Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.

Menu
RSS
Riceviamo e pubblichiamo: lettera aperta al Ministro per la Pubblica Amministrazione

Riceviamo e pubblichiamo: lettera a…

LETTERA APERTA AL MINISTR...

Allerta USA su spionaggio dalla CINA

Allerta USA su spionaggio dalla CIN…

Quante aziende tecnologic...

Black Friday e test del DNA

Black Friday e test del DNA

Eccoci ci siamo è in arri...

Riconoscere un profilo fake

Riconoscere un profilo fake

Quante volte abbiamo sent...

CEUQ e USB su “Lavoro privato”

CEUQ e USB su “Lavoro privato”

Lo scorso 29 ottobre si s...

EUROCAMP

EUROCAMP

"Le opportunità dei nuovi...

Cerimonia in onore di NAMKHAI NORBU - 3 Ottobre (Merigar)

Cerimonia in onore di NAMKHAI NORBU…

Si è svolta mercoledì 3 O...

1 minuto di silenzio noi lo osserviamo così

1 minuto di silenzio noi lo osservi…

Siamo stanchi di osservar...

Il dolore e la rabbia

Il dolore e la rabbia

EEC Press - Il presidente...

La morte dello Stato di Diritto

La morte dello Stato di Diritto

Lo stato di diritto è mor...

Prev Next
A+ A A-

DOPPIA DIFESA E MINISTERO DELL'INTERNO CONTRO LA VIOLENZA

foto EEC PRESS foto EEC PRESS

Con le parole insieme contro la violenza si è aperto questa mattina presso l’aula Magna della Scuola di Perfezionamento delle Forze di Polizia di Roma il convegno contro la violenza di genere.

Il tema trattato,  sebbene molto discusso negli ultimi anni, pone in evidenza la drammatica problematica del femminicidio e delle conseguenze dei maltrattamenti alle donne.

Ha introdotto i lavori il Direttore della Scuola, Direttore Generale della Polizia di Stato Dr. Gian Carlo Pozzo artefice della manifestazione e coadiuvato  dai Dirigenti del Dipartimento di P.S. D.ssa Miranda e D.ssa Passarini.

Dopo i saluti di rito si è entrati subito nel vivo delle problematiche con l’intervento dell’A.D. di Rai – Cinema Dr. Paolo Del Brocco  che ha sottolineato il valore aggiunto dell’alleanza tra mondo dello spettacolo e forze di Polizia.

Il moderatore Tiberio Timperi ha poi dato la parola ad Ineke Hunziker, madre della nota Michelle e volontaria della Fondazione Doppia Difesa che ha brevemente narrato il percorso e le attività svolte a favore delle donne in difficoltà sottolineando la necessità di non sottovalutare mai le richieste di aiuto che spesso le donne rivolgono senza utili risposte alle forze di polizia.

L’intervento della D.ssa Bocchino ha ribadito l’utilità di avere strumenti più adeguati per le forze di Polizia relativamente alle problematiche trattate, specializzando personale e strutture, facendo rete, lavorando a sistema con tutti gli attori del contesto con la speranza che si possa migliorare la prevenzione anche attraverso l’inasprimento dell’istituto “dell’ammonimento” da parte dei Questori.

Il moderatore ha poi introdotto un cortometraggio “Un ‘altra storia” prodotto dalla Cacciamani , con la regia di Gabriele Pignotta ,video struggente e penetrante che ha raggiunto immediatamente il cuore del pubblico  “Educare i sentimenti” ecco la formula magica per sanare le tensioni.

Molto atteso il discorso di Michelle Hunziker che con grande semplicità, dopo aver ringraziato la Scuola per l’ospitalità avuta, ha trasmesso a tutti la sua passione nell’aiutare le donne vittime di maltrattamenti.

E’ stato a questo punto  proiettato il secondo cortometraggio “Ancora un’altra storia” sul tema della sindrome di alienazione parentale che nelle separazioni legali vede i figli essere ostaggio delle vertenze che i genitori incardinano uno contro l’altro.

Uno degli attori era Raul Bova, presente in sala per esprimere la propria solidarietà.

Il filmato, con straordinaria dolcezza, ha dato una speranza per il futuro, ha affermato Timperi, una coppia puo’ non amarsi piu’ ma non puo’ perdere la genitorialità e i figli non devono essere strumento delle dinamiche processuali.

Bisogna spezzare la filiera del Bussiness, ha proseguito Timperi, avvocati, assistenti sociali, psicologi Ctu … “…le ctu sono Killer assoldati per privarci della nostra genitorialità…”.

Parole durissime, ma condivisibili in un sistema dove ogni figura professionale ricava un guadagno dall’incancrenirsi delle vertenze di separazione con l’affido dei minori.

 Il regista Gabriele Pignotta, emozionato, ha confessato di sentire la responsabilità di far succedere qualcosa con le  immagini , felice di essere riuscito a dare il suo piccolo contributo

La D.ssa Stocchino, prendendo la parola ha sottolinea le difficoltà che sorgono in questa delicata materia ribadendo quanto l’ascolto sia importante e ripercorrendo l’iter programmatico di chi si rivolge alla Fondazione.

Il convegno si è concluso con l’applauditissimo intervento dell’Avv. Bongiorno che con la passione e l’entusiasmo che gli sono propri ha illustrato il disegno di legge che intende portare avanti per eliminare l’Alienazione genitoriale:

“… non vogliamo che i bambini siano ostaggio delle beghe familiari… Aiutataci e insieme riusciremo nell’impresa”.

 

 Michelle Hunzicher e Tiberio  Timperi

Torna in alto