Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.

Menu
RSS
Verso Expo 2020 – Gli Emirati Arabi Uniti e il primato universitario

Verso Expo 2020 – Gli Emirati Arabi…

Poco più di 2,5 milioni d...

Perché è così importante che la “Pala dei Decemviri” di Perugino torni a Perugia?

Perché è così importante che la “Pa…

Dopo la “Madonna col Bamb...

Giorgio Bassani e il suo impegno per l’Italia

Giorgio Bassani e il suo impegno pe…

Riflessioni e argomentazi...

"L'ULTIMA ESTATE"

"L'ULTIMA ESTATE"

Scrivere un libro è inizi...

Verso Expo 2020 – Instagrammabilità: un fattore cruciale per le vacanze dei millennial

Verso Expo 2020 – Instagrammabilità…

Dubai è stata tra le cinq...

GLI EMIRATI ARABI UNITI: HUB CULTURALE DEL GOLFO

GLI EMIRATI ARABI UNITI: HUB CULTUR…

Fervono i preparativi per...

“Un Amore” di Dino Buzzati

“Un Amore” di Dino Buzzati

Ideato nel 1959, ma pubbl...

Compie 180 anni la prima linea ferroviaria italiana, a cui Google dedica il suo Doodle

Compie 180 anni la prima linea ferr…

Google oggi, 3 ottobre, f...

“Un buon posto dove stare” di Francesca Manfredi

“Un buon posto dove stare” di Franc…

Libro d’esordio di France...

Donne e Islam: la svolta degli Emirati Arabi Uniti

Donne e Islam: la svolta degli Emir…

Le questioni di genere, o...

Prev Next
A+ A A-

A parte Shrek…gli orchi sono sempre cattivi!

PedofiliaLa pedofilia è dietro l’angolo

Uno dei pochi fenomeni, dei quali non si smette mai di sentirne parlare, è proprio l’abuso sui minori.

Ogni giorno si leggono notizie di violenze e abusi sulla parte più indifesa dell’intero genere umano: i bambini.

Le notizie provengono da tutto il mondo e quindi è chiaro che non parliamo di un fenomeno circoscritto alla nostra Nazione, ma le culture di ogni Paese, anche se offrono angoli di osservazione e riflessione diversi, condannano all’unisono questo tipo di pratiche aberranti.

Il bene messo in pericolo è la salute psicofisica del futuro adulto e ritengo, per questo, sia indispensabile tutelare questo capitale sociale, per il futuro stesso dell’intera comunità.

Parliamo di abuso e andiamo quindi a spiegare questa parola, prendendo quale spunto la definizione usata al IV Colloquio Criminologico del Consiglio d’Europa (Strasburgo 1978), che dice: “L’abuso, è l’insieme degli atti e delle carenze che turbano gravemente il minore, attentano alla sua integrità corporea, al suo sviluppo fisico, affettivo, intellettivo e morale, le cui manifestazioni sono la trascuratezza e/o le lesioni di ordine fisico e/o psichico e/o sessuale da parte di un familiare o di altri che hanno cura del bambino".

Leggi tutto...

Contractors e Militari a contrasto della pirateria

Pirateria Contractors Ministro CancellieriAnnamaria Cancellieri, ministro dell’Interno, è stata piuttosto chiara nel suo intervento alla commissione Difesa del Senato. Che si chiamino “operatori della sicurezza”, “contractors” o “guardie giurate”, gli addetti alla sicurezza dei mercantili operanti in aree a rischio pirateria dovranno affrontare un corso base e uno stage “finalizzato allo specifico contesto d'impiego operativo".

Leggi tutto...

CAOS IN SIRIA... COSA VUOL DIRE?

Credo che nessuno possa immaginare le disastrose conseguenze che la caduta della Siria potrebbe originare.
Nonostante la continua e presente brutalità vissuta a causa dello scenario iracheno, questo non si può paragonare alla gravità delle conseguenze che potrebbero derivare dalla situazione siriana.
Il pericolo che potrebbe derivare dalla caduta del governo siriano e’ molto legato agli strumenti utilizzati per rovesciare questo regime.
Senza dover spiegare molto, lo strumento introdotto già in Libia, rappresentato dalle forze radicali (Salafite) e sponsorizzate dal Qatar, e’ in questo momento già attuale in Siria.
Il Qatar ha manifestato ultimamente di essere lo sponsor ufficiale di tutti i gruppi radicali già dall’inaugurazione della moschea più grande della regione, sotto il nome del fondatore del wahabismo Mohammad Bin Abd al Wahab, e inoltre con l’istituzione di un ufficio di rappresentanza per i Taliban a Doha la capitale del Qatar.
Tutto ciò spiega il ruolo ambiguo giocato dal Qatar in Libia, e il suo sforzo attuale per avere lo stesso ruolo in Siria. L’ esportazione di questi gruppi sarebbe controllabile dopo? Temo che la risposta sia assolutamente negativa, dunque, dobbiamo temere già da ora le conseguenze catastrofiche di questa politica.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS