Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.

Menu
RSS
Se Vittorio Sgarbi diventa Presidente del MART

Se Vittorio Sgarbi diventa Presiden…

O lo si ama, o lo si odia...

DAJE MATTE’

DAJE MATTE’

Lettera aperta all’On. Sa...

Game of Thrones: 3 motivi per non farne a meno

Game of Thrones: 3 motivi per non f…

NO SPOILER! L’attesa è f...

Avicii: album postumo, ma con consenso della famiglia (e per una buona causa)

Avicii: album postumo, ma con conse…

E’ quasi passato un anno ...

AVETE MAI PENSATO DI PAGARE UN HOTEL CON LA VOSTRA CULTURA?

AVETE MAI PENSATO DI PAGARE UN HOTE…

Pagare con la cultura? Or...

INTERVISTA A MAX MATTEI

INTERVISTA A MAX MATTEI

Appassionato sin da giova...

Giornata mondiale della consapevolezza sull’autismo

Giornata mondiale della consapevole…

"Anche se per me è diffic...

Il coraggio di ricominciare

Il coraggio di ricominciare

Si diceva da settimane ch...

Diritti umani: cosa aspettarsi dal 2019

Diritti umani: cosa aspettarsi dal …

Il 10 dicembre 2018 è sta...

ARTONAUTI, L’ALBUM DI FIGURINE PER CHI VUOLE VIAGGIARE NELL’ARTE

ARTONAUTI, L’ALBUM DI FIGURINE PER …

L’approccio al mondo dell...

Prev Next
A+ A A-

DONNE CHE AMANO TROPPO

Donne che amano troppoNegli anni 70, Robin Norwood scrisse un saggio sul tema della dipendenza affettiva femminile che le è valso un’enorme popolarità ed il merito di aver sottolineato un tema tuttora attuale e caro alla psicologia ma anche alla cultura femminile in genere.

Perché amare diviene "amare troppo"? Perché le donne a volte pur riconoscendo il loro partner come inadeguato o non disponibile, non riescono a liberarsene? Quando essere innamorate significa soffrire, stiamo amando troppo. Quando nella maggior parte delle nostre conversazioni con le amiche intime parliamo di lui, dei suoi problemi, di quello che pensa, dei suoi sentimenti, stiamo amando troppo. Quando giustifichiamo i suoi malumori, il suo cattivo carattere, la sua indifferenza, o li consideriamo conseguenze di un'infanzia infelice e cerchiamo di diventare la sua terapista, stiamo amando troppo. Quando la relazione con lui mette a repentaglio il nostro benessere emotivo, e forse anche la nostra salute e la nostra sicurezza, stiamo decisamente amando troppo.

Amare troppo è calpestare, annullare se stesse per dedicarsi completamente a cambiare un uomo "sbagliato", naturalmente senza riuscirci. Le donne che amano troppo anche se sono molto responsabili, impegnate molto seriamente e con successo, hanno poca stima di sé; hanno poco riguardo per la propria integrità personale e riversano tutte le loro energie in tentativi disperati di influenzare e controllare gli altri per farli diventare come loro desiderano. Hanno un profondo timore dell'abbandono e commettono l'errore di cercare un uomo con cui sviluppare una relazione senza aver sviluppato prima una relazione con sé stesse. Corrono da un uomo all'altro, alla ricerca di ciò che manca dentro di loro, senza rendersi conto che la ricerca deve cominciare all'interno di sé.

Nessuno può amarci abbastanza da renderci felici se non amiamo davvero noi stesse, perchè quando nel nostro vuoto cerchiamo l'amore, possiamo trovare solo altro vuoto.

Continuando a comportarci così, cercando di sfuggire a noi stesse e al nostro dolore, non possiamo guarire ed alla fine scopriamo che le nostre soluzioni sono diventate i nostri problemi più gravi. A volte arriviamo sull'orlo della follia cercando disperatamente un sollievo e non trovandolo.

Amare in modo sano è imparare ad accettare ed amare prima di tutto se stesse, per poter poi costruire un rapporto gratificante e sereno con un uomo "giusto" per noi.

Quando cambiano queste convinzioni, cambia anche la nostra vita.

 

© Riproduzione Riservata

Torna in alto