Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.

Menu
RSS
Game of Thrones: il finale di cui avevamo bisogno? *spoiler*

Game of Thrones: il finale di cui a…

Lo abbiamo immaginato, sp...

LETTERA APERTA AL COMMISSARIO STRAORDINARIO DEL GOVERNO PER LA RICOSTRUZIONE SISMA 2016

LETTERA APERTA AL COMMISSARIO STRAO…

Abbiamo deciso di pubblic...

I bandi de La Biennale di Venezia che i dj e i producers non devono farsi scappare

I bandi de La Biennale di Venezia c…

La Biennale di Venezia no...

Ventiquattro anni dalla morte di Mia Martini

Ventiquattro anni dalla morte di Mi…

Ogni morte è a sé, ma que...

QUANTO SEI BELLA FIRENZE (IN UN GIORNO E MEZZO)

QUANTO SEI BELLA FIRENZE (IN UN GIO…

Non esiste città come Fir...

L’apoteosi del genio italiano: 500 anni dalla morte di Leonardo

L’apoteosi del genio italiano: 500 …

Roma, 27 apr – «Nacque un...

Dalle Marche la Lettera al presidente Tajani

Dalle Marche la Lettera al presiden…

Riceviamo e pubblichiamo ...

Mattarella: «Festeggiare il 25 aprile significa celebrare il ritorno dell'Italia alla libertà e alla democrazia»

Mattarella: «Festeggiare il 25 apri…

Il Presidente della Repub...

Se Vittorio Sgarbi diventa Presidente del MART

Se Vittorio Sgarbi diventa Presiden…

O lo si ama, o lo si odia...

DAJE MATTE’

DAJE MATTE’

Lettera aperta all’On. Sa...

Prev Next
A+ A A-

CHE MERAVIGLIA ROMA MIA!

CHE MERAVIGLIA ROMA MIA!

Giornata in giro per Roma.

Dal Teatro Marcello al Ghetto, poi Campo de' fiori, Chiostro del Bramante, Piazza Navona, Pantheon e poi ancora Via dei Coronari e cortili e piazzette e vicoli e... luce spettacolare sui tetti e sui marmi di Roma.

L'oro di Roma è proprio la luce color ocra che si riflette sulle mura antiche e splendide, quella luce calda che ti accoglie e ti fa sentire in un nido, che ti fa spalancare gli occhi e girare con il naso all'insù, a scoprire ora una Madonna dipinta ora una scolpita sulle pareti avvolte dall’edera.

Quella luce calda che ti stupisce ogni volta che, girato un angolo, ricopre una fontana o uno scorcio con un lampione di ferro o un terrazzo pieno di verde o che, all’improvviso,si infrange su di un sampietrino e ti rimbalza negli occhi. Odori, sapori, voci e risate.

" ‘ngiorno, ve volete sede’ ar tavolo? Eh, no, immaggino… dopo tre ggiorni de magnate a chi je va se sedesse! C’avete raggione, c’avete. Bbona passeggiata!"

Che meraviglia Roma mia!

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

 

 

 

 

 

Torna in alto