Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.

Menu
RSS
Il presidente del consiglio degli Emirati Arabi incontra papa Francesco

Il presidente del consiglio degli E…

Shaykh Abdallah bin Bayya...

Convegno “Sviluppo del 5G tra competitività e sicurezza nazionale”

Convegno “Sviluppo del 5G tra compe…

Si è tenuto presso la Cam...

Medio Oriente: la strada per la stabilità passa per gli Emirati Arabi Uniti

Medio Oriente: la strada per la sta…

La crisi che interessa il...

Missione nello spazio: Hazza Al Mansoori torna sulla terra

Missione nello spazio: Hazza Al Man…

È tornato sulla terra gio...

Verso Expo 2020 – Il messaggio globale delle Nazioni Unite

Verso Expo 2020 – Il messaggio glob…

Anche le Nazioni Unite mi...

POLITICA INTERNAZIONALE. Gli Emirati Arabi e il ruolo delle donne nella ricostruzione postbellica

POLITICA INTERNAZIONALE. Gli Emirat…

La missione permanente de...

Esiste qualche tipo di approccio in grado di eliminare del tutto i pericoli negli interventi delle forze dell'ordine per i loro operatori?

Esiste qualche tipo di approccio in…

In questi ultimi giorni, ...

CIAO ANGELA .....E' DIFFICILE RESISTERE ALLA TUA ASSENZA

CIAO ANGELA .....E' DIFFICILE RESIS…

Ciao Angela, è difficile ...

MERVEILLE DE LA VIE

MERVEILLE DE LA VIE

Quello che si tende a per...

GRAZIE ANTONIO

GRAZIE ANTONIO

Quando ho saputo che eri ...

Prev Next
A+ A A-

Ciao Arnoldo

Ciao Arnoldo

L'Italia perde un maestro di vita di cultura di onestà. Arnoldo Foà (Ferrara, 24 gennaio 1916 – Roma, 11 gennaio 2014) è stato un attore, regista, doppiatore e scrittore italiano.

Biografia

Le origini

È nato a Ferrara in una famiglia di origine ebraica, figlio di Valentino e Dirce Levi, segue la famiglia a Firenze, dove intraprende gli studi di economia e commercio. Durante il periodo universitario si interessa al teatro, frequentando i corsi di recitazione della scuola "Luigi Rasi" sotto la guida di Raffaello Melani. A vent'anni abbandona gli studi e si trasferisce a Roma, dove frequenta per qualche tempo il Centro Sperimentale di Cinematografia.

Guerra e leggi razziali

Nel 1938 Arnoldo Foà è costretto a lasciare i corsi presso il Centro Sperimentale di Cinematografia a seguito della promulgazione delle leggi razziali fasciste. Gli viene impedito anche di lavorare e per poterlo fare è costretto a usare nomi fittizi (tra cui "Puccio Gamma"); ricopre saltuariamente il ruolo del sostituto di attori malati (in gergo, il "pompiere"), riuscendo a lavorare nelle compagnie più prestigiose: Cervi-Pagnani-Morelli-Stoppa, Ninchi-Barnabò, Adani-Cimara, Maltagliati-Cimara.

Nel 1943 si rifugia a Napoli, dove diviene capo-annunciatore e scrittore della Radio Alleata radio PWB: spetta a lui la comunicazione dell'armistizio con gli Alleati, l'8 settembre 1943. Alla fine della guerra, torna al teatro e si unisce a molte e importanti compagnie: Ferrati-Cortese-Scelzo, Ferrati-Cortese-Cimara, Stoppa-Morelli-Cervi (dove collabora con Visconti) e la Compagnia del Teatro Nazionale (Teatro dell'Opera di Roma) (lavorando per Guido Salvini), nel 1945, entra nella Compagnia di Prosa della RAI dove svolgerà un'intensa attività sino agli anni ottanta.

La sua lunga carriera artistica è brillante e costellata di numerosi successi e riconoscimenti in campo teatrale, cinematografico e televisivo. Nella vita privata è padre di 5 figlie: Annalisa (1951-1995, anche lei attrice), Valentina, Rossellina, Giulia e Orsetta.

Teatro

Intensa e prestigiosa la sua carriera in teatro: autori classici e contemporanei, registi del calibro di Luchino Visconti, Luigi Squarzina, Luca Ronconi e Giorgio Strehler. Le sue interpretazioni sono memorabili, incisive, esito di un attento studio, passione e misura drammatica elette. Da regista mette in scena spettacoli di prosa (tra i tanti La pace di Aristofane e Diana e la Tuda di Luigi Pirandello) e di lirica (Otello di Giuseppe Verdi, Histoire du soldat di Igor Stravinskij, e Il pipistrello di Strauß), e molte sue commedie, riscuotendo sempre enormi successi.

Nel 1957 l'esordio come autore teatrale ("Signori buonasera"). Seguiranno, tra le altre, "La corda a tre capi", "Il testimone", e più recentemente "Amphitryon Toutjours" (Festival di Spoleto 2000), e "Oggi". Tra le sue interpretazioni più recenti il monologo di Alessandro Baricco "Novecento" con la regia di Gabriele Vacis, (2003/2005) successo straordinario di pubblico e critica, e "Sul lago dorato" di E. Thompson, con la regia di Maurizio Panici (2006-2008).

Il cinema e la televisione

La sua filmografia presenta oltre 100 pellicole: tra i registi con cui ha lavorato figurano Alessandro Blasetti (Altri tempi), Orson Welles (Il processo), Vittorio Cottafavi (I cento cavalieri), Jacques Deray (Borsalino), Marcello Fondato (Causa di divorzio), Damiano Damiani (Il sorriso del grande tentatore), Giuliano Montaldo (Il giocattolo), Giuseppe Ferrara (Cento giorni a Palermo), Giovanni Soldati (L'attenzione), Luca Barbareschi (Ardena), Paolo Costella (Tutti gli uomini del deficiente), Ettore Scola (Gente di Roma), Alessandro Benvenuti (Ti spiace se bacio mamma?), Alessandro D'Alatri (La febbre), Antonello Belluco (Antonio, guerriero di Dio) e Maurizio Sciarra (Quale amore).

Recentemente sono stati realizzati due docufilm su Arnoldo Foà: nel 2007 Almeno io Fo... à di Alan Bacchelli e Lorenzo degl'Innocenti, Premio Imaie 2008; nel 2011 Io sono il teatro. Arnoldo Foà raccontato da Foà di Cosimo Damiano Damato, presentato al Festival Internazionale del Film di Roma.

Foà è stato tra i protagonisti di alcuni dei più celebri sceneggiati televisivi della RAI, diventando uno dei primi divi della tv: Piccole donne, Capitan Fracassa, Le mie prigioni, Le cinque giornate di Milano, La freccia nera, L'isola del tesoro, Il giornalino di Gian Burrasca, David Copperfield, I racconti del maresciallo, I racconti di padre Brown, Nostromo, Fine secolo e Il Papa buono. Nel 1985 ha partecipato alla parodia dei Promessi Sposi realizzata dal Quartetto Cetra interpretando L'innominato. Per la RAI ha condotto anche il programma musicale Chitarra, amore mio e, per due stagioni, il varietà Ieri e oggi, nonché numerosi altri programmi.

Radio e doppiaggio

Arnoldo Foà contribuisce alla nascita, dalle ceneri dell'EIAR, della Radio RAI e partecipa a molte trasmissioni, sia di informazione che di intrattenimento, con attori, autori e registi importanti come Cervi, Morelli, Ninchi, Anton Giulio Majano, Umberto Benedetto. Dagli anni cinquanta diventa uno dei più importanti doppiatori, prestando la sua inconfondibile voce anche per numerosi documentari, tra cui "Il Continente di ghiaccio" di Luigi Turolla. Celebri attori doppiati:

  • Anthony Quinn in
  • La strada (Zampanò),
  • Barabba (Barabba),
  • Selvaggio è il vento,
  • L'avventuriero,
  • Herbert Lom in Guerra e pace (Napoleone),
  • Kirk Douglas in Il grande cielo (Jim Deakis),
  • John Wayne in Le ali delle aquile (Craig McCoy),
  • Peter Ustinov in Quo vadis? (Nerone),
  • Robert Hossein in "Madame Sans-Gêne" (Lefebvre Huebscher),
  • Ward Bond in "I sacrificati",
  • Robert Newton in "Il pirata Barbanera",
  • Warner Anderson in "Crimine silenzioso",
  • Lionel Barrymore in "Pancho il messicano",
  • Ralph Bellamy in "Il terrore di Frankenstein",
  • William Bendix in "Il tesoro di Vera Cruz",
  • David Brian in "Tortura",
  • Leo Carrillo in "Giuramento di sangue",
  • Jack Carson in "Innamorato pazzo",
  • Robert Douglas in "Omicidio",
  • Peter Lorre in "Le spie",
  • Frank Lovejoy in "La belva dell'autostrada",
  • Barton Maclane in "Angelo in esilio",
  • Thomas Mitchell in "Viaggio senza fine/Il lungo viaggio di ritorno",
  • Jack Palance in "L'evaso di San Quintino",
  • Broderick Crawford in "Il bidone" (Augusto),
  • Edmund Lowe in "Pranzo alle otto" (ridopp.),
  • Noël Roquevert in "Fanfan la Tulipe" (Fortebraccio),
  • Toshiro Mifune in "Rashomon" (Tajomaru),
  • Voce narrante in "La corazzata Potemkin",
  • Voce narrante in "La Bibbia" (1966),
  • Voce narrante in "La fabbrica di cioccolato",
  • Voce narrante in "Noi siam nati chissà quando chissà dove" (2005),
  • "Bongo e i tre avventurieri" (Voce del Gigante),
  • "Up" (Voce di Charles Muntz).
  • "La luna nel deserto (2008)" (Voce di Nonno Gazza).

Registrazioni poetiche

Celebri le sue dizioni poetiche da Dante, Lucrezio, Carducci, Leopardi, Neruda, García Lorca, che vengono registrate su disco in vinile negli anni cinquanta e sessanta (recentemente sono stati registrati anche su CD), divulgando moltissime opere, in particolare quelle di autori di lingua spagnola allora poco conosciuti in Italia, come Lorca e Neruda: il celebre "Lamento per Ignacio Mejias" di Lorca fece vincere alla Fonit Cetra il Disco d'oro per aver superato il milione di copie Negli ultimi anni molte le registrazioni di poesie su CD, di diversi autori e per diverse produzioni. Dal 2002 ha realizzato alcuni CD di una collana con registrazioni di brani di poeti e filosofi, commentati da musiche appositamente create, e un CD di poesie scritte da lui stesso.

Esperienza politica e massonica

Venne iniziato in Massoneria nel 1947 presso la Loggia Alpi Giulie n.150 all'Oriente di Roma.

Alle elezioni amministrative del 1960 fu uno dei tre consiglieri comunali eletti a Roma tra le fila del Partito Radicale, che nell'occasione era alleato del PSI: gli altri due erano Leopoldo Piccardi e Antonio Cederna.

Attività teatrale

Anni trenta

La serenata al vento di Carlo Veneziani, regia di Alberto Bracaloni; 1935

La dodicesima notte di William Shakespeare, regia di Pietro Sharoff; 1938

L'Alcalde di Zalamea di Calderon de la Barca, regia di Raffaello Melani

Rappresentazione di Santo Ignazio (Anonimo del XV secolo), regia di G. Pacuvio 1939

Frenesia di Charles de Peyret-Chappuis, regia di Edoardo Anton

La vita è sogno di Calderon de la Barca, regia di Nino Meloni

Le Allegre Comari di Windsor di William Shakespeare, regia di Pietro Scharoff

Anni quaranta

I Masnadieri di Friedrich Schiller, regia di Guido Salvini 1941

I Fratelli Castiglioni di Alberto Colantuoni, regia di Cesare Meano 1942

L'Arco di Ulisse di Gerhart Hauptmann

La Nascita di Salomè, regia di Cesare Meano

La ragazza indiavolata di Ralph Benatzky, Teatro Quirino 9 luglio 1943

La Parte di Marito di Vincenzo Tieri

La Vedova Allegra, di Franz Lehar

Il Marchese di Priolà di Henry Lavedan

Non Rinuncio all'Amore di Giovanni Bokay

Papà di Gaston Arman De Caillavet e Robert De Flers

Piccoli Traguardi di Giovanni Mosca

La brava gente di Irwin Shaw, regia di Jean Giraudoux, Teatro Eliseo 1945

La luna è tramontata di John Steinbeck, regia di Vito Pandolfi, (Teatro Quirino di Roma, 15 febbraio)

Arsenico e vecchi merletti di Joseph Kesselring, regia di Ettore Giannini

La bella avventura di Caillavet e De Flers, regia di Ettore Giannini

Parenti Terribili di Jean Cocteau, regia di Luchino Visconti, Compagnia del Teatro Eliseo

Enrico IV di Luigi Pirandello

La quinta colonna di Ernest Hemingway, regia di Luchino Visconti, Compagnia del Teatro Eliseo di Roma

La via del tabacco di Jack Kirkland (dal romanzo di Erskine Caldwell), regia di Luchino Visconti, Teatro Quirino di Roma 16 aprile 1946

Mia sorella Evelina di J. Fields e J. Chodorov, regia di Guido Salvini

Susanna e i peccatori regia di Tullio Carminati

Delitto e castigo di Gaston Baty (da Fëdor Dostoevskij), regia di Luchino Visconti

La Madre degli emigranti di Turi Vasile e Alberto Perrini, regia di Nino Meloni, Basilica di Massenzio, 6 luglio

Il Ritratto di Dorian Gray di Oscar Wilde, regia di Guido Salvini, Teatro Quirino

Incantesimo di Philip Barry, regia di Gerardo Guerrieri, Teatro delle Arti, Roma, 7 febbraio

Appuntamento a Senlis di Jean Anouilh, regia di Guido Salvini, 1947

Candida di George Bernard Shaw, regia di Alessandro Brissoni, (Compagnia Ferrati-Cortese-Scelso)

La fine della Signora Cheiney di Frederick Lonsdale

Fiera delle maschere (da Ruzante e Moliere), riduzione di Vito Pandolfi e Luigi Squarzina, regia di Luigi Squarzina

Sposateci, Signore…! di Jean De Létraz, regia di Alessandro Brissoni

L'Uomo e il Fucile di Sergio Sollima, regia di Luigi Squarzina, Praga

Anfitrione 38 di Jean Giradoux, regia di Alessandro Brissoni, Teatro Quirino, 23 dicembre

Cristo ha ucciso di Gian Paolo Callegari, regia di Guido Salvini, Compagnia Straordinaria di G. Salvini, Teatro La Fenice di Venezia, 1948

Una bella domenica di settembre di Ugo Betti, regia di Turi Vasile, Teatro Quirino di Roma

Edipo Re di Eschilo, regia di Guido Salvini, Comp. Straordinaria di G. Salvini, Teatro Olimpico di Vicenza

La porta chiusa di Marco Praga, regia di Alessandro Brissoni, Teatro Quirino

Scendete..vi chiamano di Jean De Letraz, regia di Alessandro Brissoni

I due mondi di Rose Franken, regia di Alessandro Brissoni, compagnia Ferrati-Scelzo-Cortese-Marchiò

Stefano di Jacques Déval, regia di Enzo Ferrieri

Il regno animale di Philip Barry, regia di Luigi Squarzina

La notte del 16 gennaio di Ayn Rand, regia di Guglielmo Cortese, Ente Teatrale Italiano, Teatro Quirino

Ardelia o La Margherita di Jean Anouilh, regia di Alessandro Brissoni, Compagnia Cortese-Bagni-Cimara, Teatro Valle di Roma, 25 marzo 1949

Giulio Cesare di William Shakespeare, regia di Guido Salvini, Compagnia del Festival Drammatico, Teatro Romano di Verona

Medea di Euripide, regia di Guido Salvini, Istituto Nazionale del Dramma Antico, Teatro Olimpico di Vicenza

Le Mani Sporche di Jean Paul Sartre, regia di Alessandro Brissoni

L'Avaro di Molière, regia di Luciano Salvi, Teatro Ateneo

Vivere Così di Dino Falconi

Proibito al Pubblico di Rogers Dornès e Jean Marsan, regia di Alessandro Brissoni

I Masnadieri di Friedrich Schiller, regia di Guido Salvini

Anni cinquanta

I Persiani di Eschilo, regia di Luigi Squarzina, Istituto Nazionale del Dramma Antico, Teatro Greco di Siracusa, 12 maggio 1950

Le Baccanti di Euripide, regia di Luigi Squarzina, Istituto Nazionale del Dramma Antico, Teatro Greco di Siracusa

Peer Gynt di Henrik Ibsen, regia di Vittorio Gassman, Compagnia del Teatro nazionale, Teatro Valle di Roma

Sofonisba di Giangiorgio Trissino, regia di Giorgio Strehler, Teatro Olimpico di Vicenza

Antigone di Sofocle, regia di Guido Salvini, Teatro Olimpico di Vicenza

Commedia degli Straccioni di Annibal Caro, regia di Guido Salvini, Compagnia Teatro Nazionale

Caterina da Siena di Cesare Vico Ludovici, regia di Fernando De Crucciati

I Fratelli di Publio Terenzio Afro, regia di Luigi Squarzina, Teatro Greco di Acrae

La Cameriera Brillante di Carlo Goldoni, regia di Lucio Chiavarelli

Anna per mille giorni di Maxwell Anderson, regia di Guido Salvini, Teatro Valle, 1951

Detective story, di Sidney Kingsley, regia di Luigi Squarzina, Compagnia del Teatro Nazionale

Il libro di Cristoforo Colombo di Paul Claudel, regia di Guido Salvini

Giulietta e Romeo di William Shakespeare, regia di Guido Salvini, Teatro Valle

La Casa Nova di Carlo Goldoni, regia di Carlo Lodovici, Teatro di Palazzo Grassi (Venezia)

Yo, el Rey di Bruno Cicognani, regia di Guido Salvini

Un mese in campagna di Ivan Turgenev, regia di Orazio Costa, Teatro Odeon di Milano, 1952

Le Nuvole di Aristofane, regia di Giulio Pacuvio, Istituto Nazionale del Dramma Antico

Pseudolus di Plauto, regia di Giulio Pacuvio, Istituto Nazionale del Dramma Antico

Lazzaro di L. Pirandello, regia di Claudio Fino, Compagnia Pagnani

La Fiaccola sotto il moggio di Gabriele D'Annunzio, regia di Corrado Pavolini

Capitan Carvallo di Denis Cannan, regia di Mario Ferrero, Compagnia Italiana di Prosa, Teatro Carignano

Chéri di Léopold Marchand (da Colette), regia di André Barsacq, Compagnia Italiana di Prosa, Teatro Duse

Giulio Cesare di W. Shakespeare, regia di G. Strelher, Compagnia del Piccolo Teatro della Città di Milano, Piccolo Teatro di Milano, 1953

Anfitrione di Plauto, regia di Jean Giraudoux, comp. Teatro Eliseo di Roma, Palazzo dei Diamanti a Ferrara, 1955

Pseudolus di Plauto, regia di Giulio Pacuvio, Compagnia del Dramma Antico, Teatro Romano di Ostia

Le Nuvole di Aristofane, regia di Giulio Pacuvio, Compagnia del Dramma Antico, Teatro Romano di Ostia

Veglia d'armi di D. Fabbri, regia di Orazio Costa, Istituto Dramma Popolare, Teatro Olimpia di Milano, 1956

Paura di me di V. Bompiani, regia di Daniele D'Anza, Comp. Teatrale Italiana Teatro delle Arti

Noi due di Alessandro De Stefani, regia di Mario Landi, Compagnia Teatrale Italiana, Teatro delle Arti di Roma

La professione della signora Warren di George Bernard Shaw, regia di Mario Ferrero, Compagnia Pagnani-Villi-Foà, Teatro Eliseo di Roma

Adorabile Giulia di Marc Gilbert Sauvajon, regia di Daniele D'Anza, Compagnia Pagnani-Villi-Foà-Ferzetti, Teatro Eliseo di Roma

Musica di foglie morte di Pier Maria Rosso di San Secondo, regia di Alberto Gagliardelli

Casa di Bambola di Henrik Ibsen, regia di Luciano Lucignani

Ma non è una cosa seria di Luigi Pirandello, regia di Luigi Squarzina comp. Pagnani-Villi-Foà-Ferzetti, 1957

Signori buonasera di A. Foà, regia di A. Foà, Compagnia Pagnani-Villi-Foà-Ferzetti, Teatro Odeon di Milano

La figlia di Jorio di Gabriele D'Annunzio, regia di Luigi Squarzina

La Commedia degli Equivoci di W. Shakespeare, regia di Mario Ferrero, 1958

Racconto d'Inverno di W. Shakespeare, regia di Guido Salvini, 1959

Commedia degli Straccioni di Annibal Caro, regia di Guido Salvini

Miles gloriusus di Plauto, regia di Giulio Pacuvio

Anni sessanta

Due in altalena di William Gibson, regia di A. Foà, Teatro Eliseo di Roma, 1960

La terra è rotonda di Armand Salacrou regia di Roberto Guicciardini

Giulietta e Romeo di W. Shakespeare, regia di Franco Enriquez, Teatro Romano di Verona

Rashomon di Fay e Kanin, (dal film di Akira Kurosawa), regia di Arnoldo Foà, 1961

I Turchi se la giocano a primiera di Alfio Beretta, regia di Arnoldo Foà, Teatro Nuovo di Milano

Pene d'amor perdute di William Shakespeare, regia di Franco Enriquez, Compagnia Stabile della città di Napoli, Teatro Mercadante

Un giorno nella vita di... di Jack Popplewell, regia di Umberto Benedetto, Piccolo Teatro Stabile della città di Firenze

Anfitrione di Plauto, regia di Silverio Blasi, Centro Teatrale Italiano, 1962

Ifigenia di Ildebrando Pizzetti e Alberto Perrini, regia di Aldo Vassallo Mirabella, Teatro dell'Opera di Roma

Il Pipistrello di Johann Strauss Jr, regia di Herbert Graf, Direttore d'orchestra Samuel Krachmalnick, regia teatrale Arnoldo Foà, Teatro dell'Opera di Roma

I Masteroidi di Marcel Aymè, regia di A. Foà, 1963

Notti a Milano di Carlo Terron, regia di A. Foà

La Lanzichenecca di Vincenzo di Mattia, regia di Virginio Puecher, Compagnia del Piccolo Teatro di Milano, 1964

Eracle di Euripide, traduzione di Salvatore Quasimodo, regia di Giuseppe Di Martino, Istituto Nazionale del Dramma Antico, Teatro Greco di Siracusa

Andromaca di Euripide, regia di Mario Ferrero, Istituto Nazionale del Dramma Antico, Teatro Greco di Siracusa

Canti e poesie della libertà, regia di Raffaele Maiello, testi a cura di Arnoldo Foà e Gigi Lunari, Teatro Lirico di Milano, 1965

Re Cervo da Carlo Gozzi, regia di Andrea Camilleri

Ruy Blas di Victor Hugo, regia di Mario Ferrero, Teatro Duse di Bologna, 1966

Il testimone di A. Foà, regia di Arnoldo Foà, Teatro Duse di Bologna

La stanza degli Ospiti di Brunello Rondi, regia di A. Foà, Teatro della Cometa

I Menecmi di Plauto, traduzione di Ettore Paratore, regia di Accursio Di Leo, Istituto Nazionale del Dramma Antico

La Pace di Aristofane, regia di A. Foà, Istituto Nazionale del Dramma Antico, 1967

Zio Vania di Anton Checov, regia di Pietro Sharoff, Teatro Centrale di Roma, 1968

Golem di Alessandro Fersen, regia di A. Fersen, E.T.I. Teatro La Pergola di Firenze, 1969

Malatesta di Henry de Montherlant, traduzione di Mario Moretti, regia di José Quaglio

Anni settanta

Il Burbero Benefico di Carlo Goldoni, regia di Carlo Lodovici, ripresa televisiva 22 dicembre 1970

Diana e la Tuda di L. Pirandello, regia di Arnoldo Foà, Teatro Stabile di Palermo, 1971

Flavia e le sue Bambole di Salvato Cappelli, regia di Giorgio Prosperi, Fondazione Andrea Biondo Compagnia Stabile di Palermo

The entertainer di John Osborne, regia di Arnoldo Foà, Compagnia Teatro San Babila di Milano, 1972

Per una giovinetta che nessuno piange di Renato Mainardi, regia di Arnoldo Foà

Lisistrata di Aristofane, regia di Daniele DAnza, Istituto Nazionale del Dramma Antico, Teatro Greco di Siracusa

Vecchi vuoti a rendere di Maurizio Costanzo, regia di Arnoldo Foà, Teatro Valle 1973

Miles Gloriosus di Plauto, trad. e ridu. di A. Foà, regia di A. Foà, Compagnia Attori Riuniti

Lestro del Poeta di Eugene ONeill, regia di Enrico Colosimo

La folle Amanda di Pierre Barillet e Jean-Pierre Grédy, regia di Arnoldo Foà, Compagnia del Teatro Comico, Teatro Duse di Bologna, 1974

Maschere Nude di L. Pirandello, regia di Lambreto Puggelli, Compagnia del Teatro San Babila, 1975

Farsa damore e di gelosia di Mario Amendola e Bruno Corbucci, regia di Filippo Crivelli, Teatro Nuovo di Milano 1976

Un angelo calibro 9 di Nino Marino, regia di A. Foà, Theatritalia/Compagnia del Momento Teatrale, Teatro Duse di Bologna, 1977-1978

La Roba da G. Verga, regia di A. Mazzone

Quella della porta accanto di Nino Marino, regia di A. Foà

Diana e la Tuda di L. Pirandello, regia di Arnoldo Foà, con A. Foà, Teatro Parioli di Roma, 1979.

Anni ottanta

Il lebbroso di Giancarlo Menotti, regia di Giancarlo Menotti, Festival dei Due Mondi, 1980

Il teatro comico di Carlo Goldoni, regia di Augusto Zucchi

Questa sera si recita a soggetto di Luigi Pirandello, regia Marco Parodi, Cooperativa Teatro di Sardegna, 1982

Le Supplici di Eschilo, regia Otomar Krejca, Teatro Greco di Siracusa

L'Angelo Azzurro, adattamento di Aldo Trionfo e Alessandro Giupponi dal testo di Heinrich Mann, regia di Alessandro Giupponi, 1983

Il Settimo Sigillo (da Dipinto su legno di Ingmar Bergman), regia di Lucio Chiavarelli Festival di Borgio Verezzi, 1984

Diana e la Tuda di Luigi Pirandello, regia di A. Foà

Ciavieddu di Salvatore Fiume, regia di Melo Freni, Teatro dei Ruderi di Gibellina, 1985

La corda a tre capi di A. Foà, regia di Arnoldo Foà, Astec - Teatro Stabile dei Giovani

Fiorenza di Thomas Mann, regia di Aldo Trionfo (con la collaborazione di Lorenzo Salveti), 1986

Otello di Giuseppe Verdi (opera lirica), regia di Arnoldo Foà, Auditorium di Cagliari

La Tosca di Victorien Sardou, adattamento e regia di Aldo Trionfo, Teatro Cilea di Napoli, 1988

Lispettore generale di Nicolaj Gogol, regia di Roberto Guicciardini, GITIESSE Spettacoli, 1989

La palla al piede di Georges Feydeau, regia di Armando Pugliese Teatro Quirino di Roma

Un pezzo di paradiso di Steve J. Spears, regia di A. Foà, Taormina Arte

Anni novanta

Don Giovanni e Faust di Christian Dietrich Grabbe, regia di Gino Zampieri, Festival del Teatro Classico, Borgio Verezzi, 1990

L'Ultimo Viaggio di Pirandello di B. Belfiore, regia di P. Gazzara, 1991

Adelchi di A. Manzoni, regia di Federico Tiezzi, produzione Teatro Biondo di Palermo e Teatro Argentina di Roma, Teatro Biondo di Palermo, 1992

La bottega del caffè di C. Goldoni, regia di Mario Missiroli, Produzione Teatro Argentina di Roma

La Pace di Aristofane, trad. di Raffaele Cantarella, adattamento e regia di A. Foà, Teatro Olimpico di Vicenza

Il Corsaro (dal Decamerone di Boccaccio) di Fausto Tapergi, regia di Marco Carniti, 1993-1994

Aulularia di Plauto, regia di Renato Giordano, Teatro Romano di Ostia Antica

Aminta di Torquato Tasso, regia di Luca Ronconi, Produzione Teatro di Roma

Una serata per limpresario teatrale regia di Stefano Mazzonis - Trittico di 3 opere buffe: Il maestro di cappella di D.Cimarosa, Epitaffi sparsi di Ennio Morricone, e L'impresario teatrale di W. A. Mozart. Orchestra Pro Arte Marche diretta da Bruno Rigacci. 1997

La signora della musica di André Ernotte ed Elliot Tiber, adattamento e regia di A. Foà, Cantiere Internazionale d'Arte di Montepulciano e Cubatea, 1998

La rivoluzione di Frà Tommaso Campanella di Mario Moretti, regia di Mario Moretti, Teatro Ghione di Roma, 1999

Diana e la Tuda di Luigi Pirandello, regia di A. Foà, produzione La Pirandelliana Teatro Franco Parenti di Milano 1999 - 2000

Anni duemila

Amphitryon Toujours di Arnoldo Foà, regia di Arnoldo Foà, produzione La Pirandelliana Spoleto Festival 2000, 2000

Ultimo giorno di un condannato a morte, di Giovanni De Feudis, regia di Giovanni De Feudis (da Le dernier jour d'un condamné di Victor Hugo)

L'Igiene dell'Assassino di Amélie Nothomb, regia di Andrea Dosio, Torino Spettacoli, Teatro Erba di Torino, 2001

ll Vantone di Pier Paolo Pasolini (dal Miles Gloriosus di Plauto), regia di Pino Quartullo

Colpevole innocenza di Ronald Harwood, regia di Arnoldo Foà, Compagnia Mario Chiocchio, Teatro Greco di Roma

Pluto di Aristofane, adattamento e regia di A. Foà, 2002

Duse/D'Annunzio di Barbara Amodio, regia di Angelo Gallo

Novecento di Alessandro Baricco, regia di Gabriele Vacis, Produzione Mondrian Kilroy Fund e Irma Spettacoli, 2003-2004

Oggi di Arnoldo Foà, regia di A. Foà, con A. Foà, produzione La Pirandelliana, Teatro Ghione di Roma, 2005

Patrizia, il Musical, di Arnoldo Foà, Teatro Sistina (solo autore)

Sul lago dorato di Ernest Thompson (adatt. di Nino Marino), regia di Maurizio Panici, produzione La Pirandelliana Festival di Borgio Verezzi 2006 - 2008

Scene dalla vita di Mozart testo di Lorenzo Arruga, musica di Albert Lortzing, regia Dan Jemmett, direzione musicale Paolo Arrivabeni, con Arnoldo Foà, Teatro Comunale di Bologna 2006

Notturno Etrusco di Carla Baldini, con Carla Baldini (voce), Piero Bronzi (sax), Andrea Pellegrini (pianoforte), Nino Pellegrini (contrabbasso): Scansano; Pistoia Festival; Paganico, Castello di Monte Antico; Civita Castellana, Forte Sangallo, "Civita Festival"; Peccioli, Undici Lune di Peccioli, Anfiteatro Fonte Mazzola (2007 - 2008)

Io, Arturo Toscanini, di Piero Melograni, regia di Giulio Farnese, Teatro Politeama Pratese 2007

Il vecchio è scappato, una fuga ancora possibile, di Luis Gabriel Santiago, regia di Luis Gabriel Santiago, Teatro Romano di Spoleto 2007

Filmografia

  • Crispino e la comare, regia di Vincenzo Sorelli (1938)
  • Ettore Fieramosca, regia di Alessandro Blasetti (1938)
  • L'orizzonte dipinto, regia di Guido Salvini (1941)
  • O sole mio, regia di Giacomo Gentilomo (1945)
  • Il testimone, regia di Pietro Germi (1945)
  • Un giorno nella vita, regia di Alessandro Blasetti (1946)
  • Fuga nella tempesta, regia di Ignazio Ferronetti (1947)
  • Fumeria d'oppio, regia di Raffaello Matarazzo (1947)
  • La figlia del capitano, regia di Mario Camerini (1947)
  • L'eroe della strada, regia di Carlo Borghesio (1948)
  • Il grido della terra, regia di Duilio Coletti (1948)
  • Yvonne la nuit, regia di Giuseppe Amato (1949)
  • Marechiaro, regia di Giorgio Ferroni (1949)
  • Adamo ed Eva, regia di Mario Mattoli (1949)
  • Il vedovo allegro, regia di Mario Mattoli (1950)
  • Totò sceicco, regia di Mario Mattoli (1950)
  • Il leone di Amalfi, regia di Pietro Francisci (1950)
  • Il brigante Musolino, regia di Mario Camerini (1950)
  • Domani è un altro giorno, regia di Léonide Moguy (1950)
  • I cadetti di Guascogna, regia di Mario Mattoli (1950)
  • Peppino e Violetta, regia di Maurice Cloche (1950)
  • Bellezze in bicicletta, regia di Carlo Campogalliani 1951
  • Lorenzaccio, regia di Raffaello Pacini (1951)
  • Verginità, regia di Leonardo De Mitri (1951)
  • Il tradimento, regia di Riccardo Freda (1951)
  • Amore rosso, regia di Aldo Vergano (1952)
  • Altri tempi, regia di Alessandro Blasetti (1952) - (epis. Questioni di interesse)
  • Imbarco a mezzanotte, regia di Joseph Losey (1952)
  • Processo contro ignoti, regia di Guido Brignone (1952)
  • 5 poveri in automobile, regia di Mario Mattoli (1952)
  • Viva il cinema!, regia di Giorgio Baldaccini e Enzo Trapani (1952)
  • Lucrezia Borgia (Lucrèce Borgia) di Christian-Jaque (1953)
  • La mano dello straniero, regia di Mario Soldati (1953)
  • La storia del fornaretto di Venezia, regia di Giacinto Solito (1953)
  • Ivan, il figlio del diavolo bianco, regia di Guido Brignone (1953)
  • Infame accusa, regia di Giuseppe Vari (1953)
  • Viva la rivista!, regia di Enzo Trapani (1953)
  • Sangue e luci (Sangre y luces), regia di Georges Rouquier e Ricardo Munoz (1954)
  • Angela, regia di Edoardo Anton (1954)
  • Il cardinale Lambertini, regia di Giorgio Pastina (1954)
  • Rosso e nero, regia di Domenico Paolella (1954)
  • Avanzi di galera, regia di Vittorio Cottafavi (1954)
  • La figlia del forzato, regia di Gaetano Amata (1954)
  • Chéri-Bibi - il forzato della Guiana, regia di Marcello Pagliero (1955)
  • Totò e Carolina, regia di Mario Monicelli (1955)
  • Destinazione Piovarolo, regia di Domenico Paolella (1955)
  • Non c'è amore più grande, regia di Giorgio Bianchi (1955)
  • Cantami: Buongiorno Tristezza!, regia di Giorgio Pàstina (1955)
  • Il vetturale del Moncenisio, regia di Guido Brignone (1956)
  • Difendo il mio amore, regia di Giulio Macchi e Vincent Sherman (non accreditato) (1956)
  • Io, Caterina, regia di Oreste Paolella (1957)
  • Ho giurato di ucciderti (La venganza), regia di Juan Antonio Bardem (1958)
  • Ora X: Gibilterra o morte! (Silent Enemy) di William Fairchild (1958)
  • Pia de' Tolomei (film 1958), regia di Sergio Grieco (1958)
  • La peccatrice del deserto, regia di Steve Sekely e Gianni Vernuccio (1959)
  • La congiura dei Borgia, regia di Antonio Racioppi (1959)
  • Le notti di Lucrezia Borgia, regia di Sergio Grieco (1959)
  • Cartagine in fiamme, regia di Carmine Gallone (1959)
  • Gli amanti del deserto (Los amantes del desierto), regia di Goffredo Alessandrini, Fernando Cerchio, León Klimovsky, Ricardo Muñoz Suay e Gianni Vernuccio (1959)
  • Salambò, regia di Sergio Grieco (1960)
  • La sposa bella (The Angel Wore Red), regia di Nunnally Johnson (1960)
  • Il capitano del re (Le Capitan), regia di André Hunebelle (1961)
  • Le canaglie (Les canailles), regia di Maurice Labro (1961)
  • Heaven on earth, regia di Robert B. Spafford (1961)
  • Cinque ore in contanti (Five Golden Hours), regia di Mario Zampi (1961)
  • I tartari, regia di Richard Thorpe (1961)
  • Barabba, regia di Richard Fleischer (1962)
  • Damon and Phitias, regia di Curtis Bernhart 1962
  • Il tiranno di Siracusa, regia di Alberto Cardone (1962)
  • Le sette folgori di Assur, regia di Silvio Amodio (1962)
  • Il processo (Le procès) regia di Orson Welles (1962)
  • Cronache di un convento (The Reluctant Saint), regia di Edward Dmytryk (1962)
  • I cento cavalieri, regia di Vittorio Cottafavi (1964)
  • Judith, regia di Daniel Mann 1965
  • Oltraggio al pudore, regia di Silvio Amodio (1965)
  • Il figlio di Cleopatra, regia di Ferdinando Baldi (1965)
  • Il marinaio di Gibilterra, (The Sailor from Gibraltat), regia di Tony Richardson (1967)
  • L'uomo venuto dal Kremlino, regia di Michael Anderson (1968)
  • Borsalino, regia di Jacques Deray (1969)
  • Causa di divorzio, regia di Marcello Fondato (1971)
  • Incensurato provata disonestà carriera assicurata cercasi, regia di Marcello Baldi (1972)
  • Il sorriso del grande tentatore, regia di Damiano Damiani (1973)
  • Primo tango a Roma - Storia d'amore e di alchimia, regia di Lorenzo Gicca Palli (1973)
  • Il domestico, regia di Luigi Filippo D'Amico (1974)
  • L'arbitro, regia di Luigi Filippo D'Amico (1974)
  • Il giocattolo, regia di Giuliano Montaldo (1978)
  • Cento giorni a Palermo, regia di Giuseppe Ferrara (1984)
  • L'attenzione, regia di Giovanni Soldati (1985)
  • La puttana del re (La putain du roi), regia di Axel Corti (1990)
  • Gioco da vecchi, regia di Andrea Zaccariello - cortometraggio (1995)
  • Ardena, regia di Luca Barbareschi (1997)
  • Crimine contro crimine, regia di Aldo Florio - cortometraggio (1998)
  • I giudici - Excellent Cadavers regia di Ricky Tognazzi - film TV (1999)
  • Asini, regia di Antonello Grimaldi (1999)
  • Tutti gli uomini del deficiente, regia di Paolo Costella (1999)
  • Ti voglio bene Eugenio, regia di Francisco José Fernandez (2001)
  • Calmi cuori appassionati (Reisei to jônetsu no aida), regia di Isamu Nakae (2001)
  • Anime veloci, regia di Pasquale Marrazzo (2002)
  • Ti spiace se bacio mamma?, regia di Alessandro Benvenuti (2003)
  • Gente di Roma, regia di Ettore Scola (2003)
  • Noi siam nati chissà quando, chissà dove, regia di Andrea Canepari e Francesco Barbieri (2005)
  • La febbre, regia di Alessandro D'Alatri (2005)
  • Lezione di stile, regia di Franco Fraternale - cortometraggio (2005)
  • Legami di sangue, regia di Paola Columba (2006)
  • Antonio Guerriero di Dio, regia di Antonello Bellucco (2006)
  • Quale amore, regia di Maurizio Sciarra (2006)
  • Il 7 e l'8, regia di Salvatore Ficarra, Valentino Picone e Giambattista Avellino (2007)
  • La rabbia, regia di Louis Nero (2008)
  • Le ombre rosse, regia di Citto Maselli (2009)
  • Ce n'è per tutti, regia di Luciano Melchionna (2009)

 

Televisione

Anni cinquanta

Candida, di George Bernard Shaw, regia di Mario Ferrero (1954)

La sera del sabato, commedia di Guglielmo Giannini (1955)

Capitan Fracassa, regia di Anton Giulio Majano (1958)

Casa di bambola, regia di Vittorio Cottafavi (1958)

Le avventure di Nicola Nickleby, regia di Daniele D'Anza (1958)

L'isola del tesoro, regia di Anton Giulio Majano (1959)

Anni sessanta

Quando amor comanda, regia di Vittorio Cottafavi (1960)

Tales of the Vikings (1 episodio, 1960)

Operazione Vega, regia di Vittorio Cottafavi (1962)

Nella terra di Don Chisciotte, regia di Orson Welles (1964)

Il giornalino di Gian Burrasca, regia di Lina Wertmüller (1964)

La potenza delle tenebre, regia di Vittorio Cottafavi (1965)

Le mie prigioni, regia di Sandro Bolchi (1968)

Le inchieste del commissario Maigret (1 episodio, 1968)

La freccia nera (7 episodi, 1968-1969)

Anni settanta

Marcovaldo, di Giuseppe Bennati (1970)

I racconti di Padre Brown, regia di Vittorio Cottafavi (1970)

Le cinque giornate di Milano, regia di Leandro Castellani (1970)

Orfeo in Paradiso, regia di Leandro Castellani (1971)

Napoleone a Sant'Elena, regia di Vittorio Cottafavi (1973)

Madigan (1 episodio, 1973)

Scuola serale per aspiranti italiani, regia di Enzo Trapani (1977)

Racconti di fantascienza (1 episodio, 1979)

Paura sul mondo, regia di Domenico Campana (1979)

Bel Ami, regia di Sandro Bolchi (1979)

Anni ottanta

L'esclusa, regia di Piero Schivazappa (1980)

Gelosia, regia di Leonardo Cortese (1980)

Castigo senza delitto, regia di Fabio Piccioni (1981)

I racconti del maresciallo (6 episodio, 1984)

Anni novanta

Pronto soccorso 2, regia di Francesco Massaro (1992)

Nostromo (Joseph Conrad's Nostromo), regia di Alastair Reid – miniserie TV (1996)

Due per tre, (1 episodio 1997)

Leo e Beo, regia di Rossella Izzo (1998)

Il mastino, regia di Ugo Fabrizio Giordani e Francesco Laudadio (1998)

Una donna per amico, regia di Rossella Izzo (1998)

La strada segreta, regia di Claudio Sestieri (1999)

Torniamo a casa, regia di Valerio Jalongo (1999)

Liebe und weitere Katastrophen, regia di Bernd Fischerauer (1999)

Fine secolo, regia di Gianni Lepre (1999)

I giudici - Excellent Cadavers, regia di Ricky Tognazzi (1999)

Anni duemila

Casa famiglia, regia di Riccardo Donna (2000)

Der Solist - Niemandsland, regia di Thomas Freundner (2001)

Fabio Montale (1 episodio, 2002)

Il Papa buono, regia di Ricky Tognazzi (2003), nel ruolo del cardinale Alfredo Ottaviani

Frank Riva, (3 episodi, 2004)

Carabinieri - Sotto copertura, regia di Raffaele Mertes (2005)

Nebbie e delitti (1 episodio, 2005)

Ricomincio da me, regia di Rossella Izzo (2005)

La vita è arte. Renato Guttuso, l'artista e il suo tempo, regia di Giancarlo Bocchi - documentario (2012) - solo voce

Noi siam nati chissà quando chissà dove, regia di Andrea Canepari - documentario (2012) - solo voce

Prosa radiofonica RAI

Il vento notturno di Ugo Betti regia Anton Giulio Majano, 2 marzo 1946, primo programma;

La vecchia e veridica storia di Rumpelstilzkin di Francis Collinson, regia Anton Giulio Majano 15 gennaio 1950 rete rossa;

Faust, di Wolfgang Goethe, regia di Corrado Pavolini, trasmessa il 14 ottobre 1953;

Pilato di Giuseppe Di Martino e Antonio Santoni Rugiu, regia di Giandomenico Giagni, 1955

Una moglie per Giasone, radiocommedia di Enzo Maurri, regia di Nino Meloni, trasmessa sabato 23 giugno 1956, nel programma nazionale ore 21.

L'uomo che fermò Hitler di Elisa Savi, regia di Claudio Laiso, RSI Retedue, 2000

Pubblicazioni

Durante il Premio di poesia Alfonso Gatto, l'incontro con il poeta Beppe Costa (premiato in quella occasione e del quale leggerà alcune poesie nel corso degli anni) porterà Foà a pubblicare in tre anni due romanzi (da tempo nel cassetto) e un libro di poesie con la Pellicanolibri casa editrice del poeta. Nel 1998 pubblica per Gremese un manuale di recitazione che è anche racconto della sua lunga attività artistica.

Nel 2008 con l'editore ferrarese Corbo Editore ha pubblicato un romanzo scritto durante gli anni trascorsi all'estero (Joanna. Luzmarina), e con Sellerio ha nel 2009 pubblicato la sua "Autobiografia un artista burbero"

Le Pompe di Satana, Pref. di Beppe Costa; Pellicanolibri, 1990

La Formica, Pellicanolibri; 1991

La costituzione di Prinz; Pellicanolibri, 1992

Recitare, I miei primi sessant'anni di teatro; Piccola Biblioteca delle Arti, Gremese editore 1998

Joanna. Luzmarina, Corbo Editore, 2008

Autobiografia di un artista burbero Sellerio Editore 2009

Discografia parziale

Album

1965 - Cinque voci per Pascoli (Cetra, - Collana Letteraria Documento, CLC 0834, LP) con Alberto Lupo, Antonio Crast, Paolo Carlini, Vittorio Gassman

1969 - Il mare (Warner Bros. Records, WSL 1670, LP) con The San Sebastian Strings

1975 - Arnoldo Foà legge Francesco Messina (Durium, FM 001, LP)

1995 - Federico Garcia Lorca (Warner Music)

1995 - Francesco Petrarca (Warner Music) con Giorgio Albertazzi

1996 - Poesia d'amore spagnola contemporanea (Warner Music)

1997 - Lettere dei condannati a morte della resistenza (Warner Music) con Anna Proclemer

1998 - I canti di Leopardi recitati da Arnoldo Foà (Micromega - Gruppo Editoriale L'Espresso)

2001 - Omaggio a Chopin e Leopardi (L'Eubage) con al piano Giorgio Costa

2002 - Le parole del cuore (Lettera A Records, CD+Libro)

2003 - I Fioretti di San Francesco (Tactus) con all'organo Giorgio Fabbri

2003 - Vittore Veneziani (Tactus)

2003 - Harijan La carezza di Dio – Lettere di Padre Cesare Pesce (Edizioni Musicali San Paolo)

2003 - Un Mar Deserto (World Premiere Recording) testi di Alessandro Grego

2004 - La natura dell'amore (New Project)

2004 - Il cielo è amico mio (Lettera A Records, CD+Libro)

2004 - L'amore e la vita (Lettera A Records, CD+Libro)

2005 - Storie di tango – Le musiche di Astor Piazzolla, le parole di Jorge Luis Borges

2005 - Sherazade (Full Color Sound) con Lella Costa

2005 - Cyrano (Lettera A Records, CD+Libro)

2006 - La Divina Commedia (Warner Music) con Giorgio Albertazzi, Tino Carraro, Romolo Valli

2006 - La passione e la ragione (Lettera A Records, CD+Libro)

2006 - Il mondo è uno specchio (Lettera A Records, CD+Libro)

2006 - La mia patria (Lettera A Records, CD+Libro)

2007 - In compagnia di Arnoldo Foà (Warner Music)

2008 - Il maestro e la via giusta (Lettera A Records, CD+Libro)

Anch'io poeta Lettera A Records, CD+Libro

La matita di Dio (Lettera A Records, CD+Libro)

Tra… punti di stelle (Lettera A Records, CD+Libro)

Leopardi - Canti (Cetra, CLC 0829, LP) con Giorgio Albertazzi, Vittorio Gassman, Alberto Lupo

Singoli

1961 - Spoon River Anthology N° 1 (Cetra - Collana Letteraria Documento, CL. 0478, 7") con Paolo Carlini, Vera Gherarducci, Elsa Merlini

1969 - Da Brolio gli auguri di Arnoldo Foà (Casa Vinicola Barone Ricasoli, R 1969, 7")

1974 - Ora so (Maintenant je sais)/Mastro Corvo e Giulietta Volpe (Durium, Ld A 7868, 7")

Collaborazioni

2003 - Frankie HI-NRG MC Ero un autarchico (RCA, CD) Arnoldo Foà partecipa al brano Morsi e rimorsi

Onorificenze e riconoscimenti

Cavaliere di gran croce dell'Ordine al merito della Repubblica italiana - nastrino per uniforme ordinariaCavaliere di gran croce dell'Ordine al merito della Repubblica italiana

— 5 ottobre 1998

Negli anni sessanta è eletto consigliere comunale di Roma per il Partito Radicale. Nel 2001 l'allora sindaco di Roma, Francesco Rutelli, ha festeggiato in Campidoglio il suo ottantacinquesimo compleanno. Nel 2005 si è formato un comitato per sostenere la nomina di Arnoldo Foà a senatore a vita.

Alcuni tra i premi più recenti:

Una vita per il teatro, Taormina Arte (1989);

Premio Salvo Randone Sciacca (1999)

Premio Ernesto Calindri Certaldo (2001)

Premio Flaiano (2003);

Nastro d'Argento per "Gente di Roma" (2004);

Premio De Sica (2004);

Premio Campidoglio, (2004);

Premio Silone (2005);

La Lupa Capitolina (24/01/2006);

Medaglia dell'Università degli Studi di Ferrara (2006)

Premio Città Di Ferrara (2006)

Premio Dessì (2006);

Premio Ermete Novelli- IV edizione Bertinoro, 1º settembre 2007;

Premio Radio Rai "Microfono di cristallo" testimone della radiofonia di cultura diretta da Umberto Benedetto (2008);

Premio Persefone. Il teatro in televisione (2008);

Premio della Stampa alla carriera Ferrara (2008)

Diploma Honoris Causa. Centro Sperimentale di Cinematografia - Scuola Nazionale di Cinema (2008);

Premio Imaie alla carriera (2009)

Targa Paolo Volponi Bologna (2009)

Cittadinanza onoraria della Città di Vetralla (VT) (2012)

La versione completa della biografia è disponibile al link: http://it.wikipedia.org/wiki/Arnoldo_Foà 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna in alto