Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.

Menu
RSS
Game of Thrones: il finale di cui avevamo bisogno? *spoiler*

Game of Thrones: il finale di cui a…

Lo abbiamo immaginato, sp...

LETTERA APERTA AL COMMISSARIO STRAORDINARIO DEL GOVERNO PER LA RICOSTRUZIONE SISMA 2016

LETTERA APERTA AL COMMISSARIO STRAO…

Abbiamo deciso di pubblic...

I bandi de La Biennale di Venezia che i dj e i producers non devono farsi scappare

I bandi de La Biennale di Venezia c…

La Biennale di Venezia no...

Ventiquattro anni dalla morte di Mia Martini

Ventiquattro anni dalla morte di Mi…

Ogni morte è a sé, ma que...

QUANTO SEI BELLA FIRENZE (IN UN GIORNO E MEZZO)

QUANTO SEI BELLA FIRENZE (IN UN GIO…

Non esiste città come Fir...

L’apoteosi del genio italiano: 500 anni dalla morte di Leonardo

L’apoteosi del genio italiano: 500 …

Roma, 27 apr – «Nacque un...

Dalle Marche la Lettera al presidente Tajani

Dalle Marche la Lettera al presiden…

Riceviamo e pubblichiamo ...

Mattarella: «Festeggiare il 25 aprile significa celebrare il ritorno dell'Italia alla libertà e alla democrazia»

Mattarella: «Festeggiare il 25 apri…

Il Presidente della Repub...

Se Vittorio Sgarbi diventa Presidente del MART

Se Vittorio Sgarbi diventa Presiden…

O lo si ama, o lo si odia...

DAJE MATTE’

DAJE MATTE’

Lettera aperta all’On. Sa...

Prev Next
A+ A A-

BUDAPEST LA CITTA' CHE NON TI ASPETTI

 foto EEC PRESS foto EEC PRESS

Budapest è la città che non ti aspetti, o meglio, che ti aspetti diversa…. meno europea, meno entusiasmante, meno bella….. ed invece ti affascina al primo sguardo.

Come una bella donna ricca di fascino e di ironia, una nobildonna dalle mille sfumature, colorata e fiera, racchiude il fascino delle vecchie capitali europee ed il carattere dei paesi orientali.

La varietà delle architetture ed i tratti somatici degli abitanti raccontano quanti e quali popoli l’hanno conquistata e vissuta, e la sua forza è aver saputo prendere il meglio di ogni paese che l’ha sottomessa.

Navighi sul Danubio e gli occhi quasi non riescono a seguire tutto lo splendore che ti scorre accanto.

E’ una città dove perdersi nelle stradine, sostare nei caffè per respirare l’aria dell’impero austroungarico assaggiando una fetta di torta Dobos o immergersi nelle acque calde e ristoratrici delle tante piscine che ti aspettano per coccolarti.

Buda è la parte antica, sulla collina, Pest è la pianura ai suoi piedi, vitale e caotica con negozi, hotel e locali notturni ed il bellissimo Parlamento Gotico. Buda romantica e passionale e Pest frizzante e rumorosa.

Due storie differenti come due soffi di uno stesso cuore, divise dal Danubio e collegate da otto ponti, primo fra tutti il Ponte delle Catene, imponente e maestoso con i due leoni a guardia, anello di congiunzione tra le due culture dell’est e dell’ovest.

L’insieme crea una città unica.

Dietro gli anonimi portoni si nascondono giardini molto curati, decorazioni particolari, atmosfere colme del lungo passato.

Tutto è bellezza, persino la quantità di scarpe di bronzo scolpite sulla banchina a ricordare le migliaia di ebrei uccisi dai nazisti.

Le terme, sorgenti di acqua calda terapeutica, eredità della dominazione ottomana e turca, sono un vero splendore, le piscine interne sono sovrastate da bellissime cupole.

Il bagno pubblico, per gli ungheresi, è un rito, un momento di relax, ci vanno in ogni momento della giornata per discutere, rilassarsi ed addirittura per giocare a scacchi, indifferenti agli sguardi dei turisti curiosi.

Bicchieri di vino Tocaj, gulash e pietanze succulenti ti aspettano al Mercato Coperto per gustare il sapore della terra magiara.

E quando arriva il tramonto, ecco che la città si prepara ad indossare il suo abito migliore, ti strega definitivamente, è uno dei momenti più romantici della giornata.

Sulla scena compaiono lentamente le luci di una città che mostra con orgoglio i suoi monumenti come tante piccole lucciole, ti sembra di assistere ad una favola.

 

Budapest illuminata è una visione di rara bellezza, una foto che ti rimane dentro tutta la vita.

 

 © RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna in alto