Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.

Menu
RSS
La “Madonna col Bambino” del Pinturicchio sarà esposta alla Galleria Nazionale dell’Umbria

La “Madonna col Bambino” del Pintur…

Quando un’opera “torna a ...

Libri da leggere per essere cittadini con più coscienza

Libri da leggere per essere cittadi…

Non nascono per esserlo, ...

L'eco della storia

L'eco della storia

In questi ultimi giorni, ...

Sim Swapping - la minaccia tornata di moda

Sim Swapping - la minaccia tornata …

Per la serie “a volte rit...

UNA NAZIONE SI SUICIDA  QUANDO DEMOLISCE LA PROPRIA ISTITUZIONE SCOLASTICA

UNA NAZIONE SI SUICIDA QUANDO DEMO…

Dalla prima pagina de “Il...

Rinaldo Balzan poeta del colore

Rinaldo Balzan poeta del colore

Leggiadro, ma potente, Ri...

È ora di (ri)iniziare a stampare le fotografie

È ora di (ri)iniziare a stampare le…

Tutti abbiamo, o abbiamo ...

A.C. DIMIDI - L’Associazione che non c’era.....

A.C. DIMIDI - L’Associazione che no…

Nata meno di 6 mesi fa, l...

BOLDINI A FERRARA

BOLDINI A FERRARA

Nello spazio espositivo d...

Game of Thrones: il finale di cui avevamo bisogno? *spoiler*

Game of Thrones: il finale di cui a…

Lo abbiamo immaginato, sp...

Prev Next
A+ A A-

Vivere Shabby Chic

Vivere Shabby Chic

Vivere Shabby Chic significa avere uno stile unico con eleganza e semplicità, avere come “litehouse“ le cose di un tempo passato semplici e genuine, curare i dettagli della propria casa creando l’ambientazione giusta per ogni circostanza facendo diventare la passione, lentamente un modo di vivere.

Trasformare una vecchia porta di legno o un'anta di ferro battuto è Shabby così tutto quello che si può riciclare in una vecchia casa torna a nuova vita tra country e stile norvegese.

Conosciamo oggi la sacerdotessa romana  del vivere Shabby Chic

Patrizia Marano, 49 anni, 2 figli, un marito artista del legno ed una passione senza limiti per l’arredamento di interni.

Patrizia cambia più di un lavoro nel suo percorso professionale. Passa da un attività tecnica creativa ad una amministrativa, si occupa di grafica pubblicitaria e poi di sanità pubblica.

Oltre il lavoro si è sempre occupata di arredare le case di amici e parenti, certamente anche la sua, anzi le sue, la casa romana e la casa in montagna nel parco dei Monti Sibillini.

La capacità di riutilizzare mobili in disuso a cui dare una nuova vita diventa, quindi, una necessità per realizzare un prodotto di qualità a basso costo.

L’hobby pian piano diventa un’attività professionale e se all’inizio il recupero di vecchi mobili era una opportunità, oggi trasformare un oggetto di arredamento inutilizzato è diventata per lei una sfida da vincere ogni volta.

La nostra amica è una viaggiatrice del tempo, scrive la nuova storia degli oggetti, percorre le vie degli antichi pellegrini ed in ogni stagione da queste esperienze trae la sua inarrestabile originalità, il bianco è il suo colore i mobili che lavora riflettono le luci e le ombre del sole pieno come del tramonto, tutto appare diverso ma sempre legato all’origine della costruzione.

Complimenti alla nostra Patrizia in cammino verso nuovi traguardi rigorosamente Shabby Chic

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna in alto