Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.

Menu
RSS
“La felicità del cactus”, di Sarah Haywood

“La felicità del cactus”, di Sarah …

Ferragosto è passato e se...

Buon compleanno Telegram: sei anni di lotta per la libertà

Buon compleanno Telegram: sei anni …

“Buon compleanno Telegram...

La “Madonna col Bambino” del Pinturicchio sarà esposta alla Galleria Nazionale dell’Umbria

La “Madonna col Bambino” del Pintur…

Quando un’opera “torna a ...

Libri da leggere per essere cittadini con più coscienza

Libri da leggere per essere cittadi…

Non nascono per esserlo, ...

L'eco della storia

L'eco della storia

In questi ultimi giorni, ...

Sim Swapping - la minaccia tornata di moda

Sim Swapping - la minaccia tornata …

Per la serie “a volte rit...

UNA NAZIONE SI SUICIDA  QUANDO DEMOLISCE LA PROPRIA ISTITUZIONE SCOLASTICA

UNA NAZIONE SI SUICIDA QUANDO DEMO…

Dalla prima pagina de “Il...

Rinaldo Balzan poeta del colore

Rinaldo Balzan poeta del colore

Leggiadro, ma potente, Ri...

È ora di (ri)iniziare a stampare le fotografie

È ora di (ri)iniziare a stampare le…

Tutti abbiamo, o abbiamo ...

A.C. DIMIDI - L’Associazione che non c’era.....

A.C. DIMIDI - L’Associazione che no…

Nata meno di 6 mesi fa, l...

Prev Next
A+ A A-

MIRACOLO A CASTELVECCHIO SUBEQUO

Chiesa di San Francesco Chiesa di San Francesco

Non accadeva dalla fine del 1800.

Martedì 2 ottobre, poco dopo le 14 durante una manifestazione promossa dai Frati Minori Conventuali di Castelvecchio Subequo, piccolo centro dell'aquilano, in collaborazione con l’amministrazione comunale, in occasione della festa di S. Francesco, è accaduto un fatto straordinario, un “piccolo miracolo”.

Padre Massimiliano, uno dei sei testimoni racconta che mentre mostrava a Suor Miriam Castelli, religiosa paolina e giornalista RAI, e ad altre persone la reliquia del Poverello di Assisi, muovendo l'ampolla, si rendeva conto che il sangue era liquido e non come sempre coagulato e scuro.

Ciò ha scatenato una forte emozione e grande sgomento fra i presenti e tante sono state le testimonianze commosse per quello che stava avvenendo, come ha riferito lo storico Giuseppe Cera.

Visibilmente commosso, anche il primo cittadino di Castelvecchio Pietro Salutari ha espresso, sul sagrato della chiesa di San Francesco, la sua personale speranza: “Mi auguro che il miracolo del sangue faccia parlare del nostro piccolo prezioso paese ovunque, non solo in Italia, e che Papa Francesco, che porta il nome del santo di Assisi, venga presto in visita a Castelvecchio Subequo”.Castelvecchio Subequo

La chiesa sarà cauta nell’ammettere che si è verificato un evento miracoloso, ma il miracolo c’è.

Se il sangue del santo, rimasto coaugulato per secoli, comincia a sciogliersi proprio due giorni prima della festa del santo patrono d’Italia, ci troviamo certamente di fronte a qualcosa di straordinario.

 

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

Torna in alto