Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.

Menu
RSS
Verso Expo 2020 – Gli Emirati Arabi Uniti e il primato universitario

Verso Expo 2020 – Gli Emirati Arabi…

Poco più di 2,5 milioni d...

Dino Buzzati, l’illustratore della parola

Dino Buzzati, l’illustratore della …

Da poco più di una settim...

Perché è così importante che la “Pala dei Decemviri” di Perugino torni a Perugia?

Perché è così importante che la “Pa…

Dopo la “Madonna col Bamb...

Giorgio Bassani e il suo impegno per l’Italia

Giorgio Bassani e il suo impegno pe…

Riflessioni e argomentazi...

"L'ULTIMA ESTATE"

"L'ULTIMA ESTATE"

Scrivere un libro è inizi...

Verso Expo 2020 – Instagrammabilità: un fattore cruciale per le vacanze dei millennial

Verso Expo 2020 – Instagrammabilità…

Dubai è stata tra le cinq...

GLI EMIRATI ARABI UNITI: HUB CULTURALE DEL GOLFO

GLI EMIRATI ARABI UNITI: HUB CULTUR…

Fervono i preparativi per...

“Un Amore” di Dino Buzzati

“Un Amore” di Dino Buzzati

Ideato nel 1959, ma pubbl...

Compie 180 anni la prima linea ferroviaria italiana, a cui Google dedica il suo Doodle

Compie 180 anni la prima linea ferr…

Google oggi, 3 ottobre, f...

“Un buon posto dove stare” di Francesca Manfredi

“Un buon posto dove stare” di Franc…

Libro d’esordio di France...

Prev Next
A+ A A-

La rubrica di Convincere dedicata all'Arte ed alla Cultura in ogni sua accezione.

È ora di (ri)iniziare a stampare le fotografie

Tutti abbiamo, o abbiamo avuto, una nonna che, commossa e piena di orgoglio, ci mostrava le fotografie della sua infanzia, del giorno del matrimonio, delle feste tra amici. Ma noi, lo faremo?

Eppure quei momenti erano così magici, così intimi e così profondamente personali da lasciare un ricordo indelebile nella nostra mente. 

C’è poco da fare, non c’è sensazione migliore del ricordo dei momenti passati e felici, quando quel sentimento di nostalgia si mescola ai sorrisi dei presenti, alla bellezza di un paesaggio dal sapore speciale. 

Leggi tutto...

A.C. DIMIDI - L’Associazione che non c’era.....

Nata meno di 6 mesi fa, l’Associazione Culturale Dipendenti Missioni Diplomatiche in Italia, più semplicemente nota con l'acronimo “A.C. DIMIDI", è la prima e al momento unica Associazione che si rivolge ai dipendenti locali delle Ambasciate e Consolati delle rappresentanze diplomatiche in Italia. Se ad un primo cenno si potrebbe pensare ad una platea di nicchia, in realtà i numeri dicono che questa fascia di lavoratori è formata da circa 3500 unità dislocate in varie città italiane, che variano in termini numerici e per competenze.

Leggi tutto...

QUANTO SEI BELLA FIRENZE (IN UN GIORNO E MEZZO)

Non esiste città come Firenze.

Non mi riferisco solamente alla palese atmosfera artistica che pervade il capoluogo toscano, ma ad una serie di elementi che rendono questa città unica ed irripetibile, nella quale passato e presente convivono con armonia. A prevalere, è inevitabile, è il passato, a favore di una contemporaneità un po’ passiva, ma non necessariamente sfiorita, che lascia spazio a ciò che è la tradizione e a quelli che sono i valori storici profondamente incarnati. Come già esplicato nel mio articolo precedente, “il poco tempo e la poca disponibilità economica non sono più delle scusanti”. Voglio ribadirlo, e sono qui a dimostrarlo, con un altro viaggio dalla durata di un giorno e mezzo.

Leggi tutto...

L’apoteosi del genio italiano: 500 anni dalla morte di Leonardo

Roma, 27 apr – «Nacque un mio nipote, figliolo di ser Piero mio figliolo, a dì 15 aprile, in sabato a ore 3 di notte. Ebbe nome Lionardo». Leonardo da Vinci nasce il 15 aprile del 1452, ad Anchiano a tre chilometri da Vinci, in una casa colonica posta sulle pendici del Montalbano, tra ulivi e vigneti. È figlio illegittimo di Piero da Vinci, uomo di cultura e inguaribile donnaiolo, che se la spassa con Caterina di Meo Lippi, una contadina sedicenne di origini arabe: la madre di Leonardo. Caterina riceve da Piero una dote che le permette di sposare tale “Accattabriga di Piero del Vacca da Vinci”, mentre il bambino viene allevato dalla famiglia del padre e della sua prima moglie, Albiera di Giovanni Amadori.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS