Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.

Menu
RSS
Il mondo siamo noi

Il mondo siamo noi

Nell’oramai lontano 1985,...

L'omelia del Papa in tempo di epidemia

L'omelia del Papa in tempo di epide…

Riportiamo le parole pron...

Riflessione e proposta: la lettera di Pupi Avati alla Rai

Riflessione e proposta: la lettera …

Riflessione e proposta E...

Dantedì: la giornata commemorativa della Divina Commedia

Dantedì: la giornata commemorativa …

Oggi non è solo mercoledì...

Una crisi globale: che dire delle scosse di assestamento?

Una crisi globale: che dire delle s…

L'Europa sta affrontando ...

159 anni dalla proclamazione dell'Unità d'Italia

159 anni dalla proclamazione dell'U…

"Sono passati 159 anni da...

La crisi globale e le sue scosse

La crisi globale e le sue scosse

L’Europa sta affrontando ...

Il riequilibrio ai tempi del COVID-19

Il riequilibrio ai tempi del COVID-…

"Credo che il cosmo abbia...

“L’esercizio” di Claudia Petrucci

“L’esercizio” di Claudia Petrucci

“Non si giudica un libro ...

Padiglione Italia Expo 2020 Dubai: un’occasione per il rilancio dell’economia italiana

Padiglione Italia Expo 2020 Dubai: …

Mentre l’Italia attravers...

Prev Next
A+ A A-

TRE DONNE UNA SFIDA

 

 

  

Sudan, Iran e Afghanistan tre grandi Paesi le cui storie si intrecciano con la vita di tre donne: Fatima Ahmed Ibraim, prima donna parlamentare di tutto il continente africano, Shirin Ebadi premio Nobel per la pace e Malalai Joya la più giovane donna eletta nel Parlamento afghano. Tre donne di tre generazioni diverse, inconsapevolmente insieme cercano con coraggio e determinazione di sfidare il loro destino di musulmane del nuovo millennio. Disarmate, nel totale rispetto della religione, con assoluta dedizione evidenziano le profonde ingiustizie e le umiliazioni subite dalle donne a causa di radicati pregiudizi locali. Rischiano quotidianamente la loro vita per affermare un’interpretazione al femminile dell’Islam, dove i diritti umani e i diritti delle donne possono convivere.

 

 

ISTITUTO CENTRALE PER LA DEMOETNOANTROPOLOGIA

Piazza Marconi, 8/10 - 00144 Roma - Tel. 06 5926148 - 06 5910709 - Fax 06 5911848

http://www.idea.mat.beniculturali.it e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Museo Nazionale delle Arti e Tradizioni Popolari

8 marzo 2013

Ore 17,30 Sala delle Conferenze

 

 Interverrano

l’autrice Marisa Paolucci

Prof. Emerito Università Sapienza Biancamaria Scarcia Amoretti

S.A.R. Soraya Malek Principessa di Afghanistan

Prof. Sergio Giangregorio Presidente CEOS

                                                                                     

Moderatore

Dott.ssa Luciana Mariotti Etnoantropologa Istituto Centrale per la Demoetnoantropologia

 

Con la collaborazione dell’Associazione Culturale TEMPODIEVENTI

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Torna in alto