Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.

Menu
RSS
Rinaldo Balzan poeta del colore

Rinaldo Balzan poeta del colore

Leggiadro, ma potente, Ri...

È ora di (ri)iniziare a stampare le fotografie

È ora di (ri)iniziare a stampare le…

Tutti abbiamo, o abbiamo ...

A.C. DIMIDI - L’Associazione che non c’era.....

A.C. DIMIDI - L’Associazione che no…

Nata meno di 6 mesi fa, l...

BOLDINI A FERRARA

BOLDINI A FERRARA

Nello spazio espositivo d...

Game of Thrones: il finale di cui avevamo bisogno? *spoiler*

Game of Thrones: il finale di cui a…

Lo abbiamo immaginato, sp...

LETTERA APERTA AL COMMISSARIO STRAORDINARIO DEL GOVERNO PER LA RICOSTRUZIONE SISMA 2016

LETTERA APERTA AL COMMISSARIO STRAO…

Abbiamo deciso di pubblic...

I bandi de La Biennale di Venezia che i dj e i producers non devono farsi scappare

I bandi de La Biennale di Venezia c…

La Biennale di Venezia no...

Ventiquattro anni dalla morte di Mia Martini

Ventiquattro anni dalla morte di Mi…

Ogni morte è a sé, ma que...

QUANTO SEI BELLA FIRENZE (IN UN GIORNO E MEZZO)

QUANTO SEI BELLA FIRENZE (IN UN GIO…

Non esiste città come Fir...

L’apoteosi del genio italiano: 500 anni dalla morte di Leonardo

L’apoteosi del genio italiano: 500 …

Roma, 27 apr – «Nacque un...

Prev Next
A+ A A-
Fabio Carrozzo

Fabio Carrozzo

Laureato in Scienze per l’Investigazione e la Sicurezza presso l’Università degli Studi di Perugia. Ha svolto una tesi riguardante il “Safety and Security Management”. Esperto in sicurezza, nell’accezione sia teorica che pratica.

Laureando in Ricerca Sociale per la Sicurezza Interna ed Esterna (Safety and Security Manager).

Forte degli studi, presta particolare attenzione ai movimenti socio-economici, appassionato delle dinamiche di gruppo, si interessa al mercato e alle potenze finanziarie. Studioso delle differenti correnti di pensiero economico: da quello marginalista a quello classico, senza dimenticare quello monetarista e quello marxista.

Investiga sull’importanza che le culture hanno nei processi economici e si sofferma sulla rilevanza che la religione assume nella produttività.

 

URL del sito web: http://www.convincere.eu/economia

Abenomics

Il ritorno al potere del Partito liberal democratico[1] e di Shinzo Abe[2], con la vittoria delle elezioni di dicembre 2012, ha portato a una vera e propria rivoluzione nel campo della politica economica non solo giapponese. Da decenni a questa parte, nessuna grossa variante economica è foriera di un effetto domino che può investire positivamente o negativamente altri stati. Le iniziative economiche del primo ministro giapponese, sono state soprannominate Abenomics, nome nato per l’appunto da un mix tra il cognome del politico e la parola “Economics”.

ECONOMIA GANDHIANA

L’economia è divenuta “cosa di tutti” da un po’ di anni a questa parte, paroloni difficili di origine anglofila, tappezzano e riempiono gli articoli dei nostri giornali. Con le righe a seguire, cercherò di soffermarmi, in ordine cronologico sui diversi pensieri economici che hanno forgiato l’economia attuale.

In quest’articolo: Economia Gandhiana.

Dopo i 500 anni de "Il Principe" "Machiavelli, teorico delle crisi"

Il recente anniversario dei cinquecento anni de “Il Principe”, sprona noi tutti a una riflessione su quanto Nicolò Machiavelli scrisse e sull’attualità delle tematiche da lui affrontate. Intervisto per l’occasione, approfittando della pubblicazione del nuovo libro “Machiavelli, teorico delle crisi”, il professor Luciano Priori Friggi in qualità di esperto, nella speranza che egli possa darci delucidazioni sulla figura di Machiavelli e raccontarci qualcosa sulle peculiarità del suo ultimo libro.

RITROVARSI PERDENDOSI

“C'è tanta gente infelice che tuttavia non prende l'iniziativa di cambiare la propria situazione perché è condizionata dalla sicurezza, dal conformismo, dal tradizionalismo, tutte cose che sembrano assicurare la pace dello spirito, ma in realtà per l'animo avventuroso di un uomo non esiste nulla di più devastante di un futuro certo. Il vero nucleo dello spirito vitale di una persona è la passione per l'avventura. La gioia di vivere deriva dall'incontro con nuove esperienze, e quindi non esiste gioia più grande dell'avere un orizzonte in costante cambiamento, del trovarsi ogni giorno sotto un sole nuovo e diverso...

... Non dobbiamo che trovare il coraggio di rivoltarci contro lo stile di vita abituale e buttarci in un'esistenza non convenzionale....”

Christopher Mccandless (Emile Hirsch) in Into the Wild - Nelle terre selvagge.

Sottoscrivi questo feed RSS