Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.

Menu
RSS
“Quanto blu” di Percival Everett

“Quanto blu” di Percival Everett

“Quanto blu” di Percival ...

Regeni abbraccia Patrick Zaky in un murales. La famiglia:"Non è mai stato minaccia"

Regeni abbraccia Patrick Zaky in un…

Vicino all'ambasciata d'E...

Le mani della Turchia sul Mediterraneo

Le mani della Turchia sul Mediterra…

La mire espansionistiche ...

Verità per Giulio

Verità per Giulio

Oggi 3 febbraio 2020 ri...

A febbraio il Breakbulk Middle East a Dubai, evento top per trasporto e logistica

A febbraio il Breakbulk Middle East…

Per il secondo anno conse...

Nucleare, prima centrale negli Emirati Arabi Uniti

Nucleare, prima centrale negli Emir…

Nucleare – Gli Emirati Ar...

Turchia e dintorni. Turchia campione dei non diritti umani

Turchia e dintorni. Turchia campion…

Che la Turchia stia attra...

1917

1917

È difficile raccontare la...

"Minchia Signor Tenente" in scena al Teatro degli Astri di Roma

"Minchia Signor Tenente" …

Dal 31 gennaio al 2 febbr...

LA TEMPESTA CHE TUTTO DISTRUGGE

LA TEMPESTA CHE TUTTO DISTRUGGE

Non ho mai amato troppo l...

Prev Next
A+ A A-

ROLLING 1

ROLLING 1

La musica nella storia.

Il day-after dello storico concerto dei Rolling Stones al Circo Massimo lascia una Roma ancora frastornata dalla indimenticabile serata.

Concerto grandissimo, esibizione rock perfetta, il pubblico in visibilio con le lacrime agli occhi si è fatto guidare dalla band in questa notte magica. Personalmente ho un debole per come i Rolling Stones suonano dal vivo “Street of love”, sei minuti e mezzo di pelle d’oca, e poi ancora “Tumbling Dice” e via tutte le altre, sarebbe solo ripetitivo elencarle una ad una e dire………belle, bellissime, perfette.

E’ stato come entrare nella storia del rock che non arretra mai, ma si propone ora come allora con la sua carica di energia travolgente che spinge tutti ed ognuno verso un cambiamento.

Rock è la velocità del futuro, è vivere una diversa dimensione.

Capitolo a parte merita la location scelta, il Circo Massimo, per una notte Roma ha visto vibrare le corde delle chitarre della band più famosa al mondo, la cornice del pubblico ha poi completato le suggestioni.

Eventi che restano nel cuore.

 

(immagine tratta da www.corriere.it

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna in alto