Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.

Menu
RSS
Roma

Roma

Roma è una città per dive...

Le sfide interne ed esterne della Giordania

Le sfide interne ed esterne della G…

I recenti cambiamenti nel...

Giordania: la necessità di rivedere politiche e procedure

Giordania: la necessità di rivedere…

Stiamo andando nella gius...

BOHEMIAN RHAPSODY

BOHEMIAN RHAPSODY

Ieri sera ho visto "Bohem...

Abbiate il coraggio di restare soli

Abbiate il coraggio di restare soli

La lettera del sindaco, l...

Buon anno e 195 giga di questi pixel!

Buon anno e 195 giga di questi pixe…

Una foto da 195 miliardi ...

Ciao Antonio

Ciao Antonio

"Se potessi fermare il te...

Riceviamo e pubblichiamo: lettera aperta al Ministro per la Pubblica Amministrazione

Riceviamo e pubblichiamo: lettera a…

LETTERA APERTA AL MINISTR...

Allerta USA su spionaggio dalla CINA

Allerta USA su spionaggio dalla CIN…

Quante aziende tecnologic...

Black Friday e test del DNA

Black Friday e test del DNA

Eccoci ci siamo è in arri...

Prev Next
A+ A A-

Eroi di tutti i giorni festeggiati a Guardea

Eroi di tutti i giorni a GuardeaPersone comuni che continuano a credere nella solidarietà, nell’amore e nella giustizia sociale, uomini e donne che, fra mille difficoltà, continuano a coltivare la speranza di una realtà diversa: sono gli eroi di tutti i giorni che si sono ritrovati martedì 24 luglio 2012 a Guardea (TR) in occasione della terza giornata a loro dedicata.

L’iniziativa è stata interamente ideata dal sindaco di Guardea, Prof. Gianfranco Costa, ex-sindaco di Assisi che ha visto la presenza di numerose ed illustri personalità, nonché la maggioranza delle associazioni che operano nel territorio umbro e non solo.

“Gli eroi di tutti i giorni – ha detto il sindaco Costa – sono coloro che, in silenzio, quotidianamente, testimoniano serenità semplicità, forza interiore e contribuiscono ad eliminare il malaffare, la corruzione delle caste, aiutandoci a ritrovare un paese pulito, semplice e forte. Con questa iniziativa – ha aggiunto – vogliamo lanciare un messaggio positivo da un piccolo luogo d’Italia, premiando le donne e gli uomini che si impegnano nel volontariato nelle scuole, nelle fabbriche, negli ospedali, nelle forze dell’ordine e in tante altre realtà”.

Quest’anno in particolare, un riconoscimento è andato ai sindaci umbri che, in questo momento di grande difficoltà, continuano ad occuparsi con energia ed impegno per la loro comunità. E poi alla Croce Rossa e a tutte le persone che, ogni anno, fanno brillare le luci dell’Albero di Natale di Gubbio. “Idealmente comunque, saranno premiate tutte le persone che lavorano nelle associazioni “e tutti sono stati invitati – ha detto il sindaco Costa – a partecipare alla festa che si è tenuta a Guardea in collaborazione con la Pro Loco, la Sagra degli Gnocchi e la Protezione Civile”.

Durante la giornata è emersa l’importanza ed il ruolo fondamentale della Protezione Civile nonché delle altre associazioni coinvolte nel fronteggiare le emergenze di questi giorni, dal sisma che ha colpito l’Emilia, agli incendi che hanno devastato il centro Italia, esempi testimoniati dal Comandante dei Vigili del Fuoco presente assieme agli esponenti delle associazioni. Tra i premiati anche il Commissario Regionale della Croce Rossa Italiana, che ha sottolineato quanto quel premio sia da indirizzare a tutti i volontari di Croce Rossa e non solo alla sua figura protempore.

In molti hanno elogiato l’impegno dei tantissimi volontari della Protezione civile, delle associazioni e delle organizzazioni del terzo settore che, sempre presenti, sanno rappresentare la parte migliore della nostra comunità nazionale anche in momenti in cui l’individualismo e la diffidenza verso il prossimo sembrano essere dominanti. E’ un bene dunque non dimenticare questi esempi che ricordano il valore del piccolo gesto che, anche se isolato, può fare la differenza.

Torna in alto