Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.

Menu
RSS
La “Madonna col Bambino” del Pinturicchio sarà esposta alla Galleria Nazionale dell’Umbria

La “Madonna col Bambino” del Pintur…

Quando un’opera “torna a ...

Libri da leggere per essere cittadini con più coscienza

Libri da leggere per essere cittadi…

Non nascono per esserlo, ...

L'eco della storia

L'eco della storia

In questi ultimi giorni, ...

Sim Swapping - la minaccia tornata di moda

Sim Swapping - la minaccia tornata …

Per la serie “a volte rit...

UNA NAZIONE SI SUICIDA  QUANDO DEMOLISCE LA PROPRIA ISTITUZIONE SCOLASTICA

UNA NAZIONE SI SUICIDA QUANDO DEMO…

Dalla prima pagina de “Il...

Rinaldo Balzan poeta del colore

Rinaldo Balzan poeta del colore

Leggiadro, ma potente, Ri...

È ora di (ri)iniziare a stampare le fotografie

È ora di (ri)iniziare a stampare le…

Tutti abbiamo, o abbiamo ...

A.C. DIMIDI - L’Associazione che non c’era.....

A.C. DIMIDI - L’Associazione che no…

Nata meno di 6 mesi fa, l...

BOLDINI A FERRARA

BOLDINI A FERRARA

Nello spazio espositivo d...

Game of Thrones: il finale di cui avevamo bisogno? *spoiler*

Game of Thrones: il finale di cui a…

Lo abbiamo immaginato, sp...

Prev Next
A+ A A-

Ballando ballando con Oxa…

Anna Oxa su RAI 1 a Ballando con le stelle Anna Oxa su RAI 1 a Ballando con le stelle

La serata di ballo del sabato sera televisivo si arricchisce quest’anno della presenza di un artista che, fuori dalle regole, prova a trasferire suggestioni agli spettatori.

 Le chiacchiere, le polemiche intorno alla sig.ra Oxa perché suscitano tanto clamore? Perché non si accetta il carattere professionale di chi, essendo già bravo, si mette in gioco con regole fisse e giuria? È forse la diversità con cui si esprime, rispetto al restante corpo di allievi ballerini, che dà fastidio? O non fa parte del gioco e rende la visione da parte del telespettatore meno monotona?

Oppure è il gioco stesso che cambia e subiamo tutti l’inganno di una polemica pilotata?

Chi conosce la danza sa che, come ogni disciplina, ha le sue regole, fondamentali per la nascita di un futuro ballerino, che però potrà brillare come una “etoile” solo se la tecnica sarà il mezzo per liberare un’interiorità nella sua rappresentazione, e se sarà capace di trasmetterla a chi lo osserva.

E allora questa signora, forse non simpaticissima, ma capace di esprimere il ballo “a modo suo”, perché suscita tante ostilità? La giuria così “sensibile” può fare il proprio lavoro, può giudicare, valutare e infine votare.

L’importante è sapere quello che si vota, la simpatia o la capacità di ballare, l’uniformità o la capacità di esprimere la performance richiesta.

Anna Oxa ci emoziona, ci ipnotizza, ci fa sognare, ma la televisione ha le sue regole (vere o false che siano) e come sempre, è il risultato che conta.

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna in alto