Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.

Menu
RSS
Mattarella: «Festeggiare il 25 aprile significa celebrare il ritorno dell'Italia alla libertà e alla democrazia»

Mattarella: «Festeggiare il 25 apri…

Il Presidente della Repub...

Se Vittorio Sgarbi diventa Presidente del MART

Se Vittorio Sgarbi diventa Presiden…

O lo si ama, o lo si odia...

DAJE MATTE’

DAJE MATTE’

Lettera aperta all’On. Sa...

Game of Thrones: 3 motivi per non farne a meno

Game of Thrones: 3 motivi per non f…

NO SPOILER! L’attesa è f...

Avicii: album postumo, ma con consenso della famiglia (e per una buona causa)

Avicii: album postumo, ma con conse…

E’ quasi passato un anno ...

AVETE MAI PENSATO DI PAGARE UN HOTEL CON LA VOSTRA CULTURA?

AVETE MAI PENSATO DI PAGARE UN HOTE…

Pagare con la cultura? Or...

INTERVISTA A MAX MATTEI

INTERVISTA A MAX MATTEI

Appassionato sin da giova...

Giornata mondiale della consapevolezza sull’autismo

Giornata mondiale della consapevole…

"Anche se per me è diffic...

Il coraggio di ricominciare

Il coraggio di ricominciare

Si diceva da settimane ch...

Diritti umani: cosa aspettarsi dal 2019

Diritti umani: cosa aspettarsi dal …

Il 10 dicembre 2018 è sta...

Prev Next
A+ A A-

LETTERA APERTA AL SIG. CAPO DELLA POLIZIA

Festa della Polizia 2015 - Roma Cas. "Ferdinando di Savoia" (EEC PRESS) Festa della Polizia 2015 - Roma Cas. "Ferdinando di Savoia" (EEC PRESS)

Egregio Signor Capo della Polizia,

Le scriviamo in occasione della Festa per far gli auguri a Lei e a tutta l'Amministrazione della Pubblica Sicurezza.

Malgrado Lei possa sorprendersi, li facciamo così anche a noi.

Perché molti fanno finta di non saperlo, ma anche noi siamo l'Amministrazione della Pubblica Sicurezza!

E non perché l'ordinamento giuridico lo prevede, ma perché la nostra vita quotidiana è nella Pubblica Sicurezza, il nostro lavoro si svolge negli Uffici della Pubblica Sicurezza, il nostro essere è connaturato alla Polizia di Stato e ai suoi uomini che hanno da noi il supporto amministrativo di cui hanno ogni giorno bisogno. Tra l'altro, molti di noi, sono stati poliziotti, altri sono genitori di poliziotti, altri ancora figli di poliziotti, altri nipoti, zii e, vista la nostra età media, anche nonni: quando si dice che il Ministero è una grande famiglia!

Ma noi non abbiamo un bravo papà: siamo spesso considerati di serie B!

Figli di un Dio minore!

Oggi è la Festa della Polizia ma nessun rappresentante del nostro personale è stato invitato!

Non solo: abbiamo chiesto una riunione con Lei per discutere dell'applicazione della norma che unifica il controllo dell'orario di lavoro per tutte le "anime" della nostra Amministrazione e già sembra che dovremo accontentarci di chi, su sua delega, ci dirà che non può dire, non può fare, non può ....

Siamo forse sfortunati o, meglio, facciamo parte di quella branca di italiani che lavorano senza protestare, i problemi li risolvono piuttosto che crearli, non strillano ma parlano pacatamente e riconoscono persino i propri limiti: e per questo spesso non vengono considerati.

Ci dispiace dover prendere atto di ciò! Ma non si preoccupi! Noi gli Auguri glieli facciamo comunque! A Lei e a tutti gli appartenenti all'Amministrazione della Pubblica Sicurezza. E quindi anche a tutti i colleghi dell'Amministrazione Civile dell'Interno che lavorano nel Dipartimento da lei diretto.

  

A U G U R I

 

Dr. Cesare Plocco

RSU Dipartimento di Pubblica Sicurezza

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

Torna in alto