Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.

Menu
RSS
È ora di (ri)iniziare a stampare le fotografie

È ora di (ri)iniziare a stampare le…

Tutti abbiamo, o abbiamo ...

A.C. DIMIDI - L’Associazione che non c’era.....

A.C. DIMIDI - L’Associazione che no…

Nata meno di 6 mesi fa, l...

BOLDINI A FERRARA

BOLDINI A FERRARA

Nello spazio espositivo d...

Game of Thrones: il finale di cui avevamo bisogno? *spoiler*

Game of Thrones: il finale di cui a…

Lo abbiamo immaginato, sp...

LETTERA APERTA AL COMMISSARIO STRAORDINARIO DEL GOVERNO PER LA RICOSTRUZIONE SISMA 2016

LETTERA APERTA AL COMMISSARIO STRAO…

Abbiamo deciso di pubblic...

I bandi de La Biennale di Venezia che i dj e i producers non devono farsi scappare

I bandi de La Biennale di Venezia c…

La Biennale di Venezia no...

Ventiquattro anni dalla morte di Mia Martini

Ventiquattro anni dalla morte di Mi…

Ogni morte è a sé, ma que...

QUANTO SEI BELLA FIRENZE (IN UN GIORNO E MEZZO)

QUANTO SEI BELLA FIRENZE (IN UN GIO…

Non esiste città come Fir...

L’apoteosi del genio italiano: 500 anni dalla morte di Leonardo

L’apoteosi del genio italiano: 500 …

Roma, 27 apr – «Nacque un...

Dalle Marche la Lettera al presidente Tajani

Dalle Marche la Lettera al presiden…

Riceviamo e pubblichiamo ...

Prev Next
A+ A A-

IO MI SENTO A POSTO CON LA COSCIENZA

IO MI SENTO A POSTO CON LA COSCIENZA

Lo sapete che c’è? Nun ja fò più!

Si, sono un dipendente pubblico e vi stupirò: non arrivo tardi a lavoro, non esco di straforo, recupero se vado a prendere il caffè, recupero se impiego più di mezz’ora che mi spetta per il pranzo e lavoro….. si…… guarda che caso strano, lavoro e pure bene!

E rimango a casa se sto male (quando si sta in malattia tolgono i soldini, eh!) e offro anche il caffè al medico di controllo che arriva puntuale e puntuale mi trova a casa.

E mi porto la carta igienica da casa chè quella che ci spetta (ahahah) dura quattro giorni perché, due bagni, dico due, servono per circa 30 donne; le stampanti non funzionano; i contratti per le pulizie non prevedono nemmeno il minimo indispensabile e mi pulisco anche la scrivania; pesciolini d’argento sparsi d’ovunque, fanno compagnia ogni qualvolta si apre un fascicolo; nessuno, dico nessuno, viene impiegato per la qualifica che ha…. serve sempre qualcosa di più!

M’avete scocciato un po’ tutti voi che parlate male della PA sempre e soltanto perché serve qualcuno di cui sparlare.

Io mi sento a posto con la coscienza.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Altro in questa categoria: « FELICITA' IL GUARDIANO DEL MARE »
Torna in alto