Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.

Menu
RSS
PLPL 2019

PLPL 2019

Quest’anno si sono festeg...

“Lose Control? E’ nata in venti minuti, come Piece of Your Heart”: intervista a Meduza

“Lose Control? E’ nata in venti min…

Dopo quest’estate, non se...

L’INTERVISTA. Padre Rifat Bader (direttore Catholic Center Giordania): “Religioni e Stati insieme per la fratellanza umana”

L’INTERVISTA. Padre Rifat Bader (di…

“Bisogna lavorare insieme...

Dialogo tra Islam e Cristianesimo, incontro a Cagliari

Dialogo tra Islam e Cristianesimo, …

Si è svolto giovedì 28 no...

Incontri trilaterali, Cipro, Grecia, Emirati Arabi Uniti

Incontri trilaterali, Cipro, Grecia…

Si è tenuto lo scorso 16 ...

Le imprenditrici degli Emirati Arabi Uniti approdano nel Regno Unito

Le imprenditrici degli Emirati Arab…

Diciassette imprenditrici...

Onu, emancipazione femminile e Emirati Arabi Uniti

Onu, emancipazione femminile e Emir…

Anita Bhatia, vicediretto...

Verso Expo 2020- l’Unesco punta su Dubai per promuovere la tolleranza

Verso Expo 2020- l’Unesco punta su …

Gli Emirati Arabi Uniti e...

Dare forma alla politica estera nell'era della post ideologia

Dare forma alla politica estera nel…

La scorsa settimana ha se...

La protezione della famiglia al centro delle politiche degli Emirati Arabi Uniti

La protezione della famiglia al cen…

Il governo degli Emirati ...

Prev Next
A+ A A-

Il coraggio di ricominciare

  • Pubblicato in Eventi

Si diceva da settimane che il mostro era vicino, le scosse sempre alla stessa ora, poi sempre più ravvicinate, gli esperti dicevano che non c’era poi un gran pericolo, qualcuno dissentiva ma non venne ascoltato.

Alla fine è arrivato lui, il terremoto, di notte come un treno lanciato a folle velocità è entrato nelle case, nelle strade, nelle chiese, nelle piazze e L’ Aquila in un attimo è stata spazzata via.

Sì dice che dovevamo essere pronti, ma non lo siamo stati ed in molti, in troppi hanno perso gli affetti più cari.

Leggi tutto...

Diritti umani: cosa aspettarsi dal 2019

Il 10 dicembre 2018 è stato celebrato in tutto il mondo il 70° anniversario dell’approvazione della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani. All’alba del 2019 le questioni relative ai diritti umani necessitano nuove chiavi di lettura, di una riflessione profonda in considerazione dei tanti cambiamenti che hanno interessato il mondo dal 1948 ad oggi. Mentre il mondo faceva ancora i conti con le tragiche conseguenze della Seconda Guerra Mondiale, le Nazioni Unite si impegnavano a costruire un mondo più giusto, più equo. Esso però è stato attraversato da stravolgimenti sociali, politici e religiosi, che si sono verificati in modo brusco e irrefrenabile. Sono emerse così nuove emergenze di ogni tipo e misura, sia esse ambientali, sociali o economiche. La strada che porta ad una società simile a quella sognata nel secondo dopoguerra è, dunque, ancora lunga, ma percorribile.

Leggi tutto...

ARTONAUTI, L’ALBUM DI FIGURINE PER CHI VUOLE VIAGGIARE NELL’ARTE

  • Pubblicato in Cultura

L’approccio al mondo dell’arte è difficile, richiede sforzo intellettivo ed emotivo del tutto particolare. C’è chi manifesta amore per l’arte dalla nascita e c’è chi impara ad amarla, magari col passare del tempo e sulla base delle esperienze che ne hanno formato il carattere e la persona. Ad entrambi i casi, sembra essere destinata l’iniziativa che prende il nome di “Artonauti”. Non solo un album di figurine, ma anche un progetto nuovo e dal fine didattico, che risulta, in questo caso, particolarmente piacevole. 

Leggi tutto...

Secondo messaggio nella bottiglia

Sono sicura che la maggior parte dei denigratori della manifestazione di ieri, sono persone di mezza età urbanizzate, con un'esperienza urbanizzata del quotidiano. Hanno frutta tutto l'anno perchè se non c'è dal Lazio c'è dal Cile, hanno l'acqua da bere perchè la comprano minerale, se certi prodotti aumentano di prezzo non riescono manco a correlare la questione con la diminuzione dell'offerta su base climatica. Si percepiscono nel complesso ancora in una rosea opulenza. Hanno un blando terrore, perchè fa un po' più caldo, ma siccome abitano il cocuzzolo più fortunato del mondo e non l'India o l'area subsahariana, non è grande terrore, perchè appunto non muoiono di caldo. Come sta altrove cominciando a succedere.

Leggi tutto...

Osservazioni dal web

Sono due giorni che la mia bolla mi parla di terribili contatti di genti che parlano male di ragazzine che manifestano per il riscaldamento globale. Evidentemente queste persone bisognose vuoi di un intervento psicoterapico vuoi di una occasione professionale nel Magreb o nel Sud Asiatico sono moltissime, tuttavia non ve ne è nessuna tra i miei molti contatti e questo mi da speranza in un mondo migliore.

Leggi tutto...

La terra non appartiene all’uomo, è l’uomo che appartiene alla terra

“Quando avrete abbattuto l’ultimo albero quando avrete pescato l’ultimo pesce quando avrete inquinato l’ultimo fiume, allora vi accorgerete che non si può mangiare il denaro” recita un celebre proverbio dei nativi d’America, oggi 15 marzo le nuove generazioni si raccolgono per manifestare le loro preoccupazione per un mondo che sta morendo troppo in fretta. La redazione di Convincere.eu si unisce alla causa, nella speranza che i nostri figli possano abitare un mondo migliore.

Riportiamo il toccante discorso di Greta Thunberg.

Leggi tutto...

Klingande: “L’Album è pronto”

Un successo cresciuto “a vista d’occhio” quello di Klingande. Previsto per settembre, “The Album” non sarà, per il produttore francese, solamente un disco, ma sarà anche il primo col quale l’artista cercherà di imporsi definitivamente sulla scena – che in questi anni lo ha già abbondantemente apprezzato. “The Album” è un ritorno alle origini, per le quali assumono centralità le sonorità già espresse nella traccia più iconica e conosciuta dell’artista, “Jubel”. Troviamo proprio le stesse idee e lo stesso modo di esprimersi, ovviamente rivisti nell’ottica del processo creativo evolutosi in questi anni, in “By The River”, traccia uscita oggi, con la quale Klingande ha voluto regalarci un antipasto di cosa ci aspetterà il 27 settembre.

Leggi tutto...

QUANTO SEI BELLA ROMA (IN UN GIORNO E MEZZO)

  • Pubblicato in Cultura

Il poco tempo e la poca disponibilità economica non sono più delle scusanti. La regola aurea è solo una: saper cogliere l’attimo (se vogliamo rimanere in tema di latinità, carpe diem) e, in questo, ci vengono in soccorso le “nuove” tecnologie. Mi permetto il virgolettato in quanto le tecnologie alle quali faccio riferimento non sono solamente, ormai, di uso quotidiano, ma, soprattutto, di facile accesso per chiunque sia in possesso uno smartphone. Una delle gioie più recenti che ho potuto provare, infatti, è quella della notifica col codice sconto proveniente dall’applicazione di Italo che, se guardiamo la circolarità, diviene praticamente una costante. Lo spunto per un viaggio a Roma è venuto quindi proprio da una di queste notifiche. Certo, al momento della prenotazione bisogna essere lungimiranti, visto che ci si trova a prenotare un viaggio per mesi successivi, e pazienti, specie se non vediamo l’ora di intraprendere il nostro viaggio.

Leggi tutto...

La contraddizione è ricchezza, è umanità: il viaggio di Nic Sarno

Nic Sarno è senza dubbio uno degli artisti più curiosi, dinamici e polimaterici del panorama musicale italiano. L’ultima mossa – per certi versi a sorpresa, per uno che si è fatto un nome ai tempi della fidget house – lo vede in marcia assieme alla White Forest Records, label per la quale ha pubblicato l’8 dicembre 2017 “Satori”, album dalla grande continuità e comunicatività, ma anche label che di primo acchito uno vedrebbe più legata a nomi ad esempio del beatmaking italiano. Ma Sarno è, appunto, un artista vero, uno di quelli a trecentosessanta gradi. La sua popolarità, qualche anno fa, magari è arrivata a quelli che erano i “suoni del momento” dell’epoca, ma il suo spesso va ben al di là delle mode. Come questa bella chiacchierata dimostra.

Leggi tutto...

Not For Us: l’eleganza del silenzio

C’È QUALCOSA DI SPECIALE IN NOT FOR US E SE LO DOVESSIMO DEFINIRE CON UN TERMINE, QUESTO SAREBBE EMPATIA, OSSIA “CAPACITÀ DI PORSI NELLA SITUAZIONE DI UN’ALTRA PERSONA O, PIÙ ESATTAMENTE, DI COMPRENDERE IMMEDIATAMENTE I PROCESSI PSICHICI DELL’ALTRO”.

Alberto Cotta ci ha già dimostrato, nonostante le produzioni prima di questo album non siano state abbondanti, quali siano le caratteristiche che ne fanno un’artista dal fortissimo impatto emotivo. Sarà un certo tipo di fascino innato che dalle produzioni passa, incrementandosi ulteriormente, ai live, sarà una predisposizione interessante e del tutto istintiva alla ricerca di sonorità inedite e sarà conseguentemente un’affezione alla costruzione del suono, ma Not For Us rimane.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS