Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.

Menu
RSS
Il mondo siamo noi

Il mondo siamo noi

Nell’oramai lontano 1985,...

L'omelia del Papa in tempo di epidemia

L'omelia del Papa in tempo di epide…

Riportiamo le parole pron...

Riflessione e proposta: la lettera di Pupi Avati alla Rai

Riflessione e proposta: la lettera …

Riflessione e proposta E...

Dantedì: la giornata commemorativa della Divina Commedia

Dantedì: la giornata commemorativa …

Oggi non è solo mercoledì...

Una crisi globale: che dire delle scosse di assestamento?

Una crisi globale: che dire delle s…

L'Europa sta affrontando ...

159 anni dalla proclamazione dell'Unità d'Italia

159 anni dalla proclamazione dell'U…

"Sono passati 159 anni da...

La crisi globale e le sue scosse

La crisi globale e le sue scosse

L’Europa sta affrontando ...

Il riequilibrio ai tempi del COVID-19

Il riequilibrio ai tempi del COVID-…

"Credo che il cosmo abbia...

“L’esercizio” di Claudia Petrucci

“L’esercizio” di Claudia Petrucci

“Non si giudica un libro ...

Padiglione Italia Expo 2020 Dubai: un’occasione per il rilancio dell’economia italiana

Padiglione Italia Expo 2020 Dubai: …

Mentre l’Italia attravers...

Prev Next
A+ A A-

MARIANGELA

Mariangela MelatoÈ morta la Regina del Palcoscenico Italiano, così hanno detto i mass media, un nome importante del cinema e del teatro.

Una donna che con il suo talento ha contribuito alla crescita del suo Paese. E non solo.

Nella sua vita ha frequentato e conosciuto grandi attori e registi ma, soprattutto, è proprio lei che si è fatta conoscere dal suo pubblico con la grinta, la passione, la voce roca e la sua indiscussa bravura.

Capire il proprio talento, riconoscerne l’efficacia, coltivarlo con dedizione e impegno per poi metterlo al servizio degli altri è uno dei meriti di questa donna. Tra gli altri, ha avuto anche il merito di non aver messo in atto la rappresentazione della malattia e del suo dolore.

Se n’è andata in silenzio come quando la sua voce spariva per sottolineare una battuta teatrale. La vita come il teatro, ma senza finzione, solo una pura verità.

È morta una donna minuta nel fisico e tenace nel carattere che ci ha donato entusiasmo, sensualità, ironia e intelligenza.

Grazie Mariangela per averci regalato te stessa attraverso i tuoi mille volti.

 

 

(immagine tratta da www.ilgiorno.it)

 

© Riproduzione Riservata

Torna in alto