Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.

Menu
RSS
RAIMONDO DI SANGRO, PRINCIPE DI SANSEVERO

RAIMONDO DI SANGRO, PRINCIPE DI SAN…

Raimondo di Sangro, detto...

La voce delle donne

La voce delle donne

Considerazioni al femmini...

L'ATTIMO DI MEZZO

L'ATTIMO DI MEZZO

“L’Attimo di mezzo”, è ...

Rotta mediterranea - immigrazione e sicurezza

Rotta mediterranea - immigrazione e…

Il libro “Rotta mediterra...

Grazie Polizia

Grazie Polizia

Grazie grazie grazie raga...

Cinema e Città

Cinema e Città

Avrà luogo Giovedì 13 Apr...

Di fronte alla morte

Di fronte alla morte

DI FRONTE ALLA MORTE Sap...

Conferenze pubbliche ad Arcidosso (GR)

Conferenze pubbliche ad Arcidosso (…

In collaborazione con il ...

Militari E Polizia tra i meno pagati in Europa

Militari E Polizia tra i meno pagat…

La Ceuq si unisce alle pr...

Meditazione e Yoga: 2 giorni dedicati all'armonia e al rilassamento

Meditazione e Yoga: 2 giorni dedica…

MEDITAZIONE E YOGA   Du...

Prev Next
A+ A A-

La rubrica di Convincere dedicata al Diritto e alla Giurisprudenza. Importanti riferimenti anche ai Diritti Umani e non solo...

Legittimi i ricorsi contro gli avvisi bonari

È legittimo proporre ricorso contro l’avviso bonario, o comunicazione di irregolarità, emesso dall’Agenzia delle entrate sulla base di un controllo automatizzato della dichiarazione ex articolo 36-bis del dpr 600/73. Tuttavia, la mancata opposizione di tale atto non comporta la cristallizzazione del credito erariale, con la conseguenza che il contribuente potrà agire in giudizio anche contro la successiva cartella di pagamento, recante la medesima pretesa impositiva.

Leggi tutto...

Concorsi in Polizia - Expo 2015 e scorrimento graduatorie: riflessioni su Decreto semplificazione normativa

Roma, 8 ago - (di Giorgio Carta) Con il presente articolo, rispondo alle numerose richieste di chiarimenti che, con svariati mezzi, mi pervengono da giorni in merito alla recente conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 24 giugno 2014, n. 90, recante "Misure urgenti per la semplificazione e la trasparenza amministrativa e per l'efficienza degli uffici giudiziari" (c.d. Decreto sulla semplificazione amministrativa).

Leggi tutto...

Il Mobbing

Immagine tratta da www.asl3.pa.umbria.itIl lavoro è uno degli elementi centrali della vita dell’uomo, non solo perché occupa una parte consistente della sua esistenza in termini di tempo, ma anche per l’importanza che assume a livello personale e sociale.

Dallo svolgimento di una determinata mansione possono derivare piacere e senso di realizzazione poiché l’individuo è in condizione di fare nuove esperienze, di utilizzare la propria abilità lavorativa e quindi di migliorare la stima di sé, oltre a raggiungere lo status sociale desiderato dal punto di vista economico.

Il lavoro diventa espressione essenziale dell’uomo già in epoca rinascimentale perché in quel periodo cambia la concezione dell’uomo stesso, ritenuto ora responsabile della propria vita, in grado di dominare i fenomeni, di porsi degli scopi da realizzare, di essere artefice della storia.

Ma l’ambiente di lavoro, oltre che di soddisfazioni, può essere fonte di delusioni e di difficoltà altrettanto grandi che conducono spesso a situazioni di stress e di disagio.

 

Leggi tutto...

Ti amo da farti morire

Ti Amo da Farti MorireTi amo da…farti morire…

Stalking: riconoscerlo ed agire!

Francesco Caccetta*

“…non ha più una vita, non può uscire la sera, non può andare a fare una passeggiata, spese in un supermercato, niente senza il terrore di trovarselo davanti. O alle spalle. E infatti non esce più. Vive rinchiusa in casa, come se fosse un carcere. Lui invece può girare indisturbato”.[1]

Questo brano di un bellissimo libro dello scrittore e Magistrato Gianrico Carofiglio, illustra in maniera icastica, l’angoscia e lo stato d’animo della vittima di stalking.

Il termine Stalking, è di chiara origine venatoria, in quanto il suo significato è proprio “fare la posta ad una preda” e le cronache di questi ultimi anni, ci portano spesso a conoscenza di casi di persone, vittime di quella che viene definita come “sindrome del molestatore assillante”, il più delle volte, con casi eclatanti, sfociati nell’atto estremo dell’omicidio.

In un recente passato, il persecutore, che da ora in poi chiameremo stalker, non aveva ancora una posizione precisa nel nostro ordinamento giuridico, ed i suoi comportamenti, ancorché illeciti, venivano individuati in un coacervo di reati minori che, anche se perseguiti penalmente, non sempre riuscivano a farlo desistere dal suo intento.

Questo creava molta insicurezza, rassegnazione e senso di abbandono per la vittima, che finiva per subire le condotte moleste e persecutorie senza quasi opporre più alcuna resistenza, nonché delle serie difficoltà oggettive anche alle forze di polizia impegnate a contrastare questo strano fenomeno con scarsissimi mezzi soprattutto giuridici e preventivi.

Con l’introduzione dell’art.612 bis del codice penale, avvenuta in data 23 aprile 2009, anche in Italia, lo stalker è finalmente perseguito con una norma specifica, esaustiva e, a mio parere anche efficace.

Leggi tutto...

SICUREZZA SUL LAVORO

Decreto Legislativo del 9 aprile 2008 n. 81


Con l’approvazione  del Decreto legislativo  sulla sicurezza sul lavoro si rimette al centro dell’azione del Governo e del Parlamento l’attenzione al problema della sicurezza sul lavoro.

Alla luce del numero di morti sul lavoro, dell’impegno profuso dal Capo dello Stato nella promozione di una cultura della sicurezza sul lavoro, il Governo della XV Legislatura ha inserito il tema della salute e sicurezza tra le assolute priorità; già nel Documento di Programmazione Economico-Finanziaria 2007-2011, esso è stato collocato tra le linee programmatiche degli interventi in materia di lavoro e occupazione, unitamente all’intensificazione del contrasto al lavoro nero e irregolare e al potenziamento dei servizi ispettivi.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS