Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.

Menu
RSS
Ciao Antonio

Ciao Antonio

"Se potessi fermare il te...

Riceviamo e pubblichiamo: lettera aperta al Ministro per la Pubblica Amministrazione

Riceviamo e pubblichiamo: lettera a…

LETTERA APERTA AL MINISTR...

Allerta USA su spionaggio dalla CINA

Allerta USA su spionaggio dalla CIN…

Quante aziende tecnologic...

Black Friday e test del DNA

Black Friday e test del DNA

Eccoci ci siamo è in arri...

Riconoscere un profilo fake

Riconoscere un profilo fake

Quante volte abbiamo sent...

CEUQ e USB su “Lavoro privato”

CEUQ e USB su “Lavoro privato”

Lo scorso 29 ottobre si s...

EUROCAMP

EUROCAMP

"Le opportunità dei nuovi...

Cerimonia in onore di NAMKHAI NORBU - 3 Ottobre (Merigar)

Cerimonia in onore di NAMKHAI NORBU…

Si è svolta mercoledì 3 O...

1 minuto di silenzio noi lo osserviamo così

1 minuto di silenzio noi lo osservi…

Siamo stanchi di osservar...

Il dolore e la rabbia

Il dolore e la rabbia

EEC Press - Il presidente...

Prev Next
A+ A A-

Addio a Ray Tomlinson, l'inventore dell'email

Foto: www.wired.com Foto: www.wired.com

Ha cambiato per sempre il nostro modo di comunicare.

Fonte: http://it.ibtimes.com/ di Massimiliano Di Marco

Se abbiamo potuto comunicare in tutto il mondo, è stato anche grazie a lui, Ray Tomlinson. L’inventore delle email è deceduto all’età di 74 anni. Un nome meno noto di quello di Steve Jobs o di Bill Gates, ma che ha segnato gli ultimi decenni della tecnologia: provate a immaginare un mondo senza e-mail. 

Qualcun altro ci sarebbe probabilmente arrivato negli anni a venire, ma lui, all’epoca un dipendente della BBN Technologies, sviluppò un programma chiamato SNDMSG, che potremmo definire il nonno di Gmail e Outlook. Prima di questo software, parliamo del 1971, si potevano inviare note a diversi utenti che sfruttavano, però, lo stesso computer. L’idea al momento fu rivoluzionaria e tutt’oggi, pensandoci per un attimo, lo è: parlare con persone da tutt’altra parte, anche a migliaia di chilometri di distanza, tramite un computer. 

Torna in alto