Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.

Menu
RSS
Arte e gioielleria

Arte e gioielleria

Quando arte e gioielleria...

Guerra ibrida

Guerra ibrida

Non ci sarà una terza gue...

Perché il calendario dei Carabinieri è ancora importante?

Perché il calendario dei Carabinier…

Scrittura e arte: abilità...

La storia di Marco e la sorpresa di Raoul

La storia di Marco e la sorpresa di…

Nella serata di ieri, sab...

“Producendo per gli altri, ho trovato me stesso”: intervista a SebastiAn

“Producendo per gli altri, ho trova…

In SebastiAn c’è sempre s...

L'augurio di Buon Natale 2019

L'augurio di Buon Natale 2019

"La musica è arte e a Bol...

La politica nell'era del "no alleati"

La politica nell'era del "no a…

Non vi è dubbio che si st...

PLPL 2019

PLPL 2019

Quest’anno si sono festeg...

“Lose Control? E’ nata in venti minuti, come Piece of Your Heart”: intervista a Meduza

“Lose Control? E’ nata in venti min…

Dopo quest’estate, non se...

L’INTERVISTA. Padre Rifat Bader (direttore Catholic Center Giordania): “Religioni e Stati insieme per la fratellanza umana”

L’INTERVISTA. Padre Rifat Bader (di…

“Bisogna lavorare insieme...

Prev Next
A+ A A-

Perché il calendario dei Carabinieri è ancora importante?

Perché il calendario dei Carabinieri è ancora importante?

Scrittura e arte: abilità capaci allo stesso modo di farci emozionare, riflettere e viaggiare in mondi immaginari e inaspettati. 

È proprio a questa speciale vena narrativa che si rivolge il prezioso calendario dell’Arma dei Carabinieri 2020, che vede una collaborazione inedita e straordinaria tra Margaret Mazzantini e Mimmo Paladino, famosissimo esponente della Transavanguardia Italiana.

Divenuto ormai simbolo della tradizione italiana (basti pensare che la prima edizione risale al 1928 e che la tiratura da anni supera il milione di copie), già dalla copertina l’almanacco si presenta come un oggetto di valore e prestigio, non solo dal punto di vista cromatico, ma anche simbolico. Certamente il color oro, che strizza l’occhio ai mosaici ravennati, impreziosisce e risulta di grande impatto, ma è anche palese riferimento alla Medaglia d’oro al Valor Militare consegnata alla Bandiera dell’Arma il 5 giugno 1920.

I temi di quest’anno sembrano essere la passione e la dedizione, valori che sono stati ben rappresentati dai due artisti scelti per il progetto di quest’anno, e che vanno a combaciare con l’eroismo quotidiano con il quale i Carabinieri dispiegano la propria forza sul territorio nazionale. Le tele oniriche di Mimmo Paladino si incontrano con la scrittura impetuosa e travolgente di Margaret Mazzantini, regalandoci un bell’esempio di narrativa illustrata, una raccolta di storie, volta a sottolineare l’impegno sociale col quale i Carabinieri, ogni giorno, esercitano la loro funzione. 

E’ giusto ricordare che, sino al 6 gennaio 2020, presso il museo Mart di Rovereto, saranno in esposizione le tele di Mimmo Paladino usate per il calendario, in una mostra intitolata “Eroi del quotidiano”.

Torna in alto