specialisti della truffa, utilizzano metodiche e strategie che derivano dal mondo delle vendite e che consistono nell’arte della persuasione, sfruttando le leggi della reciprocità, del contrasto e della coerenza. Le Tecniche d’induzione comportamentale indirizzate a conseguire un dato comportamento da una persona, senza tentare di influenzarne inizialmente gli atteggiamenti, sono state messe a punto sia in riferimento alla teoria della dissonanza cognitiva (Festinger, 1959) sia da quella dell’auto percezione (Bem, 1965).

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS