Politica

LA POLIZIA DI PROSSIMITA’

tratto da "Genesi ed evoluzione della polizia locale" prefazione di Emiliano Bezzon

La polizia locale è il più antico presidio difensivo del territorio conosciuto dall’uomo.

Sviluppatasi seguendo l’evoluzione della società, la polizia locale rappresenta un punto di riferimento insostituibile per tutte le comunità che si sono dotate di norme per la civile convivenza.

La linea di demarcazione tra i primi servizi di polizia locale e la costituzione di veri e propri copri strutturati, come oggi noi li intendiamo, ma origini antiche. Sono infatti i romani che per primi “inventano” strutture destinate alla tutela della sicurezza dei cittadini, ma sono anche coloro che ci tramandano un archetipo di organizzazione del lavoro che ancora permette il funzionamento di molti corpi di polizia locale nella nostra penisola e in altre aree del mondo.

La polizia locale oggi rappresenta una realtà sofisticata e altamente qualificata che opera in una vastità di campi che no ha pari ed uguali in altri ambiti.

Oggi in tutta Italia gli agenti di polizia locale sono circa centomila, distribuiti su un territorio molti variegato, fatto di piccole realtà locali, di paesi, di città e province.

In servizio a piedi, in pattuglia, in moto, in bicicletta, a cavallo nei parchi cittadini, in procura a svolgere indagini, nei mercati per i controlli annonari, con il tradizionale casco o il berretto, insomma con i mezzi più differenti a svolgere i compiti più disparati, ieri come oggi, i cittadini del mondo affidano a questi uomini e queste donne i loro paesi, le loro comunità, le loro città.

Foto: EEC PRESS by Matteo Molle

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button