Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.

Menu
RSS
Perché è così importante che la “Pala dei Decemviri” di Perugino torni a Perugia?

Perché è così importante che la “Pa…

Dopo la “Madonna col Bamb...

Giorgio Bassani e il suo impegno per l’Italia

Giorgio Bassani e il suo impegno pe…

Riflessioni e argomentazi...

"L'ULTIMA ESTATE"

"L'ULTIMA ESTATE"

Scrivere un libro è inizi...

Verso Expo 2020 – Instagrammabilità: un fattore cruciale per le vacanze dei millennial

Verso Expo 2020 – Instagrammabilità…

Dubai è stata tra le cinq...

GLI EMIRATI ARABI UNITI: HUB CULTURALE DEL GOLFO

GLI EMIRATI ARABI UNITI: HUB CULTUR…

Fervono i preparativi per...

“Un Amore” di Dino Buzzati

“Un Amore” di Dino Buzzati

Ideato nel 1959, ma pubbl...

Compie 180 anni la prima linea ferroviaria italiana, a cui Google dedica il suo Doodle

Compie 180 anni la prima linea ferr…

Google oggi, 3 ottobre, f...

“Un buon posto dove stare” di Francesca Manfredi

“Un buon posto dove stare” di Franc…

Libro d’esordio di France...

Donne e Islam: la svolta degli Emirati Arabi Uniti

Donne e Islam: la svolta degli Emir…

Le questioni di genere, o...

Emirati Arabi Uniti alla riunione ministeriale sulla Libia a New York

Emirati Arabi Uniti alla riunione m…

Lo sceicco Abdullah bin Z...

Prev Next
A+ A A-

NOI CHE ODIAMO L’INGANNO

LiesDiffidate di chi afferma di dire sempre la verità, probabilmente sta mentendo spudoratamente.

Pe amore o per odio, perché siamo coraggiosi o vili, furbi o poco intelligenti, diciamo bugie per una vasta quantità di motivi. Delle bugie, utilitaristiche, cortesi o pietose che siano, non ne possiamo fare a meno. Sono loro che ci permettono di “sopravvivere” in situazioni particolarmente difficili o imbarazzanti. Di questa facoltà umana, tutti possono, a vario titolo, sentirsi esperti: per aver mentito, per aver subito menzogne o per aver sperimentato entrambe le cose. Ne ritroviamo traccia un po’ dappertutto, nei legami amorosi, nel commercio, nella politica, nella medicina e nella religione.

Se isolata, la bugia non è mai fine a sé stessa, ma elaborata con una strategia, se ripetuta, invece, innesca un circolo perverso dal quale non è più possibile uscirne: menzogne sempre più gravi, usate per coprire le precedenti. E dal momento che sostenere queste complicate “sceneggiature”, è stressante, oltre che richiedere una memoria impeccabile, prima o poi si finisce con l’essere scoperti, a meno che non si abbia a che fare con persone che “vogliono” credere … e con loro il gioco funziona a meraviglia.

Le bugie si nutrono della verità, la elaborano, la costruiscono, la spostano, la trasformano, la spezzettano, la dividono e la moltiplicano, perché di solito non ci si limita a raccontarle, ma si cerca di renderle il più possibile vicine a ciò che si cerca di nascondere. Una menzogna abilmente costruita, spesso, è più credibile della stessa verità.

Delle piccole e grandi bugie ne è intessuta la società, fanno ampiamente parte della nostra vita, ma invece di tollerarle, le disapproviamo profondamente. Perchè?

Meglio una brutta verità che una bella bugia?

A voi la scelta!!!!!!

 

(immagine tratta da http://it.emcelettronica.com)

 

© Riproduzione Riservata

Torna in alto