Cultura

Sean Connery la leggenda

Il leggendario 007 è volato via in silenzio, nella notte, quasi recitando ancora il ruolo che lo ha reso immortale.

Certo 90 anni rappresentano un traguardo già difficile da raggiungere ma Sean per molti della mia generazione non aveva un’ età definita era lui sempre lui, né giovane, né vecchio, capace di stupirci sempre, per la sua classe innata, il suo stile riflessivo, la sua capacità di azione sempre convincente.

Molti hanno pensato che fosse davvero un agente segreto e forse lo era stato, il nostro immaginario lo ha amato per questo, per non riuscire a comprendere il confine tra la realtà e la finzione cinematografica.

L’ intelligence nella sua generalità ha avuto con Connery una formidabile promozione di immagine, così da generare nell’ opinione pubblica simpatia e ammirazione per la figura dell’ agente segreto, visto non più come un Superman, ma come un uomo speciale capace di usare prima il cervello e poi i muscoli, un uomo proteso alla soluzione dei problemi che utilizza le armi come estrema ratio.

Andando oltre, il nostro 007 una volta abbandonato l’ abito del secret agent man ,ci ha incantato con ruoli diversi, lontani dalle sue origini cinematografiche ma sempre incredibilmente veri e irripetibili nell’ interpretazione artistica.

Questa è stata ed è la leggenda di Sean Connery, senza dimenticare l’ impegno politico per la sua amata Scozia, il suo kilt indossato con orgoglio e lo slogan “Scozia per sempre”.

Un unicum nella storia del cinema.

Sergio Giangregorio

Direttore Responsabile magazine online Convincere. Laureato in scienze politiche e relazioni internazionali. Perfezionato presso L’Università degli Studi Roma 3 in “Modelli Speculativi e ricerche educative nell’interazione multimediale di primo e secondo livello“ Docente universitario a contratto in materie investigative con specifico expertise sulla sicurezza in aree urbane, sulle tecniche di intelligence e di peacekeeping. Esperto di comunicazione in situazioni estreme. Giornalista investigativo ed analista di intelligence, come Ghost writer ha elaborato numerosi studi strategici coprendo tutti i teatri di guerra dai balcani, al vicino oriente seguendo i conflitti in Afganistan, Iraq e nel nord-Africa. Presidente del Centro Europeo Orientamento e Studi – Ente morale di diritto privato per la difesa dei diritti civili. Direttore Scientifico dell'Istituto di Ricerca sui rischi geopolitici Triage Duepuntozero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button