Eventi

Parte da Magione un’ambulanza per il Mali

su iniziativa dell’associazione ALIA
Il veicolo messo a disposizione dai Vigili del Fuoco di Terni
su richiesta del Centre Médico-social du Fleuve

MAGIONE (PG) 1 marzo 2013 – Un mezzo di soccorso, messo a disposizione dai Vigili del Fuoco di Terni, verrà portato da due volontari dell’associazione ALIA in Mali. La partenza ufficiale, alla presenza di autorità, associazioni e cittadinanza, avrà luogo mercoledì 6 marzo, alle ore 11.30, da piazza Carpine, antistante il Comune di Magione (PG).

Saranno presenti il sindaco, Massimo Alunni Proietti, rappresentanti del Comando dei Vigili del Fuoco e della Misericordia di Magione che ha aderito all’iniziativa. Nell’ambulanza, che risponde ad un’esplicita richiesta d’aiuto umanitario da parte del Centre Médico-social du Fleuve pervenuto all’associazione Alia nel novembre scorso, saranno trasportati anche farmaci e materiale sportivo per i bambini, messo a disposizione dalla Juventina calcio.

L’iniziativa di solidarietà, resa possibile dall’impegno di volontari, è in parte sostenuta dai “Ragazzi della via Pal”, gruppo di ex-residenti di via della Pallotta che si ritrovano, ogni due anni. Nell’occasione hanno aderito con un contributo in segno di solidarietà.

*****AGGIORNAMENTO*****

Partito ieri con il contributo di Comune ed associazioni di Magione un mezzo di soccorso per il Mali

Dall’idea di un film all’iniziativa umanitaria così una guerra ha cambiato i progetti di un gruppo di artisti

 

Gruppo Mali
Gruppo Mali
MAGIONE 7 marzo 2013 – È partito ieri, mercoledì 6 marzo, dalla piazza centrale di Magione il mezzo di soccorso destinato al “Centre Médico-social du Fleuve” in Mali donato dai Vigili del Fuoco di Terni. Presenti alla presenza il Sindaco di Magione, Massimo Alunni Proietti e i rappresentanti della associazioni che hanno contribuito, insieme all’Amministrazione comunale, a reperire materiali e contributi per consentire una parte del viaggio. Nel mezzo, infatti, verranno trasportati medicinali per il CRF raccolti presso vari ospedali umbri grazie all’impegno del dottor Enrico Tempesta e materiale sportivo per i bambini offerto dalla juventina calcio. Alla guida del mezzo Giampaolo Maiotti e Fausto Carloni dell’associazione Alia che si è fatta promotrice dell’iniziativa. Insieme a loro, anche se solo idealmente, ci saranno tutti i “ragazzi della via Pal”, (Via della Pallotta e dintorni), degli anni 60 e 70, che ogni due anni si ritrovano a festeggiare la loro appartenenza alla zona dove sono cresciuti e che hanno in parte sostenuto l’iniziativa.

«In realtà – spiega Fausto Carloni dell’associazione ALIA – la nostra idea iniziale, frutto del lavoro di un gruppo di artisti (Marcello Lillini, Roberto Faidutti, Giulietta Mastroianni, Dante Duchi, Riccardo e  Lorenzo Dogana, Claudio Ferracci, Fausto Carloni e Giorgio Straccivarius) era quella di girare un film sul mondo del calcio e le sue superstizioni, ambientato tra Italia e Africa. L’ambulanza donata dai Vigili del fuoco di Terni, all’associazione Alia  di Perugia  aveva creato la scintilla e la possibilità di realizzazione. Così abbiamo scritto la sceneggiatura, preparato le scenografie, pensato allo story-board. Lo scoppio della guerra nel Mali ha mutato i nostri progetti. Dall’Ospedale di Mopti (la seconda città del Mali) è arrivata la richiesta del dottor Kone, proprio di un’auto ambulanza e medicinali.  Così abbiamo deciso di tralasciare per ora la realizzazione del film e  attivarsi  per portare il mezzo in Mali».

«Grazie all’Avis, alla Misericordia, alla Società di Mutuo Soccorso, al Centro Anziani all’Associazione Ana-Aucc, oltre che all’Amministrazione Comunale, tutti di Magione – prosegue Carloni – siamo riusciti a trovare i soldi per pagare la nave che ci sbarcherà a Tangeri.  Da lì proseguiremo attraverso Marocco e Mauritania, fino al Mali con autofinanziamento».

L’Associazione culturale Alia, promotrice del progetto, è sorta 35 anni fa fondata da alcuni amici con l’intento di sperimentare il messaggio di Capitini e Gandhi sulla non violenza, attraverso fatti concreti, come la comunicazione tra Popoli lontani e diversi, ma uniti dall’arte e dal gioco. Infatti, proprio da una collaborazione tra il Comune di Magione (Patria di Fra Giovanni di Pian di Carpine) e Ulan-Bator, Capitale della Mongolia, nel 1997 è partita l’avventura di 12 artisti di strada che con pochissimi soldi, e autofinanziamento, hanno percorso ventimila Km. attraversando frontiere e popoli, creando con il teatro e la musica, i presupposti per veri scambi culturali.

http://www.associazionealia.org/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Check Also
Close
Back to top button