Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.

Menu
RSS
ARTONAUTI, L’ALBUM DI FIGURINE PER CHI VUOLE VIAGGIARE NELL’ARTE

ARTONAUTI, L’ALBUM DI FIGURINE PER …

L’approccio al mondo dell...

Secondo messaggio nella bottiglia

Secondo messaggio nella bottiglia

Sono sicura che la maggio...

Osservazioni dal web

Osservazioni dal web

Sono due giorni che la mi...

La terra non appartiene all’uomo, è l’uomo che appartiene alla terra

La terra non appartiene all’uomo, è…

“Quando avrete abbattuto ...

Klingande: “L’Album è pronto”

Klingande: “L’Album è pronto”

Un successo cresciuto “a ...

QUANTO SEI BELLA ROMA (IN UN GIORNO E MEZZO)

QUANTO SEI BELLA ROMA (IN UN GIORNO…

Il poco tempo e la poca d...

La contraddizione è ricchezza, è umanità: il viaggio di Nic Sarno

La contraddizione è ricchezza, è um…

Nic Sarno è senza dubbio ...

Not For Us: l’eleganza del silenzio

Not For Us: l’eleganza del silenzio

C’È QUALCOSA DI SPECIALE ...

Ricordi

Ricordi

Quando ero ragazzina, al ...

Nuovi tentativi di imporre "accordi regionali"

Nuovi tentativi di imporre "ac…

Verso l'ultimo anno del s...

Prev Next
A+ A A-

Labirinto d'amore - lo chiamano femminicidio

Labirinto d'amore - lo chiamano femminicidio

"Non è una novità. L’amore, si sa, è da sempre un labirinto, un viaggio nell’esperienza del limite. Proprio come un labirinto, l’amore pone gli uomini e le donne davanti alla possibilità di restare da soli, di accettare il disorientamento, la perdita e lo smarrimento. Un uomo che minaccia, molesta e uccide una donna non è un uomo malato o innamorato, ma è un uomo che non accetta il fallimento della propria vita amorosa, che non si interroga sui motivi dell’abbandono, che, sostituendo la parola con l’odio, la rabbia e l’annientamento dell’altro, oltrepassa il limite insito nel labirinto d’amore". 

Questo lo scenario da cui partiranno i lavori del convegno "Labirinto d'Amore: lo chiamano femminicidio" in programma domani, sabato 21 settembre 2013, alle ore 09:00 presso Palazzo Primavera in via Giordano Bruno,3 a Terni. La particolarità di questo evento - spiega il nostro criminologo Dott. Francesco Caccetta - è data dall'approccio interdisciplinare e dal confronto incarnato a più voci per un'analisi più ampia e completa sul fenomeno della violenza di genere e del femminicidio. Il Dott. Caccetta nei suoi articoli, pubblicati sulla rubrica dedicata alla Criminologia affronta e spiega la violenza sulle donne ed in particolare il femminicidio parlando di educazione e alterità per la fine del femminicidio e del gaslighting, il lato oscuro del femminicidio.

Il coordinamento dei lavori è affidato alla Dott.ssa Sabina Curti, Ricercatrice di Sociologia della Devianza presso l'Università degli Studi di Perugia. All'evento parteciperanno vari esperti tra cui Susanna Vezzadini - Ricercatrice di Sociologia della Devianza presso l'Università di Bologna, Aristotele Hadjichristos - Psichiatra e medico legale, Katiuscia Amaranto - Delegata regionale della Croce Rossa Italiana, Paola Moriconi - Psicologa Operatrice dell'Associazione Telefono Donna, e alcuni politici locali. Il calendario degli interventi è disponibile in formato PDF come allegato a questo articolo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

Altro in questa categoria: « UMBRIA AIR SHOW 2013 ATOM IN ROME »
Torna in alto