Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.

Menu
RSS
Di chi è il piede che spunta nelle dirette di Giuseppe Conte?

Di chi è il piede che spunta nelle …

In questi giorni, più che...

Il mondo siamo noi

Il mondo siamo noi

Nell’oramai lontano 1985,...

L'omelia del Papa in tempo di epidemia

L'omelia del Papa in tempo di epide…

Riportiamo le parole pron...

Riflessione e proposta: la lettera di Pupi Avati alla Rai

Riflessione e proposta: la lettera …

Riflessione e proposta E...

Dantedì: la giornata commemorativa della Divina Commedia

Dantedì: la giornata commemorativa …

Oggi non è solo mercoledì...

Una crisi globale: che dire delle scosse di assestamento?

Una crisi globale: che dire delle s…

L'Europa sta affrontando ...

159 anni dalla proclamazione dell'Unità d'Italia

159 anni dalla proclamazione dell'U…

"Sono passati 159 anni da...

La crisi globale e le sue scosse

La crisi globale e le sue scosse

L’Europa sta affrontando ...

Il riequilibrio ai tempi del COVID-19

Il riequilibrio ai tempi del COVID-…

"Credo che il cosmo abbia...

“L’esercizio” di Claudia Petrucci

“L’esercizio” di Claudia Petrucci

“Non si giudica un libro ...

Prev Next
A+ A A-

QUANTO SEI BELLA FIRENZE (IN UN GIORNO E MEZZO)

  • Pubblicato in Cultura

Non esiste città come Firenze.

Non mi riferisco solamente alla palese atmosfera artistica che pervade il capoluogo toscano, ma ad una serie di elementi che rendono questa città unica ed irripetibile, nella quale passato e presente convivono con armonia. A prevalere, è inevitabile, è il passato, a favore di una contemporaneità un po’ passiva, ma non necessariamente sfiorita, che lascia spazio a ciò che è la tradizione e a quelli che sono i valori storici profondamente incarnati. Come già esplicato nel mio articolo precedente, “il poco tempo e la poca disponibilità economica non sono più delle scusanti”. Voglio ribadirlo, e sono qui a dimostrarlo, con un altro viaggio dalla durata di un giorno e mezzo.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS